Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Prestazioni
  4. Asportazione Di Corpi Estranei

Asportazione di corpi estranei

Curatore scientifico
Dr. Domenico De Felice
Specialità del contenuto
Oculistica

In cosa consiste l'asportazione di corpi estranei?

L'asportazione di corpi estranei può essere congiuntivale e, in tal caso, è un'evenienza frequente e quasi mai grave per la quale devono essere asportati al più presto questi corpi perchè possono provocare delle lesioni corneali che potrebbero successivamente infettarsi mettendo a rischio il buon visus.

Come avviene l'asportazione di corpi estranei?

L'asportazione di corpi estranei prevede l'ispezione delle palpebre, comunque obbligatoria, che deve essere accurata con il rovesciamento della palpebra superiore attraverso uno strumento quale il retrattore palpebrale di Desmarres o, in modo più "artigianale", con il cappuccio per aghi o un bastoncino.

I corpi estranei congiuntivali possono trovarsi nella congiuntiva tarsale o bulbare e, se sono nei fornici, sono ben messi in evidenza con l'instillazione di una goccia di fluorescina (colorante fluorescete atossico) che permette di evidenziare anche l'eventuale presenza di abrasioni corneali verticali provocate dalla fisiologica chiusura palpebrale durante l'ammiccamento.

Tale metodo viene utilizzato anche per individuare corpi estranei trasparenti.

Quando si effettua l'asportazione di corpi estranei?

L'asportazione si corpi estranei a carico della congiuntiva tarsale è sempre di più facile riscontro. In termini statistici, la presenza di corpi estranei multipli, piccoli e neri è dovuta per lo più al trucco che nella maggior parte delle civiltà viene posto sul margine palpebrale a completare il make-up.In questi casi risulta difficoltosa l'asportazione in quanto vengono in pochi minuti conglobati in una proliferazione papillare.

A carico della congiuntiva bulbare il CE è nella maggior parte dei casi di origine metallica, animale o vegetale e provoca irritazione oculare, a volte dolore, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo e arrossamento.I corpi estranei di origine animale si rimuovono semplicemente nella pratica comune con un bastoncino o in ambiente domestico con un angolo di un panno in cotone.

Se il corpo estraneo è invece più profondo si instilla un anestetico topico prima dell'asportazione, dopo verrà applicata una pomata antibiotica e l'occhio verrà bendato per 24 ore.Se al test con fluorescina dopo una buona irrigazione è presente una lesione corneale è bene instillare una goccia di cicloplegico per ridurre il dolore da reazione ciliare.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Esame della refrazione
L'esame della refrazione è un'esame effettuato dallo specialista oculista durante il quale viene determinata la capacità visiva del pazie...
Cheratometria
Cheratometria è una metodica oculistica impiegata per misurare l’entità dell’astigmatismo della superficie anteriore della cornea ed il s...
Risonanza magnetica delle orbite
La risonanza magnetica orbite è un esame che si effettua prevalentemente per indagare le ghiandole lacrimali.