icon/back Indietro Esplora per argomento

Ipoalfalipoproteinemia

Ematologia Endocrinologia

Che cos'è l'ipoalfalipoproteinemia?

L'ipoalfalipoproteinemia è una condizione caratterizzata da bassi livelli di lipoproteine ad alta densità.

L'alfalipoproteina corrisponde alla più nota lipoproteina ad alta densità che lega il colesterolo, e cioè HDL ( detto colesterolo”buono”).

Quali sono le cause dell'ipoalfalipoproteinemia?

L'ipoalfalipoproteinemia è spesso dovuta a fattori genetici. Cause secondarie possono essere:

  • obesità
  • sedentarietà
  • fumo di sigaretta
  • diabete mellito
  • uremia
  • sindrome nefrosica
  • farmaci quali diuretici tiazidici, retinoidi, b-bloccanti, steroidi androgenici e la maggior parte dei progestinici e probucolo

Quali sono i sintomi dell'ipoalfalipoproteinemia?

L'ipoalfalipoproteinemia generalmente non presenta sintomi specifici. In alcuni casi si possono manifestare segni di:

  • insufficienza cardiaca congestizia
  • xantomi tendinei
  • xantomi cutanei
  • opacizzazione corneale

Come si diagnostica l'ipoalfalipoproteinemia?

La diagnosi dell'ipoalfalipoproteinemia può essere condotta con un semplice esame del sangue, test di funzionalità epatica e un profilo della tiroide. In base alle manifestazioni cliniche dell'ipoalfalipoproteinemia possono essere effettuati studi di imaging:

  • esame oftalmoscopico
  • radiografia del torace
  • ecocardiogramma
  • radionuclide stress test
  • coronarografia da cateterizzazione cardiaca

Quali sono i trattamenti per l'ipoalfalipoproteinemia?

Il trattamento per l'ipoalfalipoproteinemia prevede misure non farmacologiche per aumentare i livelli di lipoproteine ad alta densità come:

  • cessazione del fumo di sigaretta
  • riduzione del peso corporeo per gli obesi
  • aumento dell'attività fisica
  • evitare l'assunzione di farmaci che riducono le lipoproteine ad alta densità

Quali sono le complicanze dell'ipoalfalipoproteinemia?

Complicanze dell'ipoalfalipoproteinemia possono essere:

  • prematura aterosclerosi
  • opacizzazione corneale

Qual è la prognosi per l'ipoalfalipoproteinemia?

Se l'ipoalfalipoproteinemia è diagnosticata precocemente e monitorata attentamente, la prognosi è in genere abbastanza buona. Il rischio deriva dallo sviluppo di complicanze.

Condividi
Dr. Mario Vasta Medico Chirurgo
Dr. Mario Vasta
endocrinologomedico dello sport

Contenuti correlati

Micoplasma
icon/card/ematologia
I micoplasmi sono le più piccole forme batteriche in grado di vita autonoma. Sono batteri ubiquitari che vivono sia come saprofiti sia co...
Monocitosi
icon/card/ematologia
 Con il termine monocitosi si intende una elevata concentrazione dei monociti nel sangue. 
Tumore neuroendocrino del pancreas
icon/card/endocrinologia
Il tumore neuroendocrino del pancreas è un tipo di tumore endocrino molto raro: qual è la sopravvivenza? Come si cura? Ecco una panoramica. 
icon/chat