Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Dolore Alla Caviglia

Dolore alla caviglia

Dolore alla caviglia
Curatore scientifico
Dr. Alfredo Bitonti
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia
Indice del contenuto

Cos'è

Il dolore alla caviglia interessa l’articolazione della caviglia, ovvero l'incontro delle ossa della gamba con quelle del piede. Comunemente, la caviglia è spesso considerata come la regione tra l'estremità inferiore della gamba e l'inizio della parte piana del piede.

Cause

La più comune causa di dolore alla caviglia è la distorsione alla caviglia (o slogatura alla caviglia o, ancora, distorsione al piede), che costituisce l'85% di tutte le lesioni alla caviglia. 

La maggior parte delle distorsioni della caviglia sono distorsioni laterali, che si verificano quando si poggia malamente il piede e, conseguentemente, il peso corporeo si sposta sul lato esterno.

In questo modo, il piede tira la caviglia e causa la cosiddetta storta alla caviglia, cioè la sua torsione verso l’esterno. La torsione estende i legamenti, lesionandoli, e le ossa della gamba e del piede perdono temporaneamente contatto.

Solitamente, poco dopo la storta, si può notare la caviglia gonfia e anche l'apparizione di qualche livido. Gonfiore e livido possono durare anche una o due settimane. 

Se la distorsione alla caviglia è grave, può richiedere alcuni mesi per guarire completamente. Nei casi gravi, infatti, i legamenti si rompono, e possono essere prodotti anche dei danni ai tendini del piede e alla cartilagine.

Nella maggior parte dei casi, le caviglie slogate rappresentano un fattore di rischio per nuove distorsioni, poiché più deboli.

Altre cause di dolore alla caviglia sono:
  • Artrite e artrosi – Che provocano dolori alle caviglie di notte, oltre che di giorno con il loro utilizzo e il carico del peso corporeo.
  • Gotta – Essa si verifica quando l’acido urico si deposita, in forma cristallina, nelle articolazioni, causando dolore. Esiste anche una condizione simile, chiamata pseudogotta, in cui i cristalli depositati nelle articolazioni sono composti di calcio.
  • Tendinite al piede – Ossia l’infiammazione dei tendini peronei, tipica degli sportivi. I tendini peronei sono due: il tendine del muscolo peroneo breve e il tendine del muscolo peroneo lungo, e sono posizionati dietro l’osso del perone (sulla parte esterna della caviglia). Il compito dei tendini peronei è consentire la rotazione del piede verso l’esterno.
  • Infiammazione al tendine d’Achille o lesioni a suo carico – Il tendine d’Achille origina dal muscolo tricipite della sura e si inserisce sull'osso calcaneale (calcagno), quindi si trova nella zona posteriore della caviglia.
  • Danni o lesioni ai nervi – Come nella sciatalgia. L’infiammazione del nervo sciatico produce una sintomatologia dolorosa (sciatalgia), che può interessare tutto il percorso del nervo, cioè dalla regione lombare della colonna, attraverso il gluteo, su tutta la gamba, fino alla caviglia.
  • Danni ai vasi sanguigni – Che causano problemi di circolazione e sensazione di fastidio e gonfiore.
  • Infezione nell’articolazione – di natura batterica, virale o fungina.

Rimedi

Per il trattamento per il dolore acuto alla caviglia prevede:
  • Riposo – Il più possibile e, se costretti a muoversi, evitare di poggiare il peso sulla caviglia, usando le stampelle;
  • Ghiaccio – Una sacca va tenuta almeno 15-20 minuti, per tre o quattro volte al giorno, per tre giorni dall’inizio del dolore. In questo modo, il gonfiore è ridotto e il dolore attenuato;
  • Compressione – Avvolgendo la caviglia con una benda elastica, non troppo stretta;
  • Elevazione – Tenere la caviglia sollevata su una pila di cuscini o altri supporti;
  • Assumere antidolorifici e antinfiammatori.
Una volta diminuito il dolore, la caviglia va esercitata delicatamente, con movimenti rotatori. La rotazione deve avvenire in entrambe le direzioni, e va interrotta se si avverte dolore. Altro tipo di movimento da fare è la flessione, muovendo il piede su e giù. 

Tutti i movimenti possono essere eseguiti con l’ausilio nelle mani. L’obiettivo degli esercizi è di restituire la gamma di movimenti alla caviglia, irrobustendo le strutture anatomiche per ridurre il rischio di lesioni future.

Se il dolore alla caviglia è un risultato di artrite, la guarigione completa non è possibile, così come l’eliminazione definitiva del dolore, ma ci sono modi per gestire la sintomatologia, tra cui:
  • Assunzione di farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS) per ridurre il dolore, il gonfiore e l'infiammazione
  • Attività fisica regolare, con esercizi non intensi
  • Allungamenti, per mantenere una buona gamma di movimenti articolari
  • Alimentazione sana
  • Dieta per ridurre il peso corporeo in caso di sovrappeso o obesità
  • Altri interventi terapeutici specifici indicati dal medico.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Amiotrofia
L’amiotrofia è la riduzione progressiva del normale volume di un muscolo striato, condizione che ne compromette le normali capacità funzi...
Dolori muscolari
I dolori muscolari, o mialgia, sono molto comuni. Spesso, le persone che li sperimentano possono individuarne facilmente la causa.