Risposta a cura di: Susanna Elena Violanti

E' un problema psicologico l'ansia associata a sintomi multipli?

"Salve, sono un ragazzo di 22 anni ed è da qualche mese che sono iniziati alcuni sintomi. Prima di tutto, in alcune giornate sono preso da minzione frequente (ogni due ore o ogni ora o raramente anche meno): è un'urina molto molto limpida; qualche settimana dopo, assieme a questi attacchi è subentrata l'insonnia, non come difficoltà ad addormentarmi ma come una netta riduzione delle mie ore di sonno (da 9 o addirittura 10 spontanee a 7 e man mano anche meno); in concomitanza con l'insonnia infine è arrivato uno strano senso che ho scoperto dopo essere quello di 'derealizzazione' tipico degli stati d'ansia. Dapprima ho fatto analisi del sangue (semplice emocromo) e poi urinocoltura, visita urologica e visita neurologica. In pratica da tutto ciò non è venuto fuori nulla. Tutti però mi hanno parlato di ansia, così mi sono rivolto ad uno psicologo che ha confermato la tesi. Il fatto è che anche in giornate in cui non sento nè ansia, nè stress ho episodi di minzione frequente, derealizzazione e l'insonnia non è mai andata via, anzi per qualche giorno è stata anche eccessiva, facendomi svegliare molte volte durante la notte e sognare intensamente. Ponendo comunque il caso che tutto ciò sia davvero ansia, ultimamente ho avuto un ultimo sintomo, ovvero quello di una sensazione di freddo, non quello tipico dell'influenza, ma freddo accompagnato da brividi; inoltre ho spesso piedi e mani freddi e quando invece sia piedi che mani sono caldi, ma in particolare quando sono coperto, toccando il resto del corpo sento che è freddo (o semplicemente più fresco). Ora, dato che le analisi del sangue le ho fatte poco più di un mese fa, è consigliabile che le rifaccia oppure ci sono altre visite che sarebbe consigliato che io facessi? P.s. nella mia ignoranza ho sospettato anche possibili allergie, dal momento che in alcuni momenti della giornata mi viene da starnutire, producendo muco incolore (in particolare la mattina e la sera e alcune volte dopo pranzo). Vi ringrazio in anticipo."

Buonasera,

i primi passi dunque sono stati già fatti escludendo cause organiche, ed anche il ricorso allo psicologo è stato senza dubbio adeguato.

I sintomi però non passeranno subito sopratutto se non trattati. Il lavoro psicologico è caldamente consigliato ma ha un effetto a lungo termine, se l'insonnia e gli altri disturbi sono diventati davvero un problema ti consiglio di chiedere al medico di base o ad un medico psichiatra un aiuto farmacologico.

Cordialità

Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer


Risposta a cura di:
Non hai trovato la risposta che cercavi?
Fai la tua domanda

Iscriviti e ricevi tanti consigli di salute

Iscriviti con il tuo indirizzo e-mail

Oppure tramite Facebook

Contenuti correlati

Terapia per l'insonnia

Lo psicologo può intervenire con un percorso terapeutico per aiutare il paziente a sconfiggere il disturbo dell'insonnia.

Leggi tutto
Insonnia

L'insonnia è la percezione di un sonno insufficiente o di scarsa qualità. Contrariamente ad alcune credenze popolari, l'insonnia non è definita dalla quantità totale di sonno o da quanto tempo...

Leggi tutto
Sonno

Il sonno è una condizione caratterizzata da una sospensione temporanea dello stato di coscienza durante la quale l'organismo recupera energia.

Leggi tutto
Parasonnie

Si presume che questi disturbi siano ereditati geneticamente, perché presentano una radice neurologica, ma possono anche essere causati da alcuni trattamenti farmacologici.

Leggi tutto
Ritmo circadiano

Il ritmo circadiano è un processo biologico che dipende da un sistema endogeno.

Leggi tutto
Melatonina

La melatonina è un ormone prodotto dalla ghiandola pineale, che si trova nel cervello. La melatonina aiuta a controllare il ciclo del sonno e della veglia. Piccole quantità di questo...

Leggi tutto
Ansia

L’ansia è una sensazione di disagio, pari alla preoccupazione o alla paura, che può essere leggera o grave. Tutti provano sensazioni di ansia ad un certo momento della vita. A...

Leggi tutto
Ansia da separazione

L'ansia da separazione è un disturbo che si sviluppa nell'infanzia ed è dovuto alla paura costante ed eccessiva di un'eventuale separazione dai propri genitori.

Leggi tutto
Attacchi di panico

Un attacco di panico è un’ondata improvvisa di forte ansia e paura. Il cuore inizia a battere più velocemente e respirare diventa difficile. È possibile sentirsi come se si stesse...

Leggi tutto
Corso di sensibilizzazione e di informazione sui corretti stili di vita

Un corso di sensibilizzazione e di informazione sui corretti stili di vita viene tenuto dallo specialista psicologo al fine di modificare stili di vita potenzialmente dannosi per la propria salute.

Leggi tutto
Yoga

Lo yoga è un particolare tipo di pratica medica che riunisce discipline fisiche e mentali per raggiungere tranquillità del corpo e della mente, aiuta a rilassarsi e gestire lo stress...

Leggi tutto
Disturbo da alimentazione incontrollata

Il disturbo da alimentazione incontrollata è una malattia mentale caratterizzata da episodi ricorrenti di abbuffate che l’individuo compie senza sforzarsi.

Leggi tutto
Tranquillanti o Ansiolitici

Gli ansiolitici sono una categoria di psicofarmaci utilizzati per attenuare e curare diversi disturbi dovuti a sensazioni di ansia e di angoscia.

Leggi tutto
Angoscia

L'angoscia è uno stato psichico cosciente di ansietà e sofferenza, che rappresenta una paura senza nome e le cui cause e origini non sono dirette o immediatamente individuabili.

Leggi tutto
Desipramina

E’ un farmaco usato nel trattamento della depressione. Si tratta di un antidepressivo triciclico che ha la funzione di aumentare l’attività di alcune sostanze chimiche del cervello aiutando a migliorare...

Leggi tutto
Farmaci adrenergici

I farmaci adrenergici, noti anche come farmaci simpaticomimetici, sono medicinali che stimolano il sistema nervoso simpatico (SNS), che fa parte del sistema nervoso autonomo (SNA).

Leggi tutto
Xanax

Lo Xanax è indicato nel trattamento del disturbo da attacchi di panico quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio.

Leggi tutto
Alessitimia

Conosciuta anche come alexitimia, si tratta di un disturbo psicologico che consiste in un deficit della consapevolezza emotiva.

Leggi tutto
Fiori di Bach

I fiori di Bach sono un elenco, scritto nel 1930 da un omeopata inglese, Edward Bach, di piante selezionate, che vengono utilizzate per “curare” i diversi stati d'animo di una...

Leggi tutto
Brividi

I brividi sono sensazioni di freddo accompagnata da lievi tremori. I brividi sono spesso legati alla febbre alta, superiore a 38°C.

Leggi tutto
Sensazione di freddo

La sensazione di freddo è quella sensazione di intorpidimento che può interessare i nostri arti.

Leggi tutto
Cistite maschile (uomo)

Le infezioni delle vie urinarie (dette anche UTI, ossia Infezioni del Tratto Urinario) sono causate nella maggior parte dei casi da batteri che provengono dal proprio intestino. Sebbene all’interno dell’intestino...

Leggi tutto
Disfunzioni vescicali

Per disfunzioni vescicali si intendono tutti i disturbi e le patologie del tratto urinario causa di incontinenza urinaria, ritenzione urinaria e frequente bisogno di urinare.

Leggi tutto
Minzione frequente

La minzione frequente può essere dovuta a disfunzioni correlate ad un aumento del volume totale di produzione di urina.

Leggi tutto

Risposte simili