Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cisti Al Pancreas

Quali conseguenze comportano le cisti al pancreas?

Ho scoperto di avere delle cisti al pancreas e volevo sapere quali potrebbero essere le conseguenze di queste formazioni. Grazie.

Gentile paziente,

la domanda è troppo generica per poter rispondere in maniera personale. In sintesi, le lesioni cistiche del pancreas possono essere benigne (pseudocisti e cistoadenoma sieroso) o borderline/maligne (cistoadenoma e cistoadenocarcinoma mucinoso, neoplasie papillari mucinose intraduttali o IPMN, tumore pseudopapillare-solido del pancreas).

Le neoplasie maligne richiedono un intervento chirurgico di resezione pancreatica, praticabile però, solo quando la malattia è confinata al pancreas.

Se, come immagino, ti riferisci ad una patologia benigna, nel caso delle pseudocisti devi prendere in considerazione l'intervento chirurgico (pseudocistostomia ossia, collegamento della pseudocisti con lo stomaco o con il piccolo intestino); in caso di sintomi, in genere causati dalla compressione su altri organi esercitata da lesioni cistiche di notevoli dimensioni.

In caso di cistoadenoma sieroso, devi innanzitutto seguire un protocollo di sorveglianza radiologica regolare (ecografia, TC, RMN) finalizzato a cogliere per tempo aspetti di malignità inizialmente assenti, dovuti non tanto alla trasformazione del cistoadenoma sieroso, quanto piuttosto ad un errore diagnostico iniziale.

Ovviamente, anche il cistoadenoma sieroso, se di grandi dimensioni, può essere sintomatico e rendere necessario un intervento chirurgico, che sarà di resezione pancreatica. Ovviamente, in caso di dubbio di malignità, sussiste ugualmente l'indicazione alla resezione pancreatica.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Domenico Labonia
Dr. Domenico Labonia
(4)
Verona - Viale del Commercio, 10, Verona, VR, Italia
Altre risposte di questo specialista
Rigonfiamento post intervento ernia inguinale: cosa potrebbe essere?
Gentile Paziente, generalmente dopo gli interventi di alloplastica inguinale (plastica con rete protesica), come quello secondo Liechtenstein, il liquido sieroematico che si produce durante l'intervento...
Bendaggio gastrico: provoca debolezza?
Gentile Paziente,il comune senso di debolezza (astenia), dopo gli interventi di chirurgia dell'obesità, si verifica tipicamente per il drastico cambiamento dello stile alimentare, soprattutto...
Intervento riduzione stomaco: quanto costa?
Gentile Paziente, devi sapere che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) riconosce l'obesità come vera e propria patologia, a sua volta causa di malattie strettamente correlate...
Ernia inguinale: che cosa fare?
Gentile Paziente, per il trattamento dell'ernia inguinale, non esistono alternative alla chirurgia. Peraltro, le dimensioni sono un criterio piuttosto relativo,...
Intervento di chirurgia bariatrica: quando è consigliato?
Gentile Paziente, il tuo BMI (body mass index) ti classifica nella fascia dei pazienti che possono avvalersi della chirurgia bariatrica. La chirurgia bariatrica segna l'inzio...
Vedi tutte

Risposte simili

Asportazione di polipi durante la gastroscopia: è possibile?
La gastroscopia è fondamentalmente un esame diagnostico endoscopico attraverso il quale il medico osserva il tratto superiore dell'apparato digerente per valutare se esistano lesioni responsabili...
Chirurgia ortogantica: che cos'è?
Quando senti parlare di chirurgia ortognatica, o chirurgia dei mascellari, ci si riferisce ad uno dei principali settori della chirurgia maxillo-facciale che permette la correzione...
Calcoli alla colecisti senza coliche: com'è possibile?
I calcoli alla colecisti, detta anche cistifellea, non sono sempre sintomatici, però possono causarti dolore se si spostano fino ad ostruire il deflusso biliare procurando...