Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Acroparestesia

Acroparestesia

Acroparestesia
Curatore scientifico
Dr. Leila Turnava
Specialità del contenuto
Neurologia

Cos'è l'acroparestesia?

Quando la sensazione sopra descritta viene avvertita negli arti estremi, quindi mani e piedi, prende il nome di acroparestesia. Tale fastidio può essere avvertito, seppur molto raramente, in naso e labbra. L'acroparestesia insorge maggiormente nelle donne, specie nei soggetti in menopausa, anche se non è rara negli uomini. 

Tra le acroparestesie secondarie piu diffuse vi è la malattia di Raynaud.

Come si presentano le crisi di acroparestesia?

Tale disturbo è di breve durata e intervallato da lunghi periodi di totale assenza. Talvolta le acroparestesie sono accompagnate da disturbi di trofismo (desquamazione cutanea, perdita di peli). 

Quali sono le cause dell'acroparestesia?

Le crisi di acroparestesia possono essere causate dalla repentina esposizione al freddo o all'umidità e mettono in evidenza la labilità dei centri nervosi che regolano i vasi sanguigni periferici. Improvvisamente, insorge una momentanea riduzione della circolazione sanguigna che porta alla spiacevole sensazione di pizzicore. Inoltre, l'arto o la parte colpita presentano una colorazione livida e una temperatura più bassa. 

Come si cura l'acroparestesia?

La forma di acroparestesia benigna, detta anche primaria, ossia quella che insorge in modo sporadico, non ha terapia farmacologica e non è dannosa per la salute. Per evitare le crisi, è sufficiente evitare le brusche esposizioni a freddo e umido. Tuttavia, l'acroparestesia può essere anche di tipo secondario, cioè insorgere come sintomo di malattie più gravi, come:

  • arteriosclerosi
  • microangiopatia diabetica
  • anemia
  • deperimento organico
  • nefropatia cronica
  • malattie del sistema nervoso, come la sclerosi multipla

Anche in questo caso, non esiste un trattamento farmacologico per l'acroparestesia secondaria, ma il medico prescriverà delle cure per le malattie principali. 

In casi di acroparestesia secondaria grave vengono eseguiti:

  • ecocolorDoppler arterioso e venoso
  • pletismografia
  • elettomiografia

Sempre per l'acroparestesia secondaria possono essere efficaci:

  • vitamine di gruppo B
  • massagi
  • movimenti passivi
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Distrofia muscolare di Becker
La distrofia muscolare di Becker è una patologia neuromuscolare degenerativa su base genetica, con un meccanismo di ereditarietà legato a...
Sindrome di Sluder
La sindrome di Sluder è una sindrome dolorosa appartenente al gruppo delle cefalee, causata dall’infiammazione del ganglio sfenopalatino.
Leucoencefalopatia
La leucoencefalopatia è una patologia dell’encefalo che provoca un’esclusiva o prevalente compromissione della sostanza bianca, caratteri...