Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Sindrome Di Sotos

Sindrome di Sotos

Sindrome di Sotos
Curatore scientifico
Dr.ssa Lucia Romeo
Specialità del contenuto
Pediatria

Cosa è la sindrome di Sotos?

La sindrome di Sotos è un disturbo caratterizzato da un aspetto distintivo del viso, da disabilità di apprendimento e da un ritardato sviluppo delle capacità mentali e di movimento.

Le caratteristiche facciali includono:

  • un volto lungo e stretto
  • una fronte alta
  • guance arrossate
  • un piccolo mento appuntito.
  • fronte sporgente
  • piedi grandi
  • fronte larga
  • palato ogivale

Inoltre, gli angoli esterni degli occhi possono puntare verso il basso (fenditure palpebrali inclinate). Questo aspetto del viso è più notevole nella prima infanzia. I bambini affetti dalla sindrome di Sotos hanno la tendenza a crescere rapidamente; sono significativamente più alti dei loro fratelli e coetanei e hanno una testa insolitamente grande. Tuttavia, l'altezza adulta è di solito nell'intervallo normale.

Le persone con sindrome di Sotos hanno spesso disabilità intellettuali e la maggior parte ha anche problemi comportamentali. Le problematiche più frequenti nel comportamento includono:

Anche i problemi con il linguaggio e la lingua sono comuni. Gli individui affetti da questa patologia hanno spesso una voce monotona e problemi con la produzione di suoni, per questo viene spesso associata all’autismo. Inoltre, il tono muscolare debole (ipotonia) può ritardare altri aspetti dello sviluppo precoce, in particolare le abilità motorie.

Altri segni e sintomi della sindrome di Sotos possono comprendere una curva anormale della spina dorsale (scoliosi), convulsioni, difetti del cuore o del rene, perdita dell'udito e problemi di vista e alle volte possono essere affetti da eteroplasia polmonare e lassità legamentosa.

Alcuni neonati con questa malattia subiscono l'ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi (ittero).

Una piccola percentuale di persone con sindrome di Sotos ha sviluppato il cancro, spesso durante l’infanzia, come il tumore di Wilms, ma nessuna forma di cancro si presenta più frequentemente con questa condizione. Rimane incerto se la sindrome di Sotos aumenti il rischio di specifici tipi di tumore. 

Quali sono le cause della sindrome di Sotos?

La sindrome di Sotos è causata da una particolare mutazione e da delezioni del gene NSD1 responsabile della produzione di una proteina che è coinvolta nel normale processo di crescita e di sviluppo. La funzione di questa proteina è particolarmente nota in relazione ad alcune popolazioni.

La sindrome si Sotos è genetica?

Circa il 95% dei casi di sindrome di Sotos si verificano in persone che non hanno familiari malati. Altri casi hanno portato i ricercatori a considerare la sindrome di Sotos come un modello ereditario autosomico dominante, ovvero quei casi in cui una copia del gene alterato in ogni cella è sufficiente a causare il disturbo.

Come si diagnostica la sindrome di Sotos?

La diagnosi della sindrome di Sotos è fatta dopo la nascita, considerando il significativo aumento del peso e della circonferenza occipito-frontale (OFC). Tra i segni che possono essere considerati come spie della sindrome di Sotos abbiamo anche:

  • scoliosi
  • anomalie genito-urinarie e cardiache
  • crisi epilettiche
  • ritardo dello sviluppo motorio

Con che frequenza si presenta?

La sindrome di Sotos è riportata in 1 su 10.000 a 14.000 neonati. Poiché molte delle caratteristiche della sindrome di Sotos possono essere attribuite ad altre condizioni, molti casi di questo disturbo non sono probabilmente diagnosticati correttamente, quindi la vera incidenza può essere più vicina a 1 su 5.000.

Le mutazioni nel gene NSD1 sono la causa principale della sindrome di Sotos, che rappresentano fino al 90% dei casi. Non sono state identificate altre cause genetiche di questa condizione.

I cambiamenti genetici che coinvolgono il gene NSD1 impediscono a una copia del gene di produrre qualsiasi proteina funzionale. La ricerca suggerisce che una ridotta quantità di proteina NSD1 interferisca con l'attività normale dei geni coinvolti nella crescita e nello sviluppo. Tuttavia, non è chiaro esattamente come una carenza di questa proteina durante lo sviluppo porti alla crescita, alle disabilità di apprendimento e alle altre caratteristiche della sindrome di Sotos.

Circa il 95% dei casi di sindrome di Sotos si verifica in persone senza storia del disturbo nella propria famiglia. La maggior parte di questi casi deriva da nuove mutazioni che coinvolgono il gene NSD1.

Alcune famiglie hanno avuto più di un componente della famiglia colpito da questa patologia. Questi casi hanno aiutato i ricercatori a determinare che la sindrome di Sotos ha un modello dominante autosomico di ereditarietà. L'ereditarietà autosomica dominante significa che una copia del gene alterato in ogni cellula è sufficiente a causare il disordine.

Quali sono le terapie consigliate nei casi di sindrome di Sotos?

Nei casi di sindrome di Sotos è importante garantire al paziente un adeguato supporto psicologico ed educativo. Una terapia del linguaggio e la stimolazione motoria possono essere d'aiuto.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Orecchioni
Gli orecchioni sono una malattia infettiva virale e molto comune tra i bambini; questa patologia si manifesta con febbre e gonfiore delle...
Enuresi
L'enuresi è una condizione di non controllo della propria vescica, che riguarda soprattutto i bambini. Generalmente, questa condizione si...
Palatoschisi
La palatoschisi è una malformazione congenita del palato, che mostra un'apertura nella parte anteriore del palato duro. Generalmente, è a...