Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Perche E Importante Controllare I Nei

Perché è importante controllare i nei?

Ho 3 nei abbastanza grossi in diverse parti del corpo e il mio medico di base mi ha detto che sarebbe meglio se li facessi controllare ogni tanto da uno specialista. Per quale motivo è così importante controllare i nei?

Un neo è una lesione pigmentata benigna della pelle che va fatta controllare periodicamente per assicurarsi che non si tratti di un melanoma cutaneo.

Può insorgere su un neo presente da tempo (anche dalla nascita), ma può comparire anche su una zona della pelle in precedenza normale.

All’inizio, il melanoma può sembrare un neo comune, ma a differenza di questo, il tumore si accresce progressivamente cambiando forma, dimensione e colore (nei bambini e negli adolescenti però la crescita e la comparsa dei nei sono avvenimenti normali; solamente in rari casi il melanoma compare prima dei 20 anni).

Ogni persona adulta quindi deve esaminare periodicamente i propri nei dedicando all’autoesame della pelle qualche minuto almeno una volta ogni 3 mesi. Facendo ciò, devi domandarti se il “neo” dall’ultimo autoesame è aumentato di dimensioni, ha cambiato forma, ha cambiato colore. In caso di risposta positiva, anche ad una sola di queste domande, è assolutamente necessario rivolgersi al proprio medico, che se lo riterrà opportuno, consiglierà una visita dermatologica.

Nell’uomo, la sede più colpita dal melanoma è il tronco, mentre nella donna è l’arto inferiore: queste 2 parti del corpo devono quindi essere osservate con particolare attenzione.

Il controllo dei nei va fatto ogni anno dal dermatologo, soprattutto se hai carnagione chiara, capelli biondi o rossi, la tendenza a scottature solari e un numero di nei superiore a 10.

Come punto di riferimento è bene tenere presente la regola "ABCDE" per il controllo dei nei, che indica le caratteristiche che rendono un neo più a rischio di trasformazione: 
  • A (asimmetria del neo)
  • B (bordo irregolare)
  • C (colore policromo)
  • D (diametro superiore ai 6 mm) 
  • E (evoluzione). 
Tieni sotto controllo questi 5 fattori, è molto utile nella prevenzione del melanoma.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Marco Gigantesco
Dr. Marco Gigantesco
Livorno - VIA MONTEBELLO, 102
Risposte simili
Gradi delle ustioni: come vengono definiti?
Si distingue tra ustioni superficiali e profonde: le prime sono epidermiche e guariscono autonomamente, mentre le seconde possono compromettere la sopravvivenza del paziente e in...
Ustioni in un bambino: come sapere se stanno guarendo bene?
Le ustioni sono il risultato di un contatto con agenti termici o chimici. La conseguenza è un danno ai tessuti cutanei, con gravità progressiva,...
Trattamento di ossigenoterapia per il viso: cos'è?
L'ossigenoterapia di cui mi parli è un trattamento che prevede l'introduzione di ossigeno ad alta concentrazione nell'organismo attraverso iniezioni intradermiche, sottocutanee, endovenose o...
Altre risposte di questo specialista
Ittiolo: potrebbe far guarire un foruncolo?
Sì, l'ittiolo può essere utilizzato per far guarire foruncoli.Un saluto
Prurito e macchia rossa: cosa potrebbe essere?
Difficilmente si tratta di fuoco di Sant'Antonio che si presenta con differenti caratteristiche.
Referto esame istologico di un neo: come si interpreta?
Si tratta di una forma di neoplasia che necessita di essere seguita accuratamente. Il mio consiglio è di rivolgerti ad un servizio di oncologia dermatologica. 
Colore dei capelli: da che cosa dipende?
Il colore dei capelli è determinato dal tipo di pigmentazione melanica e dalla sua concentrazione.
Peluria dei bambini: può essere trattata?
Occorre valutare caso per caso, occorre stabilire se si tratta di una ipertricosi isolata o se si tratta ad esempio di una pubertà precoce. Il...
Vedi tutte