Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cos E Il Linfedema

Cos'è un linfedema e cosa può causarlo?

Mi è stato diagnosticato un linfedema. Vorrei avere maggiori informazioni sulla patologia, ed in particolare su ciò che lo causa.

Se il flusso linfatico subisce dei rallentamenti, i tessuti si intossicano e la linfa che ristagna impregna le cellule, creando una situazione di allagamento che dà così origine al linfedema. Si tratta di una stasi cronica della linfa nella zona cutanea e sottocutanea delle estremità, che si manifesta con un gonfiore che colpisce generalmente arti superiori ed inferiori. Dalle informazioni esigue che mi dai non si evince se si tratta di un linfedema primario o secondario. Se ti è stato diagnosticato un linfedema primario, potrebbe essere presente fin dalla nascita(caso raro)o potrebbe essere comparso nell’arco della vita. I linfedemi secondari invece possono essere distinti in post-chirurgici, causati da terapia radiante, post-traumatici, successivi a patologie dei vasi linfatici o ad attacco di parassiti. Possono però avere una componente linfangiopatica anche le sindromi post-trombotiche. Nei linfedemi secondari, in particolare per le forme post-traumatiche e successive a patologia dei vasi linfatici, ma anche quelle conseguenti a chirurgia e/o radioterapia, si riscontra quasi sempre una predisposizione costituzionale. Nelle donne il tumore al seno può avere, tra le sue conseguenze, il linfedema di uno degli arti superiori.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Assunta Gennarelli
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Milano - Via De Amicis, 30
Altre risposte di questo specialista
Alterazioni artrosiche a livello della sinfisi pubica: cosa vuol dire?
Posso dirti che con alterazioni artrosiche si intendono gli iniziali segni di usura di un osso. La sinfisi pubica è...
Morfina per dolori cervicali e lombosacrali: è corretto?
La morfina è un farmaco oppioide esogeno di estrazione vegetale, ricavato dal Papaver somniferum. Viene somministrata per trattare il dolore cronico-oncologico, post operatorio e...
Rottura dei tendini della caviglia: è possibile una ripresa completa?
Le lesioni di III grado, ovvero la rottura completa del legamento, prevedono la terapia chirurgica seguita da periodo di immobilizzazione. Tanto l'entità...
Iperidrosi: che cos'è e come si può curare?
La secrezione del sudore è regolata da stimoli nervosi provenienti da una parte del sistema nervoso vegetativo (sistema nervoso simpatico). Nei casi in cui si...
Fibroscopia laringea: di che cosa si tratta?
Posso dirti che si tratta di una procedura indolore che permette al medico di ispezionare la laringe e le corde vocali. Per...
Vedi tutte
Risposte simili
Sindrome di Churg-Strauss: cosa fare?
Per sindrome di Churg-Strauss, si intende un tipo di vasculite sistemica dei piccoli vasi. I sintomi e i segni clinici presentano sinusopatia, asma...
Cure termali: si possono fare in caso di trombosi venosa?
Il caldo può essere responsabile di gonfiore. Se poi la trombosi è dovuta ad una coagulopatia congenita, cioè ad una eccessiva tendenza alla coagulazione di...
Morbo di Raynaud: cosa fare?
Il morbo di Raynaud è una patologia funzionale, vuol dire che non c'è un danno fisico della circolazione come nell'arteriosclerosi, ma...