Risposta a cura di: Dr. Marcello Sergio

In che cosa consiste la tecnica PCEA?

"Sento spesso parlare di PCEA: come può essere definita questa tecnica?"

È una tecnica che permette alle donne di gestire il proprio dolore durante il parto attraverso il rilascio di anestetico premendo un pulsante (analgesia epidurale controllata dalla paziente).

Il rilascio di quantità predefinite (“boli”) di anestetico, rispetto alla infusione continua, determinerebbe un miglior blocco sensoriale spinale.

Sono state messe a punto alcune pompe che consentono l’infusione automatizzata di anestetico (5ml ogni 30 minuti) con la possibilità di autogestione da parte della madre.

L’utilizzo di questa tecnica autogestita durante il travaglio consentirebbe di utilizzare una minore quantità di anestetico locale e migliorerebbe la soddisfazione delle pazienti che otterrebbero in prima persona il controllo del proprio dolore.

Sono allo studio alcuni sistemi computerizzati basati su algoritmi che consentano di superare alcune difficoltà come ad esempio la possibilità che venga attivato il rilascio del farmaco premendo accidentalmente il pulsante, mandando in circolo una maggiore quantità di anestetico.

L’evoluzione delle tecniche anestesiologiche è quindi finalizzata a rendere sempre più l’esperienza del parto “fisicamente” accettabile e non traumatizzante, come spesso viene riferito dalla neo-mamma.

Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer


Risposta a cura di:
Non hai trovato la risposta che cercavi?
Fai la tua domanda

Iscriviti e ricevi tanti consigli di salute

Iscriviti con il tuo indirizzo e-mail

Oppure tramite Facebook

Risposte simili