Malnutrizione

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Francesco Pascucci
Indice contenuto:
  1. Quando una persona è considerata malnutrita?
  2. Quali problemi porta la malnutrizione?
  3. Chi ne è colpito maggiormente?
  4. Quali sono i principali sintomi della malnutrizione?
  5. Quali sono le cause?
  6. Come si diagnostica la malnutrizione?
  7. Come si cura la malnutrizione?
  8. Si può prevenire?

Quando una persona è considerata malnutrita?

  • Quando nella dieta non ci sia il giusto apporto di calorie e proteine
  • Quando ci sia un consumo insufficiente, eccessivo o squilibrato di nutrienti
  • Quando ci sia una condizione di malassorbimento per malattie che causano un cattivo assorbimento degli alimenti

Quali problemi porta la malnutrizione?

  • Scorbuto. Si tratta di una patologia, fortunatamente piuttosto rara, dovuta a carenza di vitamina C o minerali.
  • Carenze vitaminiche che possono portare anche alla morte.

Chi ne è colpito maggiormente?

  • Anziani, specialmente se ricoverati in strutture a lunga degenza
  • Individui socialmente isolati
  • Poveri
  • Anoressici e bulimici
  • Persone convalescenti da gravi malattie
  • Chi soffre di malassorbimento per malattie varie fra cui la celiachia

Quali sono i principali sintomi della malnutrizione?

  • Perdita di tessuto adiposo
  • Perdita di massa magra (sarcopenia)
  • Sofferenza del cuore e di tanti altri organi
  • Sofferenza metabolica per carenze enzimatiche (gli enzimi sono proteine)
  • Difficoltà respiratorie
  • Depressione
  • Maggiore possibilità di complicanze post operatorie
  • Maggior rischio di ipotermia
  • Sistema immunitario indebolito
  • Maggiore sensibilità al freddo
  • Le ferite si rimarginano in maggior tempo
  • Ripresa più difficile da malattie ed infezioni
  • Problemi di fertilità
  • Ridotta massa muscolare
  • Diminuzione del desiderio sessuale
  • Stanchezza
  • Apatia
  • Affaticamento
  • Irritabilità

Quali sono le cause?

  • Dieta povera, che consiste nel mangiare cibi che non apportano le sostanze nutritive necessarie. Può essere anche collegata a problemi di disfagia (difficoltà a deglutire)
  • Problemi di salute mentale come anoressia nervosa e bulimia
  • Problemi di mobilità che impediscono di uscire a comprare il cibo
  • Disturbi digestivi e patologie allo stomaco, come morbo di Crohn o colite ulcerosa
  • Alcolismo
  • Carenza di cibo
  • Difficolta nel poter acquistare il cibo
  • La mancanza dell’allattamento al seno, specialmente nei paesi in via di sviluppo

Come si diagnostica la malnutrizione?

E’ importante sia diagnosticata in fase iniziale. La Britsh Association per la nutrizione parenterale ed enterale ha definito un metodo, il DEVE, come strumento di screening. Si articola su 5 fasi:

  1. Misurare altezza e peso del soggetto per determinarne l’indice di massa corporea
  2. Bioimpedenziometria (fondamentale)
  3. Annotazione di perdita di peso e indicazione del punteggio
  4. Stabilire la fase acuta, con effetti e punteggio
  5. Sommare i primi tre punti per capire il rischio di malnutrizione
  6. Usare i mezzi a disposizione per creare un piano di assistenza

Come si cura la malnutrizione?

Il tipo di trattamento da usare varia in base alla gravità del caso. Di solito si tratta di una dieta appositamente studiata per il singolo caso, con eventuali aggiunte di integratori alimentari. Nei casi più gravi si può richiedere il supporto dell’alimentazione artificiale (nutrizione enterale, tramite sondino naso-gastrico o parenterale, via endovenosa).

Si può prevenire?

Sì. Un consumo equilibrato di carboidrati, frutta e verdura, proteine, grassi e almeno 1,2 litri di acqua al giorno sono sufficienti.