Pacemaker

Contenuto di: , ,
Curatore scientifico: Dr. Antonio Magioncalda, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Che cos'è un pacemaker?
  2. Perché si ricorre all'impianto di pacemaker?
  3. Quali sono i rischi connessi all'impianto di pacemaker?
  4. Quali sono i risultati di un impianto di pacemaker?

Che cos'è un pacemaker?

Un pacemaker è un piccolo dispositivo, delle dimensioni di un orologio da tasca, che viene posto sotto la pelle vicino al cuore per aiutare a controllare il battito cardiaco. L'impianto di un pacemaker potrebbe essere necessario per una serie di motivi per lo più a causa di un gruppo di condizioni chiamato aritmie, in cui il ritmo del cuore è anormale. Un pacemaker può essere impiantato nel petto con un piccolo intervento chirurgico.

Perché si ricorre all'impianto di pacemaker?

I pacemaker vengono impiantati per aiutare a controllare il battito cardiaco. Possono essere impiantati temporaneamente per trattare un rallentamento del battito cardiaco dopo un attacco di cuore, un intervento chirurgico o un overdose di farmaci. I pacemaker possono anche essere impiantati in modo permanente per correggere un battito cardiaco lento (bradicardia) o, in alcuni casi, per il trattamento di un'insufficienza cardiaca.

Quali sono i rischi connessi all'impianto di pacemaker?

Le complicazioni connesse all'impianto di pacemaker non sono comuni, ma potrebbero includere:

  • infezione dove è stato impiantato il pacemaker
  • reazione allergica alla tintura o all'anestesia utilizzata durante la procedura
  • gonfiore, ecchimosi o sanguinamento in sede generatore, specialmente se si sta assumendo anticoagulanti
  • danni ai vasi sanguigni o nervi vicino al pacemaker
  • collasso del polmone
  • foratura del muscolo cardiaco, che può portare ad emorragie nel rivestimento (pericardio) del tuo cuore e richiedere cure mediche di emergenza
  • complicazioni con pericolo di vita sono rare

Quali sono i risultati di un impianto di pacemaker?

Una volta che il pacemaker è stato impiantato, dovrebbe durare dai cinque ai 10 anni, che è la vita media della batteria. Quando la batteria di un pacemaker si consuma, l'intero generatore di impulsi del pacemaker viene sostituito, e si avrà bisogno di un altro intervento per installare il dispositivo. I cavi del vostro pacemaker possono essere lasciati sul posto, e la procedura per cambiare la batteria del pacemaker è spesso più veloce e richiede tempi di recupero più rapidi rispetto alla procedura per il primo impianto pacemaker.Il pacemaker è un trattamento standard per le condizioni che influenzano il sistema elettrico del cuore. Impedendo un ritmo cardiaco lento, pacemaker in grado di trattare i sintomi, come affaticamento, vertigini e svenimenti. Poiché la maggior parte dei pacemaker oggi consente di regolare automaticamente la frequenza cardiaca da abbinare al livello di attività fisica, possono consentire di riprendere uno stile di vita più attivo.