Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Si Puo Guarire Da Un Tumore Al Cervello

Si può guarire da un tumore al cervello?

Mio marito ha scoperto di avere un tumore al cervello, ha qualche possibilità di guarire?

Dipende dalla dimensione della malattia di tuo marito e dalla possibilità di radicalità chirurgica (parlando ovviamente di tumori maligni del cervello).

Le possibilità prognostiche sono in relazione alla diagnosi; cioè dipende dal tipo di neoplasia cerebrale e dal grado di malignità, eventualmente anche dagli studi genetici relativi alla lesione se è responsiva o no alle terapie.

Di sicuro, è utile una biopsia o una cito-riduzione chirurgica a seconda delle dimensioni e della sede anatomica, se la problematica è intracerebrale o extra cerebrale e se vi è un indirizzo diagnostico radiologico.

Da questo punto si parte per la diagnosi e prognosi e quindi anche eventuale grado di sopravvivenza. Tutto ciò può andare dalla completa guarigione ad una prognosi severa anche con terapie adiuvanti. Sarebbe utile avere una descrizione radiologica per capire almeno di cosa si tratti. 

Le terapie adiuvanti (chemioterapia, radioterapia, ipertermia) consentono di migliorare la possibilità di eradicazione completa.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
Roma - VIA F.A.GUALTERIO, 127
Risposte simili
Parestesia muscoli post-operatoria: cosa fare?
Buongiorno, non ti hanno fatto degli accertamenti radiologici nell'immediato post operatorio? Prova a parlare con il neurochirurgo che ti ha...
Crisi atoniche e idrocefalo con impianto: cosa fare?
Potrebbe dipendere anche dal motivo della DVP e capire se le crisi, vista la terapia, siano di tipo comiziale oppure no. Per questo però ci...
Risultati risonanza magnetica cervicale: cosa indicano
Buongiorno, lo slargamento focale del canale ependimale potrebbe non avere rilevanza clinica. Purtroppo mi è impossibile darti una risposta esaustiva senza conoscere la clinica e...
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte