Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. 10 Malattie Che Causano Il Gonfiore Addominale Cmp 015

10 malattie che causano il gonfiore addominale

Redazione

Ultimo aggiornamento – 05 Giugno, 2018

10 malattie che causano il gonfiore addominale

Prima o poi tutti provano quel fastidioso gonfiore addominale che non sempre è causato dall’aver fatto un lauto pasto. Spesso, il gonfiore nella pancia può essere generato da meteorismo intestinale, ma anche aerofagia e diverse altre condizioni.

Vediamo quali sono le 10 principali cause del gonfiore addominale e soprattutto in quale modo i fermenti lattici probiotici possono aiutare a ridurre i sintomi della pancia gonfia e dura.

1) Intolleranza al lattosio

Gli alimenti caseari, quindi contenenti lattosio, come latte e gelato, possono causare sintomi quali:

  • Meteorismo
  • Dolore addominale
  • Gonfiore addominale dopo i pasti

La gravità di questi sintomi varia in base alla capacità del corpo di digerire uno zucchero del latte, noto come lattosio. Generalmente, non è una condizione che può avere gravi conseguenze, tuttavia è consigliabile evitare gli alimenti che contengono il lattosio.

Alcuni farmaci possono favorire la digestione, mentre i fermenti lattici probiotici permettono di riequilibrare il microbiota intestinale. L’intolleranza al lattosio non coincide con l’allergia alle proteine del latte, che consiste in una condizione che può avere conseguenze anche molto gravi.

2) Celiachia

Questa condizione consiste in una malattia autoimmune. Il corpo attacca il rivestimento interno dell’intestino, che fa parte del sistema digestivo, quando si introduce il glutine nell’organismo. Il glutine è una proteina presente in grano, orzo, segale e molti alimenti preconfezionati.

Il disturbo può causare:

  • Diarrea
  • Perdita di peso
  • Dolore addominale
  • Meteorismo cronico
  • Aria nella pancia

Non esiste cura e l’unico rimedio consiste nell’evitare i cibi che contengono tale proteina.

3) Cattiva alimentazione ed eccesso di carboidrati

I carboidrati sono considerati il carburante che il corpo può utilizzare rapidamente e in breve tempo. Tuttavia, troppi carboidrati possono causare ritenzione idrica. Infatti, più velocemente vengono assunti, più provocano la ritenzione dei liquidi.

I carboidrati semplici derivanti da alimenti come pane bianco, caramelle, pasticcini e bevande zuccherate, entrano in circolo immediatamente. Al contrario, i carboidrati complessi, come quelli contenuti in cereali integrali, frutta e verdura, impiegano più tempo per essere assimilati, perché prevedono tempi di digestione più lunghi.

Ecco perché l’alimentazione scorretta, caratterizzata principalmente da carni rosse e cibo spazzatura, può essere tra le cause principali dell’aria nello stomaco.

4) Sindrome premestruale

La sindrome premestruale è l’insieme dei sintomi che precedono il ciclo mestruale e può causare:

  • Stanchezza
  • Malessere generale
  • Mal di testa
  • Irritabilità
  • Aerofagia

Sebbene le esatte cause siano sconosciute, è molto probabile che siano dei problemi causati da uno scompenso ormonale. I rimedi per evitare l’aggravarsi dei sintomi sono:

  • evitare il consumo di alimenti molto salati;
  • evitare gli zuccheri;
  • evitare i carboidrati semplici;
  • bere molto;
  • evitare sostanze eccitanti.

5) Blocco intestinale

La maggior parte delle persone non ha regolarità intestinale e per questo di tanto in tanto può avvertire la sensazione di gonfiore causata dal blocco intestinale temporaneo. Le cause sono da ricercarsi in alcuni alimenti e bevande. Tuttavia, la costipazione, così come il blocco intestinale, possono essere causati da cambiamenti improvvisi nella dieta e stress.

I principali rimedi sono farmaci da banco e fermenti lattici probiotici che agiscono favorendo la proliferazione dei batteri intestinali buoni.

6) Pasti troppo frettolosi

Più velocemente si mangia, più aria si ingoia. Proprio come per le bevande gassate, una volta che l’aria passa attraverso l’intestino, può dare sintomi come aerofagia e pancia gonfia. Mangiare lentamente è molto importante, perché lo stomaco impiega circa venti minuti per inviare il segnale al cervello del senso di sazietà.

7) Colon irritabile

L’acronimo FODMAP indica i carboidrati che sono digeriti alla fine dell’intestino, che servono come nutrimento al microbiota intestinale, cioè ai batteri presenti nell’intestino.

Per alcune persone, il FODMAP può causare la sindrome del colon irritabile ma anche un accumulo di liquidi e di gas, dolore addominale e aria nella pancia. Questi carboidrati sono contenuti in:

  • frutta, pere, mango e pesche;
  • verdura, come asparagi e aglio;
  • cereali integrali, pasta integrale e pane di segale;
  • prodotti caseari.

8) Gastroenterite e influenza intestinale

La maggior parte delle volte è possibile trattare il gonfiore addominale con cure casalinghe e rimedi domestici, tuttavia, ci sono delle situazioni in cui è necessario andare dal medico curante. Bisogna contattare il medico quando si notano sintomi, come:

  • perdita di peso improvvisa;
  • febbre;
  • gonfiore addominale;
  • sangue nelle feci.

La gastroenterite e l’influenza intestinale sono delle patologie che richiedono un intervento di tipo medico e farmacologico, perché sono un’infiammazione del tratto intestinale che può interessare anche lo stomaco in gravi casi.

9) Malassorbimento

La sindrome da malassorbimento consiste in una serie di patologie caratterizzate da un assorbimento inadeguato delle sostanze nutritive. Il sintomo tipico del malassorbimento è la diarrea cronica. I rimedi consistono nell’individuazione delle cause che provocano tale sindrome e nella somministrazione degli integratori mancanti nell’organismo.

10) Stress

L’intestino è molto sensibile agli eventi quotidiani, in particolare alla sensazione di stress. Questo accade perché produce delle contrazioni più intense sulla muscolatura quanto è sotto sforzo. Lo stress, quindi, può essere la causa principale non solo della costipazione, ma anche del gonfiore addominale, dello stomaco gonfio e di disturbi come diarrea e acidità.

*Contenuto di informazione pubblicitaria.

Mostra commenti
Come distinguere le cozze fresche (da quelle contaminate)
Come distinguere le cozze fresche (da quelle contaminate)
Ustioni? Come calmare il bruciore (anche in modo naturale)
Ustioni? Come calmare il bruciore (anche in modo naturale)
Articoli più letti
Adenoma all’ipofisi: come riconoscerlo e curarlo (in tempo)
Adenoma all’ipofisi: come riconoscerlo e curarlo (in tempo)
Cibi diuretici: quali sono (e come assumerli)
Cibi diuretici: quali sono (e come assumerli)
Alcuni farmaci per le allergie potrebbero causare danni (soprattutto agli uomini)
Alcuni farmaci per le allergie potrebbero causare danni (soprattutto agli uomini)
Mammografia 3D, perché è così importante
Mammografia 3D, perché è così importante