Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Cervicite

Cervicite

Cervicite
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia

Che cos’è la cervicite?

Si tratta di un’infiammazione della cervice. La cervicite non va confusa, come spesso si è fatto in passato, con la cosiddetta “Piaghetta della bocca dell’utero”. Vi è nella maggior parte delle donne in età fertile, (più facilmente in donne che hanno partorito) una zona arrossata attorno all’orifizio uterino esterno: questa è la ectopia: presenza di tessuto endocervicale (cilindrico) al posto del tessuto pavimentoso che vi è normalmente all’esterno della cervice uterina: è una situazione parafisiologica che non richiede alcun trattamento, a meno che non vi sia sanguinamento continuo coi rapporti od un eccesso di perdite acquose.     

Quali sono le cause?

La causa principale è un’infezione contratta per via sessuale. Tra le principali che la causano ci sono:

Altri fattori che possono portare alla cervicite sono:

  • Un dispositivo, come un diaframma o un tampone, inserito nella zona pelvica
  • Allergia a spermicidi
  • Allergia al lattice dei preservativi
  • Esposizione a sostanze chimiche

Quali sono i comportamenti sociali che aumentano il rischio di cervicite?

  • Comportamenti sessuali a rischio
  • Storia di infezioni sessuali
  • Molteplici partner
  • Praticare sesso in età molto giovane
  • Partner sessuali che hanno avuto comportamenti a rischio di aver contratto infezioni a trasmissione sessuale

Anche i batteri (stafilococco e streptococco) e la crescita anormale di quelli normalmente presenti nella vagina possono essere annoverati tra le cause di cervicite.

Quali sono i sintomi?

I principali sono:

  • Anormale sanguinamento vaginale dopo un rapporto sessuale, la menopausa, o tra una mestruazione e l’altra
  • Perdite vaginali persistenti di colore grigio, bianco o giallo
  • Rapporti sessuali dolorosi
  • Dolore vaginale
  • Pressione o pesantezza del bacino

Talvolta la cervicite si presenta in modo asintomatico.

Come si diagnostica?

E’ necessario un esame preliminare che consiste nel cercare arrossamenti della cervice, e gonfiore delle pareti vaginali.

Altri esami da fare sono:

  • Analisi al microscopio delle perdite vaginali
  • Pap test
  • Test specifici per gomorrea e clamidia
  • In taluni casi si può rendere necessaria una biopsia colposcopica e cervicale

Come si cura?

Antibiotici se l’infezione è di origine batterica, antivirali se la causa è un herpes. Estrogeni e progesterone possono essere usati in caso di donne in menopausa. Se la malattia è presente da lungo tempo e si dimostra resistente ai farmaci si procede con:

  • Criochirurgia
  • Elettrocauterizzazione
  • Terapia laser

Qual è la sua prognosi?

Nella maggior parte dei casi la cervicite guarisce grazie ai farmaci. Quindi se non si trova la sua causa è difficile stabilire una terapia adeguata e curarla diviene più difficoltoso.

Quali sono le sue complicazioni?

La patologia potrebbe durare a lungo, persino anni, e portare a dolore durante il rapporto sessuale.

Esistono dei modi per prevenirla?

Si.

  • Evitare l’uso di sostanze chimiche come irrigazioni o tamponi deodoranti
  • Verificare che i tamponi, od altri corpi estranei, inseriti nella vagina siano posizionati in modo corretto
  • Vivere una vita sessuale basata sulla monogamia
  • Usare sempre il preservativo se si hanno rapporti a rischio
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Polipo Cervicale
I Polipi Cervicali (o Polipi della Cervice) sono neoformazioni tumorali benigne, che si originano dall'epitelio della cervice uterina. Si...
Incontinenza
L'incontinenza è una disfunzione dell'apparato urinario caratterizzata dalla perdita involontaria di urina. Conosciamo una incontinenza d...
Vaginismo
Si parla di vaginismo quando i muscoli della vagina si contraggono involontariamente ogni qualvolta vi è un tentativo di penetrazione con...