icon/back Indietro Esplora per argomento

Aceto di mele per dimagrire: funziona davvero?

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ultimo aggiornamento – 09 Marzo, 2023

Scopriamo se l'aceto di mele fa dimagrire

L'aceto di mele è un prodotto molto versatile che viene utilizzato non solo in cucina, ma anche come rimedio naturale per molti disturbi, tra cui il sovrappeso e l'obesità.

Molti sostengono che l'aceto di mele possa aiutare a dimagrire grazie alle sue proprietà brucia grassi, ma è importante capire se queste affermazioni sono basate su evidenze scientifiche.

Cerchiamo, dunque, di indagare l'efficacia dell'aceto di mele per dimagrire e come usarlo correttamente.

Aceto di mele per dimagrire: mito o realtà?

L'aceto di mele è stato studiato per le sue proprietà brucia grassi e dimagranti, ma finora non ci sono prove scientifiche concrete che dimostrino la sua efficacia.

Tuttavia, alcuni studi hanno suggerito che l'acido acetico presente nell'aceto di mele potrebbe aiutare a ridurre l'appetito e il consumo di cibo.

Da questo punto di vista, è stato dimostrato che l'acido acetico può aumentare l'ossidazione dei grassi, ovvero la capacità del corpo di utilizzare i grassi come fonte di energia.

Le possibili proprietà dell’aceto di mele per dimagrire sarebbero:

  • aiutare a sciogliere i grassi che sono immagazzinati nel nostro corpo;
  • depurare l’organismo aiutandolo a disintossicarsi;
  • provocare un forte potere diuretico che stimola l’eliminazione delle tossine attraverso l’urina. L’effetto diuretico aiuta anche ad eliminare la ritenzione di liquidi e la cellulite;
  • conferire un senso di sazietà.

Inoltre, l’aceto di mele possiede anche altre proprietà benefiche per la salute generale dell’organismo, essendo ricco di:

Rimane da sottolineare, però, che questi studi sono ancora in fase iniziale ed è necessario fare ulteriori ricerche per confermare tali affermazioni.

Se si desidera utilizzare l'aceto di mele come rimedio naturale per condizioni come il sovrappeso o l'obesità, è importante utilizzarlo con cautela e in combinazione con una dieta equilibrata e uno stile di vita sano; inoltre, è importante tenere presente che l'aceto di mele può interagire con alcuni farmaci e può causare irritazioni alla gola e al tratto digestivo se assunto in dosi elevate o non diluito correttamente.

Qualora, invece, si decidesse di utilizzare l'aceto di mele per dimagrire, è importante acquistarne uno di alta qualità, preferibilmente biologico e non filtrato, e diluirlo in acqua o in un'altra bevanda per evitare irritazioni.

Aceto di mele per dimagrire: dosi e dieta

Come prima cosa, è sempre bene ricordare che occorre rivolgersi al proprio medico di base quando si vuole utilizzare l’aceto di mele come supporto per una dieta dimagrante.

Sebbene non esistano dosi standard per l'aceto di mele, si consiglia di iniziare con una piccola quantità, ad esempio uno o due cucchiaini al giorno.

Aceto di mele nella dieta

Come già visto, è importante diluire l'aceto di mele in acqua o in un'altra bevanda per evitare irritazioni alla gola e al tratto digestivo.

L'aceto di mele può essere utilizzato come condimento per insalate o verdure, o come ingrediente per marinare la carne o il pesce, ma è importante sottolineare che non può sostituire una dieta equilibrata e uno stile di vita sano.

Tuttavia, se si desidera perdere peso, è importante seguire una dieta bilanciata e svolgere regolarmente attività fisica.

Aceto di mele brucia grassi: come usarlo correttamente

Per utilizzare l'aceto di mele come brucia grassi, è possibile aggiungerlo alla propria dieta quotidiana.

In questo caso, si può utilizzare l'aceto di mele come condimento per le insalate o utilizzarlo per marinare la carne o il pesce; inoltre, può essere utilizzato per preparare bevande disintossicanti o come sostituto del limone nei frullati. Tuttavia, è importante ricordare che l'aceto di mele non può sostituire una dieta equilibrata e uno stile di vita sano.

Ecco i 4 modi in cui è possibile assumere l’aceto di mele:

  1. diluito in un bicchiere d’acqua: prima di ogni pasto, aggiungere due cucchiai di aceto di mele in un bicchiere d’acqua, mescolare e berlo prima di iniziare a mangiare;
  2. come condimento a crudo: aggiungere due cucchiai di aceto di mele nelle insalate, crude o cotte, per sfruttare appieno i suoi benefici. È possibile aggiungerlo anche in piatti a base di ortaggi come spinaci, cavolfiori, fagiolini.
  3. come ingrediente durante la cottura: è possibile diluire l’aceto di mele nell’acqua di cottura delle verdure (100 ml per ogni litro d’acqua), per caratterizzarne il gusto, oppure sostituirlo al vino, per sfumare la carne nelle zuppe e negli stufati;
  4. per marinare le pietanze: unito ad altri sapori, come alloro e pepe, conferisce un gusto unico alle pietanze ed elimina odori sgradevoli.

Aceto di mele per dimagrire: le controindicazioni

L'aceto di mele aiuta a dimagrire? Sebbene esso sia considerato sicuro per la maggior parte delle persone, è importante ricordare che l'acido acetico presente all’interno di questo condimento può causare irritazioni alla gola e al tratto digestivo se assunto in dosi elevate o non diluito correttamente.

Inoltre, l'aceto di mele può interagire con alcuni farmaci, come quelli utilizzati per il diabete e l'ipertensione: per questo motivo, è importante consultare il proprio medico prima di utilizzare l'aceto di mele all’interno delle proprie diete.

Aceto di mele e miele per dimagrire

Alcune persone sostengono che la combinazione di aceto di mele e miele possa essere notevolmente utile come brucia grassi e dimagrante. Tuttavia, non esistono prove scientifiche che dimostrino l'efficacia di questa combinazione.

Inoltre, il miele è una fonte di zuccheri aggiunti che possono compromettere gli sforzi di perdere peso. Pertanto, se si desidera utilizzare l'aceto di mele per dimagrire, è consigliabile utilizzarlo da solo o come condimento per insalate e verdure e previa consultazione con il medico curante.

Sidro di mele per dimagrire

Il sidro di mela è un altro prodotto che viene spesso utilizzato per perdere peso ma, anche in questo caso, non esistono rilevanze scientifiche che ne dimostrino l'efficacia per quanto concerne il dimagrimento.

Bisogna aggiungere, poi, che il sidro è generalmente più dolce dell'aceto di mele e contiene più zuccheri, che possono compromettere gli sforzi della dieta.

Quindi, se si desidera bere e utilizzare il sidro di mele, è importante farlo con cautela e in combinazione con una dieta equilibrata e uno stile di vita sano.

Aceto di mele e metabolismo

È importante notare che, secondo alcuni studi, si è osservato che l'aceto di mele può avere un impatto positivo sul metabolismo, contribuendo a regolare i livelli di zucchero nel sangue e aumentando la sensazione di sazietà.

Ciononostante, queste ricerche sono state condotte principalmente su animali o su un numero limitato di essere umani, quindi sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se questi effetti si verificano anche su una popolazione più ampia.

In generale, l'aceto di mele può essere considerato come un'aggiunta salutare alla dieta, grazie alla sua capacità di fornire antiossidanti e acidi organici benefici per il corpo; ovviamente, però, non deve essere utilizzato come una soluzione rapida per la perdita di peso o per risolvere problemi di salute.

Al contrario, l’aceto di mele dovrebbe essere visto come parte di uno stile di vita sano e in combinazione con una dieta equilibrata e l'esercizio fisico regolare.

Il parere dell’esperto

Dal momento che esistono pochissime evidenza scientifiche sull'utilizzo dell'aceto di mele per dimagrire, ci siamo rivolti al Dr. Cristian Mastropietro, Biologo Nutrizionista, per avere il suo punto di vista: eccolo di seguito.

L’alimentazione deve essere vista come un insieme di atti e di fattori che portano al risultato voluto. Un alimento singolo non può essere definito dimagrante, ma è la differenza tra tutto ciò che si introduce e  quello che si consuma a livello energetico a creare un deficit calorico che andrà a utilizzare i depositi nell’organismo.

Spesso si cerca di trovare una soluzione rapida alla perdita di peso come una pozione magica; in questo caso, lo si fa con l’aceto di mele, ma si tratta di una cosa impossibile. Il mio consiglio è quello di usarlo come accompagnamento per ridurre l’assunzione di sale e altri condimenti più calorici.

Questo può essere un primo passo per cambiare le abitudini che, se modificate in maniera positiva, porteranno al risultato voluto.

Condividi
Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Scritto da Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
in Diete

337 articoli pubblicati

Contenuti correlati
Braccio che prende un uovo dal frigo
Le uova vanno in frigo o possono stare anche fuori?

Le uova vanno in frigo o possono stare anche fuori? Come capire se sono fresche? Come conservare le uova cotte e crude? Tutte le risposte le trovi qui.

Insieme di verdure su un tavolo
Verdure che non gonfiano: ecco quali mangiare

Verdure che non gonfiano: ecco tutte le verdure e altri cibi che si possono mangiare senza rischiare il fastidioso gonfiore, causato da questi fattori.

icon/chat