Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Botulino Blefarospasmo

Per curare un blefarospasmo funziona il botulino?

Buongiorno, sono stata appena dimessa da un istituto neurologico dove ho fatto degli accertamenti, per fortuna tutti negativi; solo con l'EMG facciale mi è stato riscontrato un blefarospasmo sx da ricontrollare fra 3 mesi con un'altra EMG. Però leggendo ora sono venuta a conoscenza che un buon rimedio per questo disturbo è l'iniezione di botulino: funziona? Quanto può costare?

Prima di rispondere vorrei porre delle domande: tra gli accertamenti risultati negativi è stata effettuata una RMN encefalo con AngioRisonanza per studio dei vasi intracranici allo scopo di escludere la presenza di un conflitto neurovascolare alla base dello spasmo? Hai già effettuato una terapia farmacologica di altro tipo con esito negativo? Hai avuto una paralisi del facciale pregressa nelle stessa sede dello spasmo? In definitiva ti è stato possibile identificare la causa che determina il sintomo "spasmo"? Detto questo l'iniezione con tossina botulina ha l'indicazione in queste sintomatologie e rappresenta un sintomatico, nel senso che tratta il sintomo "spasmo", a prescindere dalla causa. Ha una durata limitata nel tempo sia perchè l'entità dell'effetto di ogni singola iniezione decade nel tempo, rendendo necessaria la ripetizione dell'iniezione ogni tre/sei mesi, sia perchè con il tempo si può creare una "resistenza" all'effetto della tossina di per sè, rendendo ogni successiva iniezione sempre meno efficace.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giovanna Bellini
Dr.ssa Giovanna Bellini
Livorno - Viale Alfieri
Altre risposte di questo specialista
Paresi improvvisa a un braccio: cosa fare?
La rachicentesi e la elettromiografia con velocità di conduzione possono essere derimenti, fatta la diagnosi ad esempio nelle CIDP le terapia sono su base immunomodulante,...
Mal di testa e vertigini: quali le cause?
I sintomi e la durata sono apsecifici e non derimenti, per quanto si possa rispondere con queste poche notizie anamnestiche va valutata la eventuale presenza...
Paralisi periferica del nervo facciale: si può recuperare?
I neurinomi del VII nascono a diversa localizzazione, intratemporali ed extracranici, i più frequenti, ed i neurinomi intracranici molto rari. Originano dalle cellule...
Miastenia e crisi respiratorie: cosa fare?
I farmaci "immediati" per crisi respiratorie sono essenzialmente i broncodilatatori...ma in questo caso sarebbero utili se le crisi fossero attacchi di asma; nel caso di...
Febbre e mal di testa: cosa può essere?
Un mal di testa come quello che descrivi è compatibile con la situazione di base di tuo padre, la febbre, inoltre,...
Vedi tutte
Risposte simili
Idrocefalo nel bambino: che cosa significa?
L'idrocefalo è determinato da un accumulo patologico di liquido cefalorachidiano o liquor nelle cavità cerebrali denominate ventricoli. Ciascun individuo produce normalmente tale...
Sclerosi multipla: cos'è la CCSVI?
La CCSVI di cui mi parli è l’acronimo di Insufficienza Venosa Cronica Cerebro-Spinale.La CCSVI è una patologia vascolare caratterizzata da stenosi venose di varia...
Diagnosi di sclerosi multipla: come si esegue?
In genere, se i disturbi neurologici sono di una certa importanza, si va dal medico curante o in alcuni casi, se l’esordio è stato acuto,...