Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Acido Urico

Acido urico

Acido urico
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Ematologia

Cos'è l'acido urico

Il prodotto finale del metabolismo delle purine presenti negli acidi nucleici è l’acido urico che viene originato anche a partire dall'alimentazione e viene prodotto dal fegato. Una volta prodotto, l'acido urico, transita nel sangue passando attraverso i reni, dove la maggior parte di esso viene filtrato nelle urine.

L'acido urico è una molecola organica naturale che si forma nel fegato quando il corpo elimina le sostanze cellulari vecchie o provenienti dall’alimentazione. In quest’ultimo caso, tali sostanze sono chiamate purine e si trovano in alcuni cibi e bevande. 

La maggior parte dell’acido urico si dissolve nel sangue, finisce nei reni e da qui viene espulso sotto forma di urina. Se il corpo produce troppo acido urico o non ne rimuove a sufficienza, è possibile ammalarsi. 

La misura dei livelli di acido urico nel sangue è detta uricemia, e un elevato livello di acido urico nel sangue è chiamato iperuricemia, mentre un livello basso ipouricemia. Le patologie derivanti da un eccesso o una insufficienza di acido urico sono la gotta articolare acuta, i calcoli renali e la nefropatia uratica.

Valori normali di acido urico

I valori normali di acido urico sono di solito compresi tra 3,5 e 7,2 mg per 1 decilitro di sangue. Questi valori, tuttavia, variano tra maschi e femmine. Per verificare la quantità di acidi urici presente nel corpo, basta effettuare un semplice test con prelievo e analisi del sangue.

I valori di riferimento dell'acido urico nel sangue, quindi, sono:

  • 2.1-8.5 mg/dl di sangue nell'uomo;
  • 2.0-6.6 mg/dl di sangue nelle donne.

Sintomi di acido urico alto

I sintomi di acido urico alto possono includere:

Sintomi di acido urico basso

In generale, segni e  sintomi di acido urico basso includono:

Cause di acido urico alto

La maggior parte delle volte, l’iperuricemia si verifica quando i reni non eliminano l'acido urico in maniera efficiente.

Ci sono alcune malattie o condizioni che possono causare un rallentamento nella rimozione dell’acido urico, ad esempio, l’alimentazione sbagliata, l’essere in sovrappeso,soffrire di diabete, assumere alcuni diuretici e il fatto di bere troppo alcol.

Altre cause di acido urico alto sono una dieta ricca di purine o un’eccessiva produzione di acido urico da parte del corpo. Tra le patologie, quindi, troviamo:

Cause di acido urico basso

Le cause di acido urico basso, invece, possono essere dovute a:

Ulteriori cause di alterazione dei valori ottimali di acidi urici sono:

  • artrite gottosa cronica:
  • malattia renale cronica:
  • lesioni del rene e dell'uretere.

Come viene eliminato l'acido urico

Una persona sana elimina ogni giorno 340-500 mg di acido urico tramite le urine. Ulteriori 200 mg vengono versati nella bile nel giro di una giornata e una minima quantità viene eliminata con il sudore.

Cosa provoca l'acido urico in eccesso

Quando il corpo accumula troppo acido urico, va incontro alla gotta. È più comune negli uomini che nelle donne ed è più frequente nelle persone di età compresa tra 30 e 60 anni che soffrono di gonfiori e dolori articolatori.

Gli acidi urici sono prodotti naturalmente dal corpo quando si rompono le purine, ma per un motivo o per un altro, a volte, i reni non sono in grado di scovare l'acido urico in eccesso in modo da rimuoverlo. L'acido urico allora aumenta nelle articolazioni, ne provoca il rigonfiamento e la gotta è il risultato finale.

Test per misurare l'acido urico

Si consiglia di non mangiare né bere nulla per le 4 ore precedenti all’esame per misurare l'acido urico. Molti farmaci possono interferire con i risultati delle analisi del sangue: è importante e consigliabile, quindi, concordare prima con il proprio medico la necessità o meno di sospendere le cure in corso.

Dieta per acido urico alto

Una corretta dieta per l'iperuricemia gioca un ruolo chiave. Carne e pesce possono infatti aumentare il rischio di gotta. Prodotti lattiero-caseari, invece, possono ridurne il rischio.

  • Alimenti da limitare per un contenuto di purine molto alto − Carni di interiora (fegato, reni, animelle e cervello), carni (manzo, maiale, agnello e selvaggina) soprattutto se in gran quantità, pesce come acciughe, sardine, aringhe, sgombri e capesante, birra.
  • Alimenti da mangiare di tanto in tanto per un contenuto di purine medio alto − Pesce e frutti di mare (diversi da quelli sopra citati), farina d'avena, crusca di frumento.
  • Alimenti che sono sicuri da mangiare per un contenuto di purine basso − Verdure verdi e pomodori, frutta, pane e cereali (che non siano integrali), burro, latticini, formaggio e uova, cioccolato e cacao, caffè, the, bevande gassate, burro di arachidi e noci.
Un modo utile per ridurre la quantità di acido urico nel corpo è quindi quello di diminuire la quantità di purine consumate durante i pasti. Ecco una lista dettagliata di alimenti ad alto contenuto di acidi urici in modo da evitarli per ridurre gli effetti della gotta:

  • Carne rossa − È probabilmente uno degli alimenti più conosciuti ad alto contenuto di purine e di acido urico. Cercare di evitare di consumare manzo, agnello, selvaggina e carne di montone, sostituendoli con carni bianche come il pollo o l’anatra, che non contengono un numero alto di purine, ma dovrebbero comunque essere mangiati solo occasionalmente. I migliori sostituti sono le alternative vegetariane, come il tofu. Evitare la pancetta in tutti i modi perché questo alimento contiene i più alti livelli di purine.
  • Lievito − Per gli amanti dell’alcol o delle bevande che contengono il lievito, come la birra, queste sono sostanze ricchissime di purine e di acido urico. Mangiare al posto del pane altri carboidrati, come il riso o le patate (meglio se integrali) e sostituire le bibite contenenti lievito con altre bevande alcoliche come il sidro.
  • Frutti di mare − Sono più difficili da sostituire rispetto alla carne rossa. Anche in questo caso, provare a sostituirli con il pollo o il tofu vegetariano per ottenere un’alternativa a basso acido urico.
I principi generali della dieta per un valore alto di acidi urici seguono le raccomandazioni tipiche della dieta salutare:

  • Perdere di peso −  Essere in sovrappeso aumenta il rischio di sviluppare la gotta, perdere peso lo riduce. Diminuendo il numero di calorie e perdendo peso, abbassa i livelli di acido urico. Perdere peso riduce anche lo stress generale sulle articolazioni.
  • Limitare i carboidrati complessi − Mangiare più frutta, verdura e cereali integrali, che forniscono carboidrati complessi. Evitare cibi e bevande con sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio e limitare il consumo di succhi di frutta naturalmente dolci.
  • Bere molta acqua − Restare ben idratati bevendo acqua.
  • Ridurre i grassi − Ridurre i grassi saturi da carne rossa, pollame grasso e latticini ad alto contenuto di grassi.
  • Prediligere le proteine − Concentrarsi su carne magra e pollame, latticini a basso contenuto di grassi e lenticchie come fonti di proteine.
E ancora, le raccomandazioni per cibi specifici o integratori di acido urico includono:

  • Organi − Evitare carni come fegato, reni e animelle, che hanno alti livelli di purina e contribuiscono a portare i livelli ematici ad un alto contenuto di acido urico.
  • Carne rossa − Limitare le porzioni di manzo, agnello e maiale.
  • Frutti di mare − Alcuni tipi di pesce, come acciughe, molluschi, sardine e tonno, hanno più purine rispetto ad altri tipi, ma i benefici per la salute generale del consumo di pesce possono superare i rischi per le persone con la gotta. Porzioni moderate di pesce possono far parte di una dieta per la gotta.
  • Verdure ad alto contenuto di purine − Come gli asparagi e gli spinaci, non aumentano il rischio di attacchi di gotta.
  • Alcol − Birra e liquori distillati sono associati ad un aumentato rischio di gotta. Il consumo moderato di vino non sembra aumentare il rischio. Evitare l'alcol, in particolare la birra.
  • Cibi e bevande zuccherati − Limitare o evitare cibi zuccherati come cereali zuccherati, prodotti da forno e caramelle. Limitare il consumo di succhi di frutta naturalmente dolci.
  • Assumere vitamina C − La vitamina C può aiutare a ridurre i livelli di acido urico. 
  • Caffè − Bere caffè con moderazione, in particolare il caffè con caffeina normale, può essere associato ad un ridotto rischio di gotta. 

Cristalli di acido urico

I cristalli di acido urico formano un eccesso di purine. È quindi essenziale aumentare l'assunzione di acqua e alimenti che hanno un elevato contenuto di acqua per promuovere la loro rimozione.

La sovrapproduzione di acido urico nel sangue è spesso immagazzinata nelle articolazioni, ma può anche essere un segno di problemi ai reni o di consumo di cibi ad alto contenuto di purine.

È importante mantenere una dieta sana, aggiungendo molti cibi ricchi di acqua e con un basso contenuto di purine, come il cetriolo. Questo vegetale racchiude solo 7,3 milligrammi di purine per 100 grammi, rendendolo ideale per ridurre i livelli di acido urico e prevenire la gotta.

L'acqua aiuta a eliminare i cristalli di acido urico che si accumulano nelle articolazioni, causando molto dolore. Oltre a cetrioli, zucchine e frutta sono scelte eccellenti.

Acido urico alto in gravidanza

Avere alti livelli di acido urico in gravidanza può aumentare le probabilità di complicazioni durante la gravidanza. I livelli di acido urico alti durante le prime 20 settimane di gravidanza sono infatti associati ad un maggiore rischio di diabete gestazionale oppure essere un segnale di gestosi, nota anche come preeclampsia

Il diabete gestazionale si sviluppa in circa il 4% delle donne incinte. In questa condizione, il corpo non è in grado di produrre correttamente o utilizzare l'insulina ormonale per regolare la glicemia.

La preeclampsia viene diagnosticata quando si ha un'ipertensione che si sviluppa dopo la ventesima settimana di gravidanza. Diabete gestazionale incontrollato può causare al bambino non ancora nato un alto livello di zucchero nel sangue. L'alto livello di glucosio nel sangue può entrare nella placenta. Il glucosio in eccesso viene memorizzato come grasso sul corpo del bambino.

Ciò aumenta il rischio di una serie di problemi di salute tra cui difficoltà respiratorie dopo la nascita e una maggiore possibilità di sviluppare obesità o di avere il diabete di tipo 2. La preeclampsia può causare danni agli organi e complicazioni nel parto.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Granulociti
I granulociti sono globuli bianchi che presentano, nel loro citoplasma, particolari granulazioni che hanno affinità diverse con i vari co...
IgE (immunoglobuline E)
Le IgE (immunoglobuline E) sono una classe di anticorpi presenti in abbondanti quantità in caso di allergia.
Test sierologici
I test sierologici si eseguono a partire dalle analisi del sangue e servono a identificare gli eventuali anticorpi prodotti dall'organism...