Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Glande

Glande

Glande
Curatore scientifico
Dr.ssa Gloria Negri
Specialità del contenuto
Andrologia

Cosa è il glande: l'anatomia

Il glande è una struttura a forma di cupola, dalla superficie liscia e dalla consistenza soffice; per la posizione occupata, appare come una sorta di cappuccio espanso dell'asta, o corpo, del pene.

Sulla sua punta, il glande ospita il meato urinario, ossia l'apertura esterna dell'uretra che serve all'espulsione dell'urina contenuta in vescica e all'espulsione dello sperma.

Alla base della sua conformazione, invece, all'opposto sostanzialmente rispetto a dove risiede il meato urinario, presenta una zona circolare ingrossata, denominata corona del glande, e, immediatamente prima, un solco anch'esso circolare, chiamato solco coronale, il quale, oltre a enfatizzare l'ingrossamento della corona, funge da linea di confine con l'asta del pene.

Tranne negli uomini circoncisi, il glande è fornito di un lembo di pelle, denominato prepuzio, che, quando il pene non è in erezione, lo ricopre per l'intera estensione o quasi.

Dal punto di vista istologico, sulla sua superficie esterna, il glande esibisce un epitelio mucocutaneo, che rassomiglia molto all'epitelio costituenti l'uretra o l'ano.

A cosa serve il glande?

Le funzioni ricoperte dal glande sono sostanzialmente tre:

  1. permette l'espulsione dell'urina contenuta in vescica dato che ospita il meato urinario. L'espulsione dell'urina dalla vescica, ovvero la minzione, è un processo fisiologico di importanza fondamentale per l'essere umano in quanto permette l'eliminazione delle sostanze di rifiuto filtrate dai reni;
  2. è al servizio dell'eccitazione e del piacere sessuale, grazie alla fitta rete di terminazioni nervose sensitive di cui è fornito;
  3. consente l'espulsione dello sperma, l’eiaculazione, al culmine dell'eccitazione sessuale, grazie all’ubicazione del meato urinario.

Quali malattie colpiscono il glande?

Le patologie che possono interessare il glande sono:

Dermatite

In medicina, la parola dermatite indica una malattia della cute, caratterizzata da fenomeni infiammatori. Tra le cause di dermatite a carico del glande, figurano l'uso eccessivo di detergenti intimi per l'igiene del pene e le allergie nei confronti di materiali come il lattice dei preservativi, si parla in questo caso di dermatite da contatto.

Oltre a ciò, è da segnalare che il glande può recare i segni della dermatite atopica, una malattia della pelle alla cui origini ci sarebbe, secondo gli esperti, una combinazione di fattori diversi sia di tipo ambientale che genetici.

Balanite

L'infiammazione del glande è la condizione medica più correttamente conosciuta come balanite. La balanite può dipendere da:

  • infezioni batteriche, virali o fungine;
  • particolari deficit del sistema immunitario;
  • infezioni sessualmente trasmissibili note, come herpes genitale e sifilide.
Talvolta, la balanite può associarsi alla postite, cioè all'infiammazione del prepuzio. Tale condizione prende il nome di balanopostite.

Malattie Infettive

Tra le malattie infettive che possono interessare il glande, alcune sono caratterizzate dallo sviluppo di macchie o puntini, tra cui:

  • Herpes genitale. Sostenuta dall'Herpes simplex Virus 1 o 2 (rispettivamente HSV1 e HSV2), è un'infezione sessualmente trasmissibile, che provoca puntini, chiazze più grandi e/o arrossamenti diffusi non solo sul pene, ma anche a livello di scroto, area pubica, gambe, natiche, mani e bocca. Di norma, una persona sana contrae l'Herpes genitale quando ha un rapporto sessuale non protetto con una persona infetta;
  • Sifilide. È l'infezione sessualmente trasmissibile causata dal batterio Treponema pallidum. In chi sviluppa la sifilide, macchie e puntini sul glande costituiscono uno dei sintomi d'esordio dell'infezione e sono chiamati sifilomi.
  • Scabbia. È l'infestazione della pelle dovuta all'acaro Sarcoptes scabiei. La scabbia è un'infezione altamente contagiosa, i cui sintomi e segni sono riscontrabili soprattutto sulle superfici flessorie e sulle pieghe della pelle, come per esempio i gomiti, i polsi, le mani, i genitali o l'addome.
  • Candida. È l'infezione sostenuta dal fungo Candida albicans. La candida nell'uomo è responsabile di manifestazioni cutanee a livello del glande e, talvolta, anche a livello della bocca dove può arrivare a interessarne anche le mucose. La candida si sviluppa solitamente in soggetti immunodepressi o con fisici debilitati.
  • Mollusco contagioso. È un'infezione della pelle e delle mucose il cui agente eziologico appartiene alla famiglia dei poxvirus. Il mollusco contagioso è estremamente contagioso, ma, fortunatamente, possiede un'evoluzione benigna. Il mollusco contagioso è causa di sintomi non soltanto sul glande, ma anche sul pene più in generale e in altre parti del corpo.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Apparato genitale maschile
L'apparato riproduttore maschile è costituito da un insieme di organi interni ed esterni deputati sia alle funzioni riproduttive che a qu...
Liquido seminale
Il liquido seminale è la secrezione delle gonadi maschili; permette la fecondazione della cellula uovo, in quanto contiene spermatozoi.
Sperma
Lo sperma si presenta come un liquido lattescente prodotto dalle gonadi e da alcune ghiandole annesse all'apparato riproduttivo maschile.