Distacco della placenta

Contenuto di:

Il distacco della placenta è una grave complicazione che può insorgere durante una gravidanza. La placenta è una struttura che si sviluppa nell’utero nel corso della gravidanza e consente gli scambi metabolici tra madre e feto, fornendo al futuro bambino il nutrimento necessario per la crescita. Il distacco di questo importantissimo organo può privare il feto dell’ossigeno e delle sostanze nutritive a lui necessarie, nonché causare gravi emorragie alla madre. Anche se è un’occorrenza rara, se non trattata tempestivamente può mettere in grave pericolo di vita sia la madre sia il bambino.

Quali sono i sintomi del distacco della placenta?

Missing | Pazienti.it

Il distacco della placenta è un disturbo raro, spesso improvviso, che si verifica con più probabilità nel corso delle ultime settimane della gravidanza.

I sintomi più comuni di un distacco della placenta sono:

  • sanguinamento vaginale (può anche non essere visibile)
  • dolori addominali
  • dolori alla schiena
  • frequenti contrazioni uterine rapide
  • abbassamento del livello del liquido amniotico

In alcuni casi il distacco della placenta può svilupparsi anche molto lentamente.

Cause più frequenti

La causa specifica che porta al distacco della placenta è spesso sconosciuta.

In genere, le cause più probabili sono:

  • forti traumi o lesioni addominali
  • rapida perdita del liquido amniotico

Fattori di rischio

Esistono diversi fattori che possono aumentare il rischio di distacco della placenta:

  • distacco della placenta in una precedente gravidanza
  • alta pressione sanguigna
  • forte trauma addominale
  • disturbi che impediscono una regolare coagulazione del sangue
  • gravidanze multiple
  • rottura del sacco amniotico
  • abuso di fumo o sostanze stupefacenti durante la gravidanza
  • età della madre (in particolare sopra i 40 anni)

Cosa si rischia?

Il distacco della placenta può essere molto pericoloso sia per la madre sia per il feto.

Ecco cosa rischia la madre:

  • problemi di coagulazione del sangue
  • insufficienza renale
  • stato di shock prolungato

Ecco cosa rischia il feto:

  • mancanza di ossigeno e nutrienti
  • parto prematuro
  • morte alla nascita

Alla nascita del bambino, un sanguinamento dal sito del distacco della placenta è molto probabile. Se l'emorragia non viene controllata, potrebbe essere necessaria la rimozione dell'utero (isterectomia).

Test e diagnosi

Gli esami che possono diagnosticare uno stato di distacco della placenta sono:

  • esame fisico del sito uterino
  • esami del sangue
  • ecografia

Trattamento

Purtroppo quando una placenta si stacca non è più possibile ricollegarla alla parete dell’utero.

Gli interventi terapeutici dipendono del periodo in cui avviene il distacco:

  • se il bambino non è prossimo alla nascita, bisogna valutare il grado di distacco della placenta e monitorare attentamente la salute del feto. In alcuni casi è utile il ricorso a farmaci che aiutino il regolare sviluppo dei polmoni del feto.
  • se il bambino è vicino alla nascita, può rendersi necessario un parto prematuro, con possibile ricorso a trasfusioni di sangue nei casi più gravi.

Di può prevenire il distacco della placenta?

Prevenire un distacco della placenta non è possibile.

L’unica cosa che si può fare è prestare attenzione a tutti i fattori di rischio e quindi:

  • controllare la propria condizione se si soffre di alta pressione
  • non fumare o fare uso di droghe durante la gravidanza
  • evitare di subire forti traumi addominali
  • farsi seguire attentamente se si è già sofferto di distacco della placenta in precedenti gravidanze

Argomenti: gravidanza Distacco della placenta
Missing | Pazienti.it
Rosolia

La rosolia è una malattia esantematica causata da un virus, noto come Rubivirus, appartenente alla famiglia dei Togaviridae. La rosolia si contrae per via aerea o tramite contatto diretto con...

Sindrome_delle_gambe_senza_riposo | Pazienti.it
Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione in cui le gambe provocano disagio, di solito la sera, mentre si sta seduti o sdraiati. Il paziente affetto percepisce il...

Missing | Pazienti.it
Sindrome fetale alcolica

La sindrome alcolica fetale è una malattia che colpisce il feto ed è in grado di causare difetti alla nascita, danni cerebrali, una crescita ridotta e anomalie della testa e...

Sintomi_e_cure_della_sciatalgia | Pazienti.it
Sintomi e cure della sciatalgia

La sciatalgia si manifesta con un intenso dolore che parte dal basso della schiena e raggiunge la gamba in alcuni casi fino al piede. I sintomi dolorosi della sciatalgia sono...

Stitichezza | Pazienti.it
Stitichezza

La stitichezza è una condizione molto comune che colpisce le persone di ogni età. Può causare difficoltà nell’espellere le feci, eccessivo sforzo o l’impossibilità di svuotare completamente l'intestino. La stitichezza...

Colestasi_gravidica | Pazienti.it
Colestasi gravidica

La gravidanza può presentare alcune complicazioni piuttosto rare, una di queste è la colestasi gravidica, che è ausata dalla presenza di bile nella circolazione sanguigna.

Ovaia | Pazienti.it
Ovaia

L'ovaia è un elemento perlaceo, di colore bianco e situato lungo la parete laterale del bacino in una regione chiamata fossa ovarica . La fossa di solito si trova sotto...

Missing | Pazienti.it
Il parto

Il parto è il culmine di una gravidanza, ovvero il periodo con l'espulsione di uno o più neonati lattanti da una donna.

Nausea | Pazienti.it
Nausea

La nausea è la sensazione di vomito e può essere acuta, di breve durata o prolungata. La nausea può avere cause fisiche o psicologiche.

Vasi_previi | Pazienti.it
Vasi previi

Una delle complicazioni meno comuni in gravidanza è rappresentata dai vasi previi, che si presentano quando uno o più vasi sanguigni placentari o del cordone del bambino attraversano il canale...