Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Ernia Al Cervello

Ernia al cervello

Curatore scientifico
Dr.ssa Roberta Arca
Specialità del contenuto
Neurologia

Quali sono le cause?

L’ernia cerebrale si verifica quando qualcosa all'interno del cranio produce una pressione tale da muovere i tessuti cerebrali. Questo è spesso il risultato di un edema cerebrale conseguente un trauma cranico, un ictus o un tumore al cervello.

L’ernia cerebrale può essere un effetto collaterale dei tumori al cervello, tra cui:

  • Tumore al cervello metastatico;
  • Tumore primario del cervello.

L’ernia al cervello può anche essere causata da altri fattori che portano ad un aumento della pressione all'interno del cranio, tra cui:

  • Ascesso;
  • Emorragia;
  • Idrocefalia;
  • Colpi alla testa che causano gonfiore del cervello;
  • Gonfiore dopo la radioterapia.

L’ernia al cervello può verificarsi:

  • Tra le aree all'interno del cranio, come quelle separate da una membrana rigida;
  • Attraverso un'apertura naturale alla base del cranio, chiamata foro occipitale;
  • Attraverso le aperture create durante un intervento chirurgico al cervello.

Quali sono i sintomi?

I sintomi possono includere:

  • Arresto cardiaco (nessun impulso);
  • Coma;
  • Mal di testa;
  • Letargia;
  • La perdita di tutti i riflessi del tronco encefalico (allucinazioni, conati di vomito, pupille che non reagiscono alla luce);
  • Perdita di conoscenza;
  • Arresto respiratorio (senza respirazione);
  • Pupille dilatate e nessun movimento di uno o di entrambi gli occhi.

Quali esami vanno effettuati?

Le persone con un’ernia cerebrale presentano:

  • Alta pressione sanguigna;
  • respirazione irregolare;
  • polso irregolare;
  • polso lento.

Un esame al cervello e al sistema nervoso (neurologico) sono in grado di mostrare le variazioni sullo stato di vigilanza (coscienza). A seconda della gravità dell'ernia e la parte del cervello che viene premuta, ci saranno problemi con uno o più riflessi legati al cervello e alle funzioni nervose.

Quali sono i trattamenti consigliati?

L’ernia al cervello è un'emergenza medica. L'obiettivo del trattamento è quello di salvare la vita della persona.

Per contribuire a bloccare o a prevenire un’ernia cerebrale, il team medico tratterà l’aumento del gonfiore e della pressione al cervello. Il trattamento può comportare:

  • l’esecuzione di un drenaggio nel cervello, per contribuire a rimuovere liquido cerebrospinale;
  • Corticosteroidi, come desametasone, soprattutto se vi è un tumore al cervello, per ridurre il gonfiore;
  • Farmaci che rimuovono il fluido dal corpo, come mannitolo o altri diuretici, che riducono la pressione all'interno del cranio;
  • Il posizionamento di un tubo nelle vie respiratorie (intubazione endotracheale) e l'aumento della frequenza respiratoria per ridurre i livelli di biossido di carbonio (CO2) nel sangue;
  • La rimozione di sangue o di coaguli di sangue nel caso in cui si stesse alzando la pressione all'interno del cranio e provocasse l’ernia;
  • La rimozione di parte del cranio per dare al cervello più spazio.

Qual è la prognosi?

Le persone che sono affette da un’ernia cerebrale hanno una grave lesione cerebrale. Possono avere una bassa probabilità di recupero per l'infortunio che ha causato l'ernia. Quando si verifica un’ernia, si abbassa ulteriormente la possibilità di ripresa.

Le prospettive variano a seconda di dove si trovi l'ernia nel cervello. Senza un trattamento adeguato, la morte è molto probabile.

Ci possono essere danni alle parti del cervello che controllano la respirazione e il flusso di sangue. Questo può portare rapidamente alla morte o alla morte cerebrale.

Ci possono essere delle complicazioni?

Le complicazioni possono includere:

  • morte cerebrale;
  • Problemi neurologici permanenti e significativi.

Quando è il momento di contattare un medico?

Chiamate il vostro numero di emergenza locale o fatevi portare da qualcuno in pronto soccorso,  quando si sviluppano la  diminuzione della vigilanza o altri sintomi, soprattutto se vi è stata una lesione alla testa o se la persona ha un tumore al cervello o un problema ai vasi sanguigni.

C’è un modo per prevenire l’ernia cerebrale?

Un trattamento rapido per diminuire la pressione intracranica e i disturbi correlati possono ridurre il rischio di un’ernia cerebrale.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cefalea
La cefalea è una tipologia di mal di testa e può essere di due generi, primaria e secondaria. 
Disartria
La disartria è un disordine della parola. Deriva da una alterazione dei movimenti dei muscoli che permettono di parlare correttamente, tr...
Insonnia
L'insonnia è la percezione di un sonno insufficiente o di scarsa qualità.