Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Spasmi Anali

Spasmi anali

Spasmi anali
Curatore scientifico
Dr. Enrico Tempèra
Specialità del contenuto
Proctologia

Cosa sono gli spasmi anali?

Gli spasmi anali sono degli eventi dolorosi che riguardano il retto e l’ano. Gli spasmi anali possono avere molte cause, di solito non gravi. Comunemente queste sono:

  • Emorroidi. Le emorroidi (il doloroso rigonfiamento delle vene dell’ano) sono un problema molto comune che colpisce il 25% degli americani adulti. Sono causate da uno sforzo durante i movimenti intestinali. Anche il sollevamento di oggetti pesanti e il parto sono comunemente all’origine di questo problema. Possono dare disagio quando ci si siede (pressione sulle emorroidi).
  • Ragadi anali. La ragade anale è una piccola ferita nella pelle all’inizio del retto, causata dal passaggio di feci grosse e dure che portano ad uno stiramento eccessivo dell’ano. Questo problema può anche colpire persone il cui sfintere anale è troppo contratto per far passare le feci, causando dolore durante e dopo il passaggio degli escrementi.
  • Proctalgia fugax. Questa condizione è associata ad un dolore rettale passeggero e colpisce l’8% degli americani. Questo problema colpisce in prevalenza le donne e le persone con meno di 45 anni. Nonostante la reale causa di questo problema non sia nota, molti medici sono convinti che siano responsabili gli spasmi dello sfintere anale.
  • Sindrome dell’elevatore dell’ano. Questa patologia colpisce il 6% degli americani ed è leggermente più frequente nelle donne che negli uomini. Il termine elevatore dell’ano si riferisce ad una serie di muscoli che circonda e supporta l’ano. Gli spasmi di questi muscoli possono causare dolore.

Quelle appena descritte sono le cause primarie del disagio rettale, ma ci possono essere altri fattori responsabili. Cause secondarie meno frequenti comprendono:

  • Cancro colon-rettale.
  • Infezioni, compresi ascessi anorettali (proctiti, infiammazioni del retto), problemi alla prostata (prostatiti) che potrebbero esercitare delle pressioni o pulsazioni sul retto.
  • Malattia infiammatoria intestinale, come coliti ulcerative, morbo di Crohn.
  • Corpi esterni nel retto o prolasso rettale.
  • Coccigodinia o dolore al coccige.

Che cosa causa i sintomi dolorosi?

Tra le cause:

  • La maggior parte delle emorroidi porta solo ad un lieve disagio, ma il dolore può diventare forte se diventano trombizzate. Ciò si verifica quando il sangue nelle emorroidi coagula, causando un dolore tormentoso simile ad una pugnalata che compare all’improvviso e può durare per diversi giorni.
  • Le ragadi anali causano una ferita simile ad una coltellata e portano un dolore leggero che può durare per ore. Il taglio nella pelle può anche portare a sanguinare. Ogni movimento intestinale irrita ancora di più la pelle producendo un dolore acuto. Il dolore può essere così intenso che la maggior parte delle persone cerca di non andare in bagno per più tempo possibile, non ottenendo altro che la formazione di escrementi più duri che faranno più male al passaggio.
  • Il dolore della proctalgia fugax è improvviso e intenso e solitamente non dura più di un minuto. In rari casi, gli spasmi possono continuare per un’ora. Il dolore viene descritto come acuto, pungente, o simile a crampi, proprio presso l’apertura dell’ano. Il dolore può svegliare una persona dal sonno notturno. Gli attacchi avvengono insieme, e compaiono giornalmente per un periodo per poi scomparire per settimane o mesi.
  • Il dolore della sindrome dell’elevatore dell’ano porta ad un dolore sordo costante o frequente che si avverte più in alto nel passaggio rettale. La sensazione peggiora se ci si siede e migliora camminando o stando in piedi. Il dolore dura approssimativamente per 20 minuti e tende a ripresentarsi ad intervalli regolari.
  • Il dolore rettale potrebbe essere segno di un cancro al colon.
  • Il dolore rettale, quando pulsante o esercitante una pressione, può indicare dei problemi alla prostata, infezioni o altre malattie.

Quando è necessario rivolgersi al medico?

Contatta il tuo medico se i rimedi casalinghi non sono d’aiuto.

  • Contatta immediatamente il medico se pensi di avere un’emorroide trombizzata, poiché un trattamento fatto prima possibile è una delle chiavi del sollievo dal dolore.
  • Contatta il medico se noti del sangue. Talvolta il sanguinamento può indicare dei problemi più gravi come un cancro al colon.

È poco probabile che il dolore rettale necessiti del pronto soccorso, prima probabilmente preferirai contattare il tuo medico. Le condizioni in cui potrebbe essere necessario rivolgersi all’ospedale sono:

  • Il dolore rettale diventa molto intenso, specialmente quando associato a febbre e secrezioni infette dal retto.
  • Il dolore non è confinato al retto, ma si diffonde nell’addome.
  • Noti un aumento della quantità di sangue proveniente dal retto o noti un episodio di sanguinamento particolare.
  • Pensi di avere un corpo estraneo nel retto e ne sospetti il prolasso.

Quali specialisti si occupano di dolore rettale?

Sebbene la maggior parte dei pazienti possa essere curato dal medico generico, i seguenti specialisti devono intervenire quando i sintomi sono più gravi o cause più serie di dolore rettale. Questi sono:

  • Gastroenterologi
  • Urologi
  • Oncologi
  • Infettivologi
  • Chirurghi rettali

Come viene diagnosticata la causa degli spasmi anali?

Il medico può diagnosticare un’emorroide trombizzata tramite un esame visivo del retto del paziente. La ragade anale viene anch’essa diagnosticata tramite un esame visivo

La diagnosi di proctalgia fugax viene fatta tramite l’anamnesi del paziente. La visita diretta serve ad escludere le altre cause di dolore.

Un esame digitale del retto è eseguito per diagnosticare la sindrome dell’elevatore dell’ano. Durante la visita, il medico tocca il muscolo dell’elevatore dell’ano con il dito; se questo è teso, il toccarlo può dare lo stesso dolore.

Quali rimedi casalinghi possono aiutare a diminuire il dolore rettale?

I seguenti trattamenti possono aiutare a diminuire il disagio ed il dolore.

  • Emorroidi
    • Siedi nella vasca riempita di acqua calda (che non scotti) per 20 minuti, molte volte al giorno
    • Applica delle creme per le emorroidi, specialmente quelle contenenti idrocortisone solo se prescritte dal medico. Se hai il diabete rivolgiti al medico in quanto molti farmaci per il diabete interagiscono.
    • Prendi delle medicine per ammorbidire le feci e assumi fibre per diminuire i dolori dei movimenti intestinali
  • Ragadi anali.
    • Siedi nella vasca riempita di acqua calda per 20 minuti, più volte al giorno
    • Segui una dieta ricca di fibre e prendi delle medicine per ammorbidire le feci
    • Applica creme all’idrocortisone, ma solo sotto prescrizione medic
  • Proctalgia fugax. Poiché il dolore è breve, non c’è trattamento che possa fermare un attacco di proctalgia fugax.
  • Sindrome dell’elevatore dell’ano.
    • Siedi nella vasca con acqua calda.
    • Massaggia il muscolo per alleviare gli spasmi.
    • Prendi dei farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene o il naprossene.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Sanguinamento anale
Il sanguinamento anale, conosciuto anche con il nome di rettoragia, si ha quando del sangue, di solito di colore rosso vivo, esce dall’ano.
Muco nelle feci
Il muco nelle feci è fisiologico; tuttavia, quando esso è di un colore insolito, o quando la sua quantità è eccessiva, ciò significa che ...
Feci chiare
Le feci chiare sono una condizione spesso derivante da un cattivo funzionamento del fegato e da una sballata produzione di bile; ciò, a s...