Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Ciclo lungo e abbondante: quali sono le cause?

Ciclo lungo e abbondante: quali sono le cause?

Ultimo aggiornamento – 19 Febbraio, 2013

Con il termine “ciclo mestruale” si indica la ciclica perdita di sangue, che dura, mediamente, tra i 3 e i 7 giorni.

Questi periodi sono spesso caratterizzati anche da crampi e gonfiore.

Ma cosa provoca questi periodi insoliti?

La causa più comune di cicli mestruali anormali è uno squilibrio ormonale che di solito si verifica in ragazze adolescenti o in donne che si avvicinano alla menopausa.

Un’altra causa di forte sanguinamento può essere il fibroma uterino.

Solitamente si presenta intorno ai trenta e i quaranta anni e tende a sparire dopo la menopausa.

Anche i polipi della cervice possono essere una causa di ciclo mestruale lungo e abbondante.

Queste escrescenze piccole e fragili sono facili da eliminare, è sufficiente richiedere una visita ambulatoriale.

Infine un’altra causa possono essere i polipi endometriali, anch’essi curabili.

I polipi endometriali sono spesso causati da un eccesso di estrogeni e sono comuni dopo alcuni trattamenti.

Conoscere, quindi, la causa di un ciclo mestruale lungo e pesante può aiutare a trovare una cura e a non soffrire più

Mostra commenti
La quotidianità in casa di riposo. Intervista alla dott.ssa Mariangela Marchetti
La quotidianità in casa di riposo. Intervista alla dott.ssa Mariangela Marchetti
Le cause della cervicale
Le cause della cervicale
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Malattie croniche dell’intestino? La causa potrebbe essere nel sangue
Malattie croniche dell’intestino? La causa potrebbe essere nel sangue
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Come eseguire un massaggio rilassante alla testa
Come eseguire un massaggio rilassante alla testa
Avete sempre fame? Ecco i motivi più frequenti
Avete sempre fame? Ecco i motivi più frequenti