Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dolore Rapporti Sessuali

Cosa fare in caso di dolore durante i rapporti sessuali?

Sono una ragazza di 19 anni e da alcuni mesi ho problemi ad avere rapporti sessuali. Ho fatto sesso per la prima volta a 15 anni e dopo poco tempo ho smesso di farlo, perché ho iniziato ad averne paura. Da quest'estate, frequento un ragazzo e sono riuscita a lasciarmi andare con lui, il problema è che già dalla seconda volta in cui abbiamo fatto sesso ho iniziato a sentire dei dolori fortissimi. La ginecologa mi ha detto che avevo un taglio in quel punto chiamato "forchetta", mi ha dato una crema da applicare e ha detto che dopo pochi giorni il problema sarebbe stato risolto. Ho seguito le sue istruzioni, ma quando poi ci ho riprovato, ho sentito di nuovo dolore. Prima di tornare dalla dottoressa ho aspettato un po' di tempo, provando più volte ad avere un rapporto, ma non riuscendoci mai. Al momento della penetrazione sento un bruciore lancinante e ho la sensazione di essere "chiusa" come se niente potesse entrare. Tornata dalla dottoressa, mi ha dato una crema in cannule da applicare per 10 giorni, dicendomi che il mio problema era un'ipersensibilità del collo dell'utero. Ho terminato la cura, ma appena ho provato ad avere nuovamente un rapporto, sono stata di nuovo male. Per me adesso è diventato impossibile fare sesso, sia per il dolore, sia per la paura del dolore stesso. Non ho mai avuto questi sintomi prima d'ora e non so più a chi rivolgermi e come sia possibile curare la cosa. Vi ringrazio per l'attenzione.

Il problema che hai si chiama vaginismo, probabilmente su base psicologica, legata ad una tensione psicologica.
 
Il mio consiglio è di parlarne assolutamente con una persona competente in modo da risolvere la situazione. In genere, più si insiste e più si aumentano le problematiche, creando un circolo vizioso. 

Per superare transitoriamente il problema, puoi usare un gel intimo durante il rapporto.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Luigi Cetta
Dr. Luigi Cetta
Roma - P.LE DELL`UMANESIMO, 10
Risposte simili
Irsutismo: di cosa si tratta?
Per irsutismo, si intende una condizione caratterizzata dall’anomala presenza di peluria terminale (grossa, ruvida e pigmentata che prima della pubertà è presente solo a livello...
Prolattina alta: quali sono le cause e le conseguenze?
Buongiorno,la prolattina è un ormone, normalmente prodotto dall'ipofisi, che ha la funzione di stimolare la produzione di latte nelle donne dopo la gravidanza...
Isterectomia: che cos'è?
L'isterectomia è l'asportazione chirurgica dell'utero. L'isterectomia è indicata quando la patologia uterina o quella di strutture vicine (come le ovaie) non permette...
Altre risposte di questo specialista
Prolattina alta: si può avere una gravidanza?
Che devi usare il Dostinex per diminuire i livelli di prolattina. Se hai un distiroidismo, devi usare l'Eutirox. Chiedi consiglio al tuo specialista...
Diabete gestazionale: come si cura?
La curva da carico è lievemente alterata, in particolare ai 60'. Le 10 UI di Humalog sono esagerate, ma qualcosa va fatta. Occorre...
Chiusura delle tube: cosa comporta?
La chiusura delle tube comporta l'impossibilità irreversibile di avere figli. Puoi chiedere ulteriori spiegazioni ad uno specialista. 
Dilatazione alla 28esima settimana: cosa fare?
È fondamentale eseguire una cervicometria con funneling. Il rischio è di partorire prima, rivolgiti ad un gruppo parto III livello per la TIN. Non...
Tachicardia durante il ciclo: è normale?
Sì, la tachicardia in periodo premestruale è un fenomeno psicosomatico. Non preoccuparti. 
Vedi tutte