Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Feromoni

Feromoni

Feromoni
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Endocrinologia Medicina generale

Cosa sono i feromoni?

Mentre gli ormoni sono sostanze endogene che agiscono solo all’interno dell’organismo che li sintetizza, i feromoni sono ecto-ormoni, ovvero vengono secreti fuori dal corpo e influenzano il comportamento di un altro individuo.

I feromoni sono molto importanti nei mammiferi e in alcune specie di insetti. La secrezione dei feromoni può innescare reazioni comportamentali diverse. Alcuni vengono secreti per marcare il territorio, altri per comunicare la presenza di cibo ed altri ancora come richiamo sessuale

I feromoni sessuali possono essere riprodotti in laboratorio e spesso vengono impiegati per disorientare l'attività sessuale degli insetti dannosi o anche per attirarli in trappole apposite.

Feromoni umani: a cosa servono?

L’idea che la fisiologia del corpo umano e il comportamento possano reagire se esposti a ferormoni umani è una naturale estensione del fatto che qualunque altro animale lo faccia. Nonostante una massiva attività di ricerca, si possiendono ancora informazioni molto frammentarie a riguardo.

Il limite più evidente della ricerca è dato dalla quantità di soggetti su cui possono essere fatte le analisi. Un ulteriore problema è dato dal fatto che gli umani, per via dell'intelligenza, non sono influenzati dalla chimica dei ferormoni nello stesso modo degli insetti o dei mammiferi, in generale; diversi studi hanno dimostrato come gli umani, al di là degli impulsi dettati dalla presenza dei feromoni, si comportino considerando largamente anche l’esperienza e il contesto.

È interessante, per esempio, notare come nelle persone adulte sia la cultura a determinare cosa è un buon odore e cosa no: per un neonato non esiste la puzza, qualunque odore è semplicemente interessante; l’educazione che riceve successivamente gli insegna a distinguere tra ciò che è considerato un buon odore o un cattivo odore; a questo si aggiunge poi la percezione olfattiva, che essendo soggettiva, può far manifestare la preferenza o meno verso un determinato odore. La somma di questi fattori rende difficoltoso identificare quali sostanze fungano da ferormoni e in che modo (e in che misura) ci influenzino.

Gli effetti ferormonali più evidenti individuati negli umani sono quelli che causano cambiamenti fisiologici, perché vengono più facilmente osservati e quantificati, e alcuni studi, ad esempio, hanno dimostrato che:

  • Un composto presente nelle secrezioni ascellari degli uomini aumenta il livello di cortisolo (ormone associato allo stress) e influenza il rilascio di ormone luteinizzante (ormone regolatore del ciclo mestruale) nelle femmine.
  • Un altro composto presente nelle secrezioni ascellari delle donne influenza il ciclo mestruale di altre donne esposte al suddetto.

L’effetto ferormonale comportamentale più interessante di cui vi sia traccia è quello dovuto ad un particolare composto che secernono le donne in stato di allattamento dalle ghiandole di Montgomery, i puntini intorno all’aureola del capezzolo. Esponendo dei neonati addormentati a questo agente, questi aprivano la bocca e iniziavano a tentare di succhiare e, dato che il composto veniva estratto da donne diverse, è possibile che si trattasse di un ferormone, ma ancora una volta non vi è nessuna certezza.

Per quanto riguarda i ferormoni sessuali, sembra che anche l'uomo ne produca piccole quantità; tuttavia, la loro importanza sociale è ridotta.

A sintetizzare questi messaggeri sono le ghiandole apocrine, in particolar modo quelle situate dietro l'orecchio, nel cavo ascellare e nell'area genitale. Sono diversi gli studi rivolti all’indagine del ruolo dei feromoni nelle relazioni umane. Sembra che queste sostanze possano avere un’influenza sulle preferenze sessuali in relazione ad affinità genetiche tra due individui e sempre con lo scopo di garantire l'evoluzione della specie.

In conclusione, nonostante gli incredibili progressi in questo campo degli ultimi 50 anni, non si possiedono informazioni concrete riguardo l’importanza dei ferormoni per la specie umana nel mondo moderno. La ricerca suggerisce che anche gli uomini e le donne, come tutti i mammiferi, producono ferormoni, ma non fornisce nessun dettaglio su quali sostanze agiscano come tali e in quale modo queste influenzino la quotidianità.

Quanti tipi di feromoni esistono negli animali?

Esistono 4 tipi principali di feromoni:

  • Feromoni di rilascio: provocano una risposta immediata e la risposta è rapida e affidabile. Di solito, sono legati all'attrazione sessuale.
  • Feromoni primer: richiedono più tempo per ottenere una risposta. Possono, ad esempio, influenzare la fisiologia dello sviluppo o della riproduzione, compresi i cicli mestruali nelle femmine, la pubertà e il successo o il fallimento della gravidanza. Possono modificare i livelli ormonali in altri esseri. In alcuni mammiferi, gli scienziati hanno scoperto che le donne che erano rimaste incinte e che erano state esposte ai feromoni primer da un altro maschio potevano spontaneamente abortire.
  • Feromoni di segnalazione: forniscono informazioni. Possono aiutare la madre a riconoscere il suo neonato dall'odore. I padri di solito non sono sensibili ad essi. 
  • Feromoni modulatori: possono alterare o sincronizzare le funzioni corporee. Di solito, si trovano nel sudore. Negli esperimenti sugli animali, gli scienziati hanno scoperto che, quando venivano posizionati sul labbro superiore delle femmine, diventavano più rilassate. Gli ormoni modulatori possono anche influenzare il ciclo mestruale di una femmina.

Profumi con feromoni

In commercio, esistono degli spray a base di feromoni che promettono di aumentare l'attrazione sessuale. Sulla base di quanto detto, non esistono prove scientifiche in grado di sostenere simili affermazioni.

Tuttavia, il prodotto potrebbe comunque avere una sorta di effetto psicologico nel soggetto, rendendolo più sicuro di sé nelle relazioni sociali.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

RNA
L’acido ribonucleico (RNA) è un acido nucleico presente nel citoplasma delle cellule procariote ed eucariote e anche nel nucleo delle sec...
Impronte digitali
Le impronte digitali sono composte da minuscole creste, spirali e motivi a valle presenti sulla punta di ogni dito. Si formano dalla pres...
Digit ratio
Il digit ratio, cioè il rapporto indice e anulare, è un valore influenzato dall’azione di testosterone ed estrogeni e, pertanto, è stato ...