Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Malattie renali nei bambini: dai sintomi alla diagnosi

Malattie renali nei bambini: dai sintomi alla diagnosi

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

Malattie renali nei bambini, sintomi e diagnosi
Indice

Si sa, i reni svolgono un ruolo importantissimo per il nostro organismo. Agendo come sistema di filtraggio del corpo, aiutano infatti a controllare i livelli di acqua ed eliminare i rifiuti attraverso l’urina. Inoltre, aiutano a regolare la pressione sanguigna, la produzione di globuli rossi, e i livelli di calcio e sali minerali: a volte, anche per cause genetiche, questi organi fondamentali non svolgono correttamente le proprie funzioni, portando così a sviluppare malattie renali nei bambini e negli adulti.

Diversi disturbi renali possono essere diagnosticati prima della nascita attraverso test prenatali di routine. Altri disturbi, invece, possono apparire più tardi, con sintomi come infezioni del tratto urinario, problemi di crescita, o pressione alta (ipertensione). In alcuni casi, i problemi possono essere gravi e richiedere un trattamento chirurgico.

Iniziamo da principio: come funzionano i reni?

L’unità funzionale del rene è il nefrone. I reni eliminano i prodotti di scarto e l’acqua in eccesso, restituendo al flusso sanguigno le sostanze chimiche di cui il corpo ha bisogno (come sodio, fosforo e potassio). L’acqua in eccesso si combina con altri rifiuti per diventare urina, che scorre attraverso tubi sottili chiamati ureteri che arrivano alla vescica, dove l’urina rimane finché non esce attraverso l’uretra.

I reni producono tre ormoni importanti:

  1. Eritropoietina, che stimola il midollo osseo a produrre globuli rossi
  2. Renina, che aiuta a regolare la pressione sanguigna
  3. Di-idrossivitamina D, forma attiva della vitamina D

L’insufficienza renale si verifica quando la funzionalità renale si riduce e ciò può causare accumuli di rifiuti e sostanze tossiche nel sangue: può essere acuta (improvvisa) o cronica (accade nel corso del tempo e di solito è permanente).

Il danno renale acuto (insufficienza renale acuta) può essere dovuto a un’infezione batterica, lesioni, shock, insufficienza cardiaca, avvelenamento o overdose. Il trattamento prevede la correzione del problema che ha portato al danno renale.

L’insufficienza renale cronica, invece, comporta un deterioramento della funzione renale nel tempo. L’obiettivo del trattamento è quello di rallentare il declino della funzione renale con i farmaci, controllo della pressione arteriosa, e della dieta.

Malattie renali nei bambini: ecco le più comuni

Le malattie renali più comuni nei bambini presenti sin alla nascita sono:

  1. Ostruzione della valvola uretrale posteriore: l’ostruzione dell’uretra colpisce solo i maschi. Può essere diagnosticata prima della nascita, o subito dopo, ed è trattata con un intervento chirurgico.
  2. Idronefrosi fetale: è l’ingrossamento di uno o entrambi i reni, causato da una ostruzione del tratto urinario o da una condizione chiamata reflusso vescico ureterale, in cui l’urina scorre anormalmente all’indietro dalla vescica negli ureteri. L’idronefrosi fetale è di solito diagnosticata prima della nascita.
  3. Malattia del rene policistico: condizione in cui molte cisti, piene di liquido, si sviluppano in entrambi i reni. Le cisti possono moltiplicarsi fino a portare insufficienza renale. La maggior parte delle forme sono ereditate.
  4. Acidosi tubulare renale: caratterizzata dall’accumulo di acidi nel sangue. Può causare calcoli renali e influenzare la crescita di un bambino.
  5. Tumore di Wilms: cancro infantile del rene, di solito, diagnosticato entro i primi 2 anni di vita.
  6. Glomerulonefrite: si tratta di un’infiammazione dei glomeruli, parti dei nefroni che contengono piccoli vasi sanguigni. Può influenzare la capacità del rene di filtrare rifiuti e può portare a gonfiore, sangue nelle urine, e riduzione della produzione di urina.
  7. Sindrome nefrosica: il corpo perde grandi quantità di proteine attraverso l’urina, di solito a causa di disfunzioni dei nefroni. La maggior parte dei casi sono diagnosticati dopo il primo anno di età.
  8. Disturbi congeniti delle vie urinarie: si verificano quando, durante la gestazione, parte del tratto urinario si sviluppa con dimensioni anormali. Ciò può portare a duplicazione degli ureteri.
  9. Ipertensione: la pressione del sangue è sotto controllo renale. Possono essere molte le cause che provocano ipertensione nei bambini, tra cui le malattie renali sopra elencate e l’obesità.
  10. Calcoli renali: sono iI risultato della formazione di sali cristallizzati e minerali, come il calcio, nel tratto urinario. I calcoli renali di grandi dimensioni possono bloccare il rene o l’uretere causando forti dolori addominali. Talvolta, i primi sintomi sono dolore e sangue nelle urine.
  11. Nefrite: è un’infiammazione del rene. Può essere causata da infezioni o malattie autoimmuni (come il lupus). I primi sintomi di nefrite di solito sono alti livelli di proteine e sangue nelle urine.
  12. Infezioni del tratto urinario: sono di solito causate da batteri, come Escherichia Coli. Si verificano soprattutto nel tratto urinario inferiore (nella vescica e l’uretra) e possono causare dolore durante la minzione e febbre.

Quali sono i sintomi più frequenti dei problemi renali nei bambini?

I segni e i sintomi di problemi del tratto urinario o di malattie renali possono comprendere:

  • febbre
  • gonfiore intorno agli occhi, viso, piedi e caviglie (edema)
  • bruciore o dolore durante la minzione
  • aumento della frequenza della minzione
  • difficoltà a controllare la minzione nei bambini
  • sangue nelle urine
  • ipertensione arteriosa

Come si effettua la diagnosi di problemi renali?

L’eventuale screening diagnostico cambia in relazione al problema sospettato. Gli esami possono comprendere:

  • Esame delle urine
  • Esami del sangue
  • Monitoraggio della pressione arteriosa
  • Biopsia renale per valutare la funzionalità renale
  • Raggi X standard

E ancora:

  • Ecografia renale
  • Tomografia computerizzata (TAC)
  • Scansione nucleare renale (che utilizza materiale radioattivo iniettato in vena)
  • Svuotamento cistouretrogramma (utilizzato per valutare la vescica e gli ureteri per vedere se c’è un ostacolo o un reflusso di urina dalla vescica ai reni).

Abbiamo visto le malattie, i sintomi e la diagnosi. Manca solo un semplice ma utile consiglio: ascoltate vostro figlio, per prevenire e curare al meglio le patologie legate al malfunzionamento dei reni.

*Contenuto di informazione pubblicitaria.

Mostra commenti
Colpo di calore e collasso: come prevenirlo?
Colpo di calore e collasso: come prevenirlo?
Come curare la follicolite?
Come curare la follicolite?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Il gruppo sanguigno 0 spiegato nei dettagli
Il gruppo sanguigno 0 spiegato nei dettagli
Angioma al fegato: cos’è e come si cura
Angioma al fegato: cos’è e come si cura
I segreti per stare bene
I segreti per stare bene
Arsenico nei cereali dei bambini e nell’acqua potabile: è un rischio reale?
Arsenico nei cereali dei bambini e nell’acqua potabile: è un rischio reale?