Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Placca Dentale

Placca dentale

Placca dentale
Curatore scientifico
Dr. Adele Fantoni
Specialità del contenuto
Odontoiatria e stomatologia

Cos'è

La placca dentale, nota anche come placca batterica, è uno strato batterico sottile e appiccicoso che si forma sui denti, soprattutto negli spazi interdentali e nelle vicinanze delle gengive.
È nociva per la dentatura e compare principalmente in caso di cattiva igiene orale.

Cause

La formazione della placca dentale è suddivisa in più fasi.
All’inizio una pellicola organica modifica la superficie dei denti, favorendo l’arrivo di numerosi batteri che si depositano su di essa (da qui il nome di “placca batterica”).
La presenza di questi batteri favorisce l’aggregazione di altri batteri che occupano la medesima zona dentale. Queste colonie batteriche producono grandi quantità di acidi organici che corrodono lo smalto dei denti e facilitano la formazione delle carie.
La placca dentale si sviluppa soprattutto quando alimenti con ad alta concentrazione di zuccheri non vengono completamente rimossi dai denti con un’adeguata pulizia orale.

Quando si forma

La placca batterica deve essere eliminata velocemente se non si vuole incorrere in conseguenze ben più gravi. Una mancata igiene della bocca, infatti, in presenza di placche dentali già formate può portare alla comparsa del tartaro, un insieme di depositi minerali duri.
Il tartaro non è rimovibile con un semplice spazzolino e la sua azione aumenta le probabilità di soffrire di parodontite, una grave infiammazione batterica dei denti.
Nei casi più acuti la parodontite può arrivare a causare anche la caduta di un dente.

Come rimuoverla

Il modo più efficace per rimuovere la placca batterica è l’uso continuativo di spazzolino da denti e filo interdentale, soprattutto dopo i pasti. Il ricorso al collutorio può essere un altro buon rimedio.

Prevenzione

Alcune buone abitudini possono evitare la comparsa della placca dentale.
Ecco quali sono le principali:
  • lavarsi bene i denti dopo ogni pasto (meglio se con uno spazzolino a setola morbida), facendo attenzione soprattutto alle zone interdentali
  • utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno
  • considerare l’utilizzo di un collutorio antibatterico
  • programmare visite di controllo dal proprio dentista (almeno una ogni sei mesi)
  • mantenere una dieta alimentare sana ed equilibrata (alcune verdure, in particolare, contribuiscono alla pulizia della bocca e alla neutralizzazione degli acidi che causano la formazione della placca)
  • limitare l’assunzione di zuccheri fuori dai pasti (snack)
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Carie
In odontoiatria, la carie dentale è la patologia più comune e interessa tutte le età. Insieme alla piorrea, è la principale causa di perd...
Parodontopatia
La parodontopatia è una infezione dei denti, che coinvolge le gengive, il legamento parodontale e l'osso alveolare.