Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Osteopatia

Osteopatia

Osteopatia
Curatore scientifico
Lorenzo Bichi
Specialità del contenuto
Osteopatia

Di cosa si occupa l'osteopatia?

L'osteopatia, un tipo di fisioterapia, è una forma di medicina manuale senza ausilio di farmaci e non-invasiva, che si concentra sulla salute totale del corpo da trattare e sul rafforzamento del quadro muscolo-scheletrico (che comprende articolazioni, muscoli e colonna vertebrale).

Esistono poi varie branche specifiche dell’osteopatia, tra cui: osteopatia pediatrica, osteopatia viscerale, osteopatia biodinamica, ecc.

Il suo scopo è quello di influenzare positivamente i sistemi: nervoso, circolatorio e linfatico del corpo.

Gli osteopati non si concentrano semplicemente sulla cura dell'area del problema, ma utilizzano tecniche manuali per bilanciare tutti i sistemi del corpo, per fornire buona salute e benessere nel complesso.

Che cosa tratta l’osteopatia?

Molti pazienti con dolori alla testa, alla schiena, al collo del piede, alla sciatica o aventi gomito del tennista e lesioni da sforzo ripetitivo si affidano all’osteopatia. Altri pazienti soffrono di asma, artrite, problemi digestivi, sindrome del tunnel carpale, colpo di frusta e problemi posturali.

Gli osteopati trattano regolarmente anche pazienti che sono stati feriti sul posto di lavoro, a casa o durante lo sport.

Quali sono le qualità dell’osteopatia?

La filosofia dell'osteopatia è ciò che la distingue da altre discipline mediche.

I principi fondamentali sono basati sul fatto che tutte le parti del corpo debbano funzionare insieme in modo integrato. Se una parte del corpo è limitata, il resto del corpo deve adattarsi e compensare la disfunzione, portando infine a: infiammazione, dolore, rigidità e altre condizioni di salute.

Quando il corpo è libero da restrizioni nel movimento, il trattamento osteopatico assiste il corpo con minimizzazione del dolore, riduzione dello stress e una maggiore mobilità, fornendo al corpo la possibilità di guarire se stesso.

Gli osteopati utilizzano un'ampia gamma di tecniche delicate di hands-on tra cui stretching molli, pressione profonda tattile e mobilizzazione o manipolazione delle articolazioni.

A volte gli osteopati si integrano e affiancano altre figure mediche. Ad esempio, a persone che soffrono di artrite, sono spesso prescritti farmaci dal loro medico di famiglia. 

In aggiunta a ciò, gli osteopati possono alleviare il dolore causato da rigidità articolari e muscolari, migliorando la mobilità articolare e il flusso di sangue alle articolazioni e mostrare a chi soffre di artrite come prevenire le lesioni

Come diventare osteopata?

Per diventare osteopata si deve conseguire un percorso di cinque anni, accreditato da un’università inglese, ma che non può, almeno in Italia, rilasciare lauree, bensì diplomi, poiché in Italia l’osteopatia non è considerata una professione sanitaria, almeno finché non  sarà passato, sempre se passerà, il DDL Lorenzin.

Gli osteopati ritengono di lavorare come parte integrante di un sistema sanitario e spesso rinviano a un medico di base o a un altro specialista della salute, ove opportuno.

Quali sono i benefici dell'osteopatia?

Il trattamento osteopatico in sé è non 'preventivo'. Gli osteopati rispettano la capacità naturale del corpo (visto come un meccanismo auto-regolativo) e intervengono solo quando c'è dolore o disagio.

I benefici dell'osteopatia sono: il miglioramento generale della mobilità e la stabilità strutturale del corpo. A loro volta, altri sistemi del corpo, come i sistemi circolatori, nervosi e linfatici funzionano più efficacemente attraverso un trattamento minimo di osteopatia.

Occorre poi tenere a mente gli stilemi dell’osteopatia, che csono:

  1. Il corpo è un’ unità.
  2. La struttura e la funzione sono reciprocamente inter-correlate.
  3. Il corpo possiede dei meccanismi di autoregolazione e autoguarigione (omeostasi).
  4. Quando la normale adattabilità è interrotta, o quando dei cambiamenti ambientali superano la capacità del corpo di ripararsi da sé, può risultarne la malattia.
  5. Il movimento dei fluidi corporei è essenziale al mantenimento della salute.
  6. Il sistema nervoso autonomo gioca una parte cruciale nel controllare i fluidi del corpo.
  7. Ci sono componenti somatiche della malattia che sono non solo manifestazioni della malattia, ma anche fattori che contribuiscono al mantenimento dello stato di malattia.

Osteopatia e sonno

Un indicatore chiave di dolore o fastidio è la mancanza di sonno o l'avere notti agitate. Un risultato efficace del trattamento osteopatico riflette spesso, tra i primi segni di ripresa, una buona notte di sonno.

Il sonno disturbato serve solo a manifestare l'incapacità del corpo di funzionare adeguatamente e aumenta il nostro disturbo psicosomatico (le malattie psicosomatiche sono quelle in cui i sintomi fisici sono causati o aggravati da fattori emotivi), ostacolando la capacità di affrontare il dolore.

Osteopatia e i sistemi nervosi, circolatori e linfatici

Il trattamento osteopatico influenza positivamente i sistemi nervosi, circolatori e linfatici, per conseguire un corpo più equilibrato e una migliore salute generale.

Questo, combinato con una dieta adeguata e/o dell'esercizio fisico, può migliorare il benessere e spesso porta a un approccio positivo in merito alla responsabilità individuale della salute di un paziente.

Osteopatia e dolore alla schiena

Con una vita che sta diventando sempre più sedentaria, diventano indispensabili gli osteopati in grado di offrire consigli di prevenzione quali: esercizi di stretching, tecniche di sollevamento, postura, respirazione e riduzione dello stress; tutti ottimi modi per mantenere la propria salute.

Inoltre, alcuni cambiamenti di stile di vita tra cui una dieta bilanciata o  delle sedute ergonomiche sul posto di lavoro, possono notevolmente migliorare la salute e ridurre i costi sanitari.

L’intervento precoce di un osteopata significa che si può essere consapevoli di potenziali fonti di dolore e di come sia possibile apportare fin da subito modifiche al proprio stile di vita, così da non dover affrontare il dolore più tardi.

Prevenire gli infortuni significa mantenersi attivi e godere dei benefici di una buona salute generale. È di vitale importanza per tutte le persone essere consapevoli di come le lesioni possono accadere e di cosa si può fare per evitarle.

Che cosa comporta il trattamento osteopatico?

La prima visita di un osteopata si snoda lungo le stesse linee di una prima visita da un medico di base.

Una storia medica completa comprende il fare domande su stile di vita, dieta e stato emotivo: ugualmente, l'osteopata vuole sentir parlare di tutti i sintomi, così come necessita dei dettagli di qualsiasi passato incidente o trauma (anche se può sembrare non correlato al problema attuale del paziente).

Durante la visita, al paziente può essere chiesto di rimuovere alcuni capi di abbigliamento esterno e di eseguire alcuni semplici movimenti. In questo modo quindi l'osteopata può osservare come il paziente sta usando il suo corpo, identificando eventuali perdite di mobilità e valutando la postura.

Test neurologici e ortopedici aiutano l'osteopata a eliminare eventuali patologie sottostanti e a differenziare il problema denunciato dal paziente.

Gli osteopati sono altamente qualificati nell'individuare manualmente i punti di restrizione o gli sforzi eccessivi in varie parti del corpo. Utilizzando un senso finemente sintonizzato del tocco o della palpazione, l'osteopata valuterà la colonna vertebrale, articolazioni, muscoli e tendini.

Un osteopata può anche fare riferimento alle analisi del sangue o ai raggi x per confermare i risultati, o esaminare i risultati diagnostici già esistenti, ove disponibile.

La consultazione iniziale durerà circa 45 minuti, dopodiché l'osteopata sarà in grado di offrire una diagnosi e discutere con il paziente un programma di trattamento.

Il trattamento potrebbe includere tecniche come stretching molli, per aumentare il flusso sanguigno e migliorare la flessibilità delle articolazioni e dei muscoli, e manipolazioni per mobilitare le articolazioni passivamente.

Se la diagnosi richiede ulteriori indagini o un intervento specialista, un osteopata suggerirà il rinvio al medico appropriato. Gli osteopati trattano spesso in combinazione con un medico di base, con un dentista, con un podologo o un altro medico / operatore sanitario.

Poiché l'osteopatia crede nell'auto-guarigione, può anche consigliare cambiamenti dietetici, programmi di esercizi a casa e regolazioni varie sullo stile di vita.

Tutti i programmi di trattamento sono individuali e dipendono dalla condizione attuale del paziente, dalla sua storia passata e dalla capacità di adattarsi a cambiare abitudini. I problemi più semplici spesso richiedono solo 3-4 sedute di trattamento.

Perché non si dovrebbe ignorare il dolore

Se si ignorano i segni di dolore alla schiena, questo può svilupparsi in altre forme di dolore in altre zone del corpo (come collo, spalla o dolore alle gambe). A lungo termine, ciò può avere conseguenze psicologiche profonde, che rendono più difficile per un paziente accettare il recupero come obiettivo raggiungibile e, come stato di salute più a lungo termine, si può arrivare persino alla depressione.

Secondo la filosofia osteopatica, tutte le parti del corpo sono interconnesse e si influenzano reciprocamente.

Tuttavia, se qualcuno soffre di dolore alla schiena, dovrebbe visitare un osteopata, poiché il dolore alla schiena può essere trattato. Naturalmente, un trattamento osteopatico migliora la propria salute e il proprio benessere, permettendo di condurre uno stile di vita più attivo e sano.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Idroterapia (idrochinesiterapia)
L'idroterapia sfrutta le proprietà chimiche e fisiche dell'acqua. L’idroterapia è impiegata nel trattamento di molte patologie, grazie al...