Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Apofisite

Apofisite

Apofisite
Curatore scientifico
Dr. Damiano Longo
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia

Che cos'è l'apofisite?

L'apofisite è l'infiammazione dell’apofisi

Il sistema scheletrico dei bambini è unico e li rende più suscettibili rispetto agli adulti a determinati tipi di lesioni. Un esempio è proprio l’insorgenza di apofisite su determinate ossa.

L’apofisi consiste nell’escrescenza di cartilagine nel corpo dei bambini e ha la funzione di collegare muscoli e tendini. I bambini affetti da apofisite presentano l’irritazione della cartilagine in crescita, che causa una parziale espulsione dalla sua zona. In genere, insorge anche negli atleti in conseguenza all’utilizzo ripetuto.

Ci sono diverse apofisi localizzate nell’anca e nella regione pelvica. Le più soggette a lesioni sono:

  • cresta iliaca;
  • tuberosità ischiatica;
  • piccolo trocantere.
Anche le apofisi presenti in ginocchia e piedi sono relativamente soggette a lesione. La comparsa del dolore coincide tipicamente con lo sviluppo delle ossa. Le altre aree che possono interessare l’apofisite sono:

  • base della rotula, malattia di Sinding-Larsen-Johansson;
  • sotto al ginocchio nella tuberosità ischiatica, malattia nota come sindrome di Osgood-Schlatter, che fa parte delle sindromi delle osteocondrosi. Questa sindrome tende a sparire una volta superata la fase di sviluppo del bambino;
  • base del tallone, malattia di Sever.

Chi è maggiormente colpito da apofisite?

L'apofisite è una condizione patologica che tende a colpire maggiormente i soggetti di giovane età.

Quali sono le cause di apofisite?

Ad oggi, le cause di apofisite sono incerte, tuttavia, si pensa che queste affezioni potrebbero insorgere in seguito a:

  • traumi
  • infezione microbica
  • disturbi vascolari
  • disturbi endocrini

Quali sono i sintomi dell'apofisite?

L'apofisite è caratterizzata da dolori al ginocchio, che si presenta tumefatto e caldo. I dolori, solitamente lievi, possono diventare lancinanti oppure possono presentarsi solo alla deambulazione.

L’apofisite si presenta come un dolore diffuso nella zona colpita, che si inasprisce in particolar modo dopo una lunga sessione di allenamento. La zona si presenta calda al tatto, tumefatta e gonfia. 

Quali sono i principali tipi dell'apofisite?

L'apofisite si distinge in base alla zona interessata, perciò i principali tipi sono:

  • apofisite tibiale anteriore
  • apofisite del calcagno
  • stiloidite

Quali sono i trattamenti dell’apofisite?

Per ridurre i sintomi legati all’infiammazione dell’apofisi, è necessario sospendere l’attività fisica per un determinato periodo di tempo, nel tentativo di evitare un carico di lavoro eccessivo e alleviare l’infiammazione. Inoltre, è necessario fare degli impacchi di ghiaccio di non più di 10 minuti sulla zona colpita per lenire lo stato doloroso, anche 2 volte al giorno.

Il trattamento fisioterapico specifico per l’apofisite non è ben definito, tuttavia, prima di fare attività fisica è consigliabile sottoporsi a lunghe sessioni di stretching, perché aiuta a lenire il dolore. 

Prima di assumere qualunque farmaco, è necessario consultare il medico e sottoporsi a risonanza magnetica, che evidenzierà lo stato infiammatorio. 

Come si cura l'aposifite tibiale?

In caso di aposifite tibiale, al paziente è indicato un riposo per 3-4 mesi, accompagnato da una terapia antinfiammatoria. Questo disturbo colpisce soprattutto i giovani sportivi tra i 10 e i 15 anni; in alcuni casi si consiglia il laser o il tecar.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Olistesi
L'olistesi è una malattia che riguarda principalmente le vertebre lombari della colonna vertebrale.
Sindrome compartimentale
La sindrome compartimentale è una dolorosa condizione che avviene quando la pressione intramuscolare raggiunge livelli pericolosi.
Mal di schiena
Il mal di schiena è una condizione comune che colpisce molte persone.