Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Abuso Di Droghe

Abuso di droghe

Abuso di droghe
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Tossicologia

Abuso di droghe: cos'è

Dai medicinali con prescrizione ai farmaci da banco, fino alle droghe di strada e all’alcol, virtualmente si può abusare di qualsiasi sostanza. Mentre di droghe illegali come l’eroina e la cocaina si abusa ogni volta che le si utilizza, dei farmaci con prescrizione si abusa quando li si utilizza in una maniera diversa da quella per cui erano stati pensati, o quando vengono utilizzati da una persona a cui non sono stati prescritti.

Secondo la Substance Abuse and Mental Health Administration (SAMHSA), nel 2013, circa 2.8 milioni di persone hanno provato delle sostanze illegali per la prima volta, indicando che sempre più individui si avvicinano all’abuso di droghe ogni giorno.

Se tu o un membro della tua famiglia fate abuso di droghe o siete dipendenti, sappi che non sei solo. La SAMHSA afferma che nel 2009, più di 2 milioni di americani di età superiore ai 12 anni ha intrapreso un trattamento a causa dell’abuso di droghe.

La cosa più importante da ricordare è che, non importa quanto la situazione sia disperata, non è mai tardi per cambiare le cose.

Come comincia

Per molte persone, i comportamenti pericolosi che portano alla dipendenza o all’abuso di droghe cominciano durante l’adolescenza. La maggior parte di questi bambini non persevera nell’utilizzo di droghe, ma coloro che invece lo fanno sono associati ad uno o più dei seguenti fattori di rischio:

  • Comportamento aggressivo
  • Supervisione parentale inadeguata
  • Accesso prematuro alle droghe
  • Tenore di vita sulla soglia della povertà
Se un bambino viene a contatto con questi elementi, c’è una maggiore probabilità che abusi di droghe più avanti nella sua vita.

Alcune persone cominciano ad abusare di droghe da adulti, nonostante l’assenza di fattori di rischio. In molti casi, l’abuso ha inizio con una semplice prescrizione medica per uno scopo legittimo. Ci sono un certo numero di medicinali, come specialmente gli analgesici, che presto vengono tollerati molto bene dal corpo e quindi è necessario assumere dosi sempre maggiori per raggiungere lo stesso effetto. Questo fatto può portare all’abuso e alla dipendenza sia fisica che fisiologica.

Effetti

Quando una persona abusa di droghe, sono spesso presenti dei segni e dei sintomi sia fisici che comportamentali, che comprendono:
  • Improvvisi cambiamenti d’umore
  • Cambiamenti del comportamento normale
  • Mancanza d’igiene e di cura per l’aspetto
  • Ritiro dalla famiglia e dagli amici
  • Perdita d’interesse nelle attività sociali e negli hobby
  • Cambiamenti nel ritmo del sonno
  • Occhi arrossati o vitrei, inespressivi
  • Naso che cola o tirare su con il naso
Ogni droga ha in realtà uno spettro di sintomi specifici, ma questi sono quelli più comuni nella maggior parte delle persone drogate. Per esempio:
  • Le persone che fanno uso di metanfetamine possono risultare ipersensibili
  • Le persone che fanno uso di cocaina spesso perdono l’appetito
  • Le persone che abusano di tranquillanti o barbiturici possono risultare letargici o disorientati

Rischi

L’abuso di droghe porta una serie di potenziali rischi che dipendono dalla droga di cui si parla:
  • Coloro che abusano di stimolanti come la cocaina o le anfetamine possono sentirsi affaticati, depressi o letargici quando l’effetto finisce.
  • Gli individui che abusano di oppiacei, come l’eroina o alcuni analgesici con prescrizione, possono avvertire dei problemi all’intestino, dolori muscolari e nervosismo.
Probabilmente il rischio più grosso dell’abuso di droghe è l’overdose.

Nel 2009 secondo il National Institute on Drug Abuse, 4.6 milioni di visite al pronto soccorso sono state necessarie in seguito all’abuso di qualche sostanza. Mentre in alcuni casi il problema erano gli effetti collaterali di medicinali, circa nel 45% la motivazione era imputabile all’abuso di droghe. La maggior parte di queste visite è stata causata dall’uso non medico di medicinali con o senza prescrizione, inclusi stimolanti, oppiacei e integratori. Delle droghe illegali, la cocaina è stata quella che ha portato a più visite, seguita da eroina e stimolanti.

Se sospetti un’overdose, chiama immediatamente l’ambulanza. L’intervento tempestivo di un medico può spesso salvare la vita e limitare i danni più gravi; tuttavia, il miglior modo di prevenire l’overdose è quello di lasciarsi aiutare. Se è presente un problema di abuso di droghe, è solo questione di tempo prima che la dipendenza prenda piede. È importante cercare aiuto prima che si verifichi l’overdose o un danno a lungo termine. 

Programmi di riabilitazione

Non esiste una bacchetta magica quando si tratta di curare gli abusi di droga e le dipendenze. Questi problemi complessi necessitano di un approccio terapeutico con molte sfaccettature affinché questo si riveli efficace. La maggior parte dei programmi include:
  • Una valutazione fisica e mentale approfondita
  • Detossificazione
  • Terapia individuale o di gruppo
  • Partecipazione in gruppi di supporto
  • Un programma di riabilitazione dopo la cura
Il miglior programma di trattamento è quello che viene specificamente adattato alle necessità del singolo paziente, il quale determinerà insieme al suo terapista il tipo e la durata del trattamento a seconda della situazione, e quali aspetti siano importanti nella riabilitazione.

Per prima cosa è necessario decidere se il trattamento verrà seguito in una struttura o a casa. Se l’abuso si è sviluppato in una dipendenza acuta, è meglio ricoverarsi per ricevere un trattamento intensivo e assistenza psicologica diretta.

Se invece è presente una rete stabile di amici e parenti a casa, potrebbe essere più saggio scegliere una terapia domiciliare, in cui il paziente riceve il supporto e le cure necessarie durante il giorno, ma può andare a dormire a casa durante la notte.

Gli esperti concordano nel dire che la durata minima di un trattamento dovrebbe essere di circa un mese, poiché la detossificazione dell’organismo richiede qualche settimana. Una volta che la detossificazione fisica è completata, è possibile cominciare la terapia comportamentale. A seconda della situazione individuale e del grado d’abuso o di dipendenza, si potrebbe considerare un programma che va dai 60 ai 90 giorni.

Trattamento

Tutti i trattamenti prevedono un’ultima fase di riabilitazione in seguito al termine del programma. Un buon programma di riabilitazione prevede:
  • Appoggio psicologico continuativo
  • Partecipazione a uno o più gruppi di supporto
  • Visite mediche, se necessarie
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Dipsomania
Con il termine dipsomania si individua un disturbo di tipo psicopatologico caratterizzato dall’incapacità di resistere all'impulso a bere...
Abuso di farmaci
Per dipendenza da farmaci e psicofarmaci si intende una condizione patologica causata dall’assunzione ripetuta ed eccessiva di alcune tip...
Cocainomania
La dipendenza da cocaina, lo stupefacente che provoca diversi disagi e soprattutto una forte assuefazione, è chiamata cocainomania.