Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Elettroliti

Elettroliti

Elettroliti
Curatore scientifico
Dr.ssa Gloria Negri
Specialità del contenuto
Medicina generale

Cosa sono gli elettroliti?

Gli elettroliti sono sostanze che in soluzione o allo stato fuso subiscono la suddivisione in ioni delle loro molecole.

In ambito biologico e fisiologico, gli elettroliti del corpo umano sono le sostanze, prevalentemente ioni, disperse nei liquidi fisiologici, intra- ed extracellulari, tra cui: citosol, interstizi, matrice cerebrospinale, plasma/siero sanguigno, fluido linfatico.

Gli ioni primari di elettroliti maggiormente presenti nel corpo umano sono:

Il sodio è l'elettrolita principale che si trova nei fluidi extracellulari e il potassio è il principale elettrolita intracellulare. Entrambi sono coinvolti nella regolazione dell'equilibrio dei liquidi e nel controllo della pressione sanguigna.

L'uomo acquisisce gli elettroliti con la dieta e corrispondono, o fanno parte, della categoria di sostanze che generalmente definiamo con il nome di sali minerali.

Quali sono le funzioni degli elettroliti nel corpo umano?

Tutte le forme di vita superiori, come Homo Sapiens, richiedono un fine mantenimento dell’equilibrio elettrolitico tra gli ambienti intracellulari ed extracellulari.

In particolare, assume un ruolo fondamentale il mantenimento dei gradienti osmotici tra i differenti elettroliti, i quali influenzano e regolano l'idratazione del corpo e il pH del sangue, e sono fondamentali per la funzionalità di nervi e muscoli.

Gli elettroliti non solo tendono con forza all'equilibrio negli stessi compartimenti, ma interagiscono anche tra ambienti biologicamente separati da tessuti, cellule e membrane. Alla base dell'omeostasi, e quindi della salute e della vita stessa, c'è proprio il controllo e lo sfruttamento degli elettroliti da parte dell'organismo.

Sia il tessuto muscolare che i neuroni sono considerati i tessuti elettrici del corpo. I muscoli e i neuroni sono attivati dall'attività elettrolitica tra il fluido extracellulare o interstiziale ed il liquido intracellulare.

Gli elettroliti possono entrare o uscire dalle cellule attraverso canali ionici localizzati sulle membrane plasmatiche: ad esempio, la contrazione muscolare dipende dalla presenza di calcio (Ca2+), sodio (Na+) e potassio (K+). Senza livelli sufficienti di questi elettroliti-chiave, possono verificarsi anomalie come la debolezza muscolare o le contrazioni involontarie anche gravi.

L'equilibrio elettrolitico viene mantenuto con la dieta e vari meccanismi fisiologici regolati dagli ormoni, che generalmente interagiscono con la funzione renale che tende ad eliminare gli elettroliti in eccesso con la minzione e a preservare più possibile quelli carenti evitandone l'espulsione.

Negli esseri umani, l'omeostasi degli elettroliti è regolata da vari ormoni: l'aldosterone e gli ormoni paratiroidei, detti antidiuretici.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Impronte digitali
Le impronte digitali sono composte da minuscole creste, spirali e motivi a valle presenti sulla punta di ogni dito. Si formano dalla pres...
Feromoni
I feromoni (o ferormoni) sono sostanze chimiche, prodotte da un animale, che modificano il comportamento di un altro animale della stessa...
Tessuto connettivo
Il tessuto connettivo (dal latino "textus conexivus") è uno dei quattro tipi fondamentali e più rappresentati di tessuto che compongono i...