Scorbuto

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Francesco Pascucci , Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Che cos'è lo scorbuto?
  2. Quali sono i segni della carenza di Vitamina C?
  3. Quali sono i sintomi dello scorbuto?
  4. Come viene diagnosticato lo scorbuto?
  5. Qual è la terapia dello scorbuto?
  6. Chi è maggiormente colpito dallo scorbuto
  7. Lo scorbuto nei bambini
  8. Si può prevenire l’insorgere dello scorbuto?
  9. Cosa porta lo scorbuto se non trattato?

Che cos'è lo scorbuto?

Vitamina c

Lo scorbuto è una malattia dovuta alla carenza di Vitamina C. La sua origine è nota solo dagli anni 30, benché sia una delle malattie più antiche.

Veniva riscontrata spesso nei marinai, in quanto la vitamina C può essere facilmente perduta con la cottura, la conservazione prolungata, la luce solare e lo sminuzzamento dei cibi. Ancora oggi, nonostante le abitudini alimentari siano completamente cambiate dai secoli scorsi i casi di scorbuto sono ancora presenti, spesso causati da condizioni di grande stress o terapie farmacologiche invasive e prolungate.

Qual è il fabbisogno di Vitamina C?

La Vitamina C gioca tra le altre cose un ruolo importantissimo nella formazione del collagene, una proteina indispensabile al tessuto connettivo per crearsi e rigenerarsi. È importante per la guarigione dalle ferite e dalle ustioni.

Viene per questo chiamata "vitamina da stress".

Per questo, il giusto apporto di Vitamina C aumenta in caso di stress, gravidanza, terapie farmacologiche prolungate, operazioni chirurgiche.

Gli esseri umani non sono in grado di sintetizzare l'acido ascorbico, quindi è necessario integrarlo con l'alimentazione. Il fabbisogno giornaliero medio consigliato di vitamina C si aggira intorno ai 60 milligrammi.

Quali sono i segni della carenza di Vitamina C?

Cattiva digestione, capelli fragili, rottura dei capillari e sanguinamento delle gengive sono solo alcuni dei molteplici sintomi della carenza di vitamina C. Ematomi, anemie, ulcere gastrointestinali e persino coaguli di sangue sono tra le conseguenze di una forte carenza di Vitamina C.

Quali sono i sintomi dello scorbuto?

Lo scorbuto è uno stadio molto avanzato della carenza di Vitamina C, ed oltre ad i sintomi che abbiamo descritto per la carenza possono essere presenti ulcere a livello della mucosa orale, denti fragili e infiammazioni severe delle gengive.

Sono frequenti le iperpigmentazioni cutanee, a causa dell'aumentata permeabilità dei vasi sanguigni. L'artrite scorbutica si manifesta molto frequentemente e non sono rari i casi che coinvolgono sintomi psichici quali depressione ed isteria.

I primi sintomi dello scorbuto appaiono dopo 3 mesi da quando il soggetto che ne è affetto cessa di assumere vitamina c a sufficienza.

I principali sono:

  • Debolezza
  • Sensazione di irritabilità e depressione
  • Dolore agli arti, alle gambe in particolare
  • Comparsa sulla pelle di macchie rosso-blu. Se non trattate di ampliano, fondendosi tra loro e creando grandi macchie scure.
  • Gengive gonfie
  • Dolori alle articolazioni
  • Fiato corto
  • Rossore e gonfiore nelle ferite guarite di recente
  • Pelle che facilmente produce lividi.

Come viene diagnosticato lo scorbuto?

Diagnosticare lo scorbuto è molto semplice: il medico di base prescriverà una semplice analisi del sangue per constatare che l'acido ascorbico plasmatico diminuisce fino al valore di < 0,2 mg/dl ed in alcuni casi non è addirittura dosabile.

Qual è la terapia dello scorbuto?

Una volta diagnosticato lo scorbuto, la terapia prevede la somministrazione di acido ascorbico, normalmente tra i 200 ed i 1000 milligrammi al giorno.   
Sono sufficienti sette giorni di terapia per vedere diminuire, o anche scomparire i sintomi dello scorbuto. È necessario poi per i venti giorni seguenti continuare ad assumere con l'alimentazione almeno il doppio della RDA consigliata, e proseguire con la normale dose di mantenimento una volta conclusa la terapia.

Quali sono gli alimenti che contengono vitamina C e aiutano a combattere lo scorbuto?

Tra gli alimenti ricchi di vitamina C, utili per combattere lo scorbuto, spiccano:

  • peperoni
  • melagrana
  • pomodori
  • arance , limoni e agrumi in genere
  • broccoli
  • spinaci
  • cavoli
  • cavolfiori
  • insalate e radicchi
  • kiwi
  • fragole

Chi è maggiormente colpito dallo scorbuto

Fortunatamente al giorno d’oggi questa malattia è rara, ma ci sono delle categorie maggiormente soggette a manifestarla:

  • Anziani
  • Fumatori o dipendenti da alcool e droghe
  • Poveri

Lo scorbuto nei bambini

Nei neonati lo scorbuto si presenta con mancanza di appetito, irritabilità, scarso aumento di peso, diarrea e febbre di 38° o superiore. Nelle fasi successive provoca dolore alle gambe, comparsa di macchie, come per gli adulti e occhi sporgenti all’esterno.

Si può prevenire l’insorgere dello scorbuto?

Seguire una dieta sana ed equilibrata, dove siano presenti molta frutta e verdura, è utile per tenere alla larga questa malattia.

Cosa porta lo scorbuto se non trattato?

Nel caso in cui lo scorbuto non venga trattato possono presentarsi:

  • Ittero
  • Edema
  • Problemi cardiaci
  • Morte (nei casi gravi)