Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Timpano

Timpano

Timpano
Curatore scientifico
Dr. Daria Caminiti
Specialità del contenuto
Otorinolaringoiatria

Cos’è il timpano?

Nell'anatomia umana, il timpano, chiamato anche membrana timpanica, è una membrana sottile a forma di cono che separa l'orecchio esterno dall'orecchio medio. La sua funzione è quella di trasmettere il suono dall'aria agli ossicini all'interno dell'orecchio medio e poi alla finestra ovale della coclea piena di fluido. Quindi, in ultima analisi, converte e amplifica la vibrazione nell'aria fino alla vibrazione in fluido.

La rottura o la perforazione del timpano può portare ad una perdita uditiva conduttiva. Il collasso o la retrazione del timpano possono provocare una perdita uditiva condizionale o un colesteatoma.

Qual è la sua anatomia?

Il posizionamento obliquo della membrana timpanica sia antero-posteriormente, medio-laterale e superinferioramente determina che la sua estremità superoposteriore sia più laterale alla sua estremità anteroinferiore.

Ci sono due regioni generali del timpano:

  1. la pars flaccida nella regione superiore
  2. la pars tensa

La pars flaccida è costituita da due strati, è relativamente fragile ed è associata a disfunzione tubolare eustachica e al colesteatoma. La più grande regione di pars tensa è costituita da tre strati: pelle, tessuto fibroso e mucosa. Lo strato fibroso basso presenta tre tipi di fibre: radiali, circolari e paraboliche. È relativamente robusto ed è la regione più comunemente associata alle perforazioni.

La pars tensa forma la maggior parte della membrana timpanica. La sua periferia è spessa e forma un anello chiamato anello timpanico. La parte centrale del pars tensa è tesa verso l'interno ed è chiamata umbo. Quando il timpano viene illuminato durante un esame, un cono di luce irradia fino alla periferia nel quadrante antero-inferiore. La pars flaccida si trova tra il forame di Rivinus e le pieghe malleolari anteriori e posteriori. Sembra leggermente rosa.

L'innervazione sensoriale della superficie esterna della membrana timpanica proviene principalmente dal nervo auricolotemporale, un ramo del nervo mandibolare. Ha anche contributi del ramo auricolare del nervo vago, del nervo del viso e di un possibile contributo del nervo glossofaringeo. L'innervazione sensoriale della superficie interna della membrana timpanica è dovuta al nervo glossofaringeo.

La membrana timpanica è superiormente correlata alla fossa cranica centrale, posteriormente alle ossicine dell'orecchio e al nervo del viso, inferiormente alla ghiandola parotidea e anteriormente all'articolazione temporo mandibolare.

L'umbo è la parte più depressiva della membrana timpanica. Il manubrio dell’osso è saldamente attaccato alla superficie mediale della membrana fino al suo centro, che attinge verso la cavità timpanica; la superficie laterale della membrana è quindi concava, e la parte più depressa di questa concavità viene chiamata umbo.

Cosa comporta un timpano perforato?

Una perforazione non intenzionale (rottura) del timpano è stata descritta in ferite esplosive durante un conflitto e viaggi aerei, di solito quando la congestione di un'infezione respiratoria superiore ha impedito l'equalizzazione della pressione nell'orecchio medio. Accade nello sport, come il nuoto, le immersioni con scarsa entrata in acqua, le immersioni subacquee, le arti marziali. Dall'80% al 95%, si guarisce completamente senza intervento in due o quattro settimane.

Queste ferite, anche in un ambiente atletico, sono ferite esplosive. Molti sperimentano una perdita uditiva corta (ipoacusia) e un suono nell'orecchio (acufene, fischio), ma passerà. Poche persone sperimentano un disequilibrio temporaneo (vertigini, giramenti di testa) o più lungo come nel caso della labirintite. Ci può essere qualche sanguinamento dal canale uditivo se il timpano è rotto.

La pressione del fluido in un orecchio medio infetto sul timpano può causare la rottura. Di solito, questo è costituito da un piccolo foro (perforazione), che consente lo scarico del fluido. Se questo non si verifica naturalmente, può essere eseguita una miringotomia (timpanotomia, timpanostomia). Una miringotomia è una procedura chirurgica in cui viene creata una minuscola incisione nel timpano per alleviare la pressione causata dall'eccessivo accumulo di fluido o per scaricare il pus dall'orecchio medio. Il fluido o il pus deriva da un'infezione dell'orecchio medio (otite media), che è un problema comune nei bambini. Una timpanostomia viene inserita nel timpano per mantenere l'orecchio medio aerato per un tempo prolungato e per prevenire la risistemazione del fluido. Senza l'inserimento di un tubo, l'incisione di solito guarisce spontaneamente in due o tre settimane. A seconda del tipo, il tubo viene estruso naturalmente in 6-12 mesi o rimosso durante una procedura minore.

Quelli che richiedono la miostotomia di solito hanno il tubo di eustachio ostruito o disfunzionale che non è in grado di eseguire un drenaggio o la ventilazione nella sua maniera abituale.

In alcuni casi la pressione del fluido in un orecchio medio infetto è abbastanza grande da provocare la rottura del timpano in modo naturale. Di solito questo è costituito da un piccolo foro (perforazione), da cui il fluido può drenare.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Papille gustative (papille lingueali)
Le papille gustative sono presenti sulla superficie della lingua e sono strutture in grado di riconoscere il sapore di ciò che mangiamo. ...
Senso del gusto
Grazie alla presenza di specifici recettori, siamo sono in grado di percepire cinque sensi. Oltre a udito, tatto, vista e olfatto, il gus...
Nervo vestibolare
Il nervo vestibolare è uno dei due nervi che costituiscono il nervo vestibolococleare, che viene definito anche nervo acustico, e che coa...