Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Reazione Di Wassermann

Reazione di Wassermann

Reazione di Wassermann
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia Microbiologia e virologia

Che cos’è la reazione di Wassermann?

È una modifica della reazione di fissazione del complemento messa in atto da Jules Jean Baptiste Vincent Bordet (1870-1961) e Octave Gengou (1875-1957) nel 1901.

L’“antigene” utilizzato è un estratto muscolare, solitamente proveniente dal cuore di un toro. La sostanza attiva è un lipide chiamato cardiolipina, che non ha nulla a che vedere con la sifilide.  Tuttavia, questo antigene reagisce con alcuni anticorpi, le cosiddette reagine, presenti comunemente nel sangue dei pazienti che soffrono di sifilide.

Visto che gli anticorpi non sono specifici per questa malattia,  possono a volte essere presenti in altre patologie, come la malaria e la lebbra. I risultati vengono denotati con 1, 2, 3 e 4 più, dove l’intensità della reazione corrisponde di solito alla gravità della malattia.

Nonostante ciò si può presentare anche con risultati negativi. Parecchie reazioni di Wassermann negative indicano l’assenza della sifilide alcuni anni dopo la cura.

Wassermann descrisse il test un anno dopo che Fritz Richard Schaudinn (1871-1906) e Paul Erich Hoffmann (1868-1959) scoprirono quali organismi provocavano la sifilide.

olto modifiche sono state apportate al test sin da quel momento, ma il principio generale applicato da Wassermann continua a guidare le procedure. Molti modifiche sono state apportate al test sin da quel momento, ma il principio generale applicato da Wassermann continua a guidare la procedura. Il termine “reazione di Wassermann” viene infatti applicato alla maggior parte dei test per la sifilide. Il termine "reazione di Wassermann" viene  infatti applicato alla maggior parte dei test per la sifilide.

Attualmente infatti si usano il VDRL (Venereal Disease Research  Laboratory)  e TPHA (Treponema Pallidum Haemoagglutination  Assay), che indicano soggetti molto probabilmente affetti dalla malattia, ma che richiedono ulteriori esami: test FTA-Abs (test di assorbimento di anticorpi treponemici fluoerescenti) e Western blotting (Test dell’immuno blotting).

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Proteina di Bence Jones
La proteina Bence Jones è una proteina globulinica monoclonale rintracciabile nelle urine oppure nel flusso sanguigno.
Emogasanalisi
L'emogasanalisi è un test diagnostico che permette di misurare tre importanti parametri relativi al sangue: i livelli di ossigeno, i live...
Tempo di protrombina
Il tempo di protrombina è quel tempo necessario perché una parte del plasma coaguli in seguito all'aggiunta di tromboplastina e ioni Calc...