Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Biorivitalizzanti

Biorivitalizzanti

Biorivitalizzanti
Curatore scientifico
Dr. Riccardo Gazzola
Specialità del contenuto
Medicina estetica

Come agisce la biorivitalizzazione?

Lo stress ossidativo, dovuto all’età, all’esposizione ai raggi solari e a uno stile di vita poco salutare (come alcol, fumo, mancanza di esercizio fisico, alimentazione ricca di grassi, cattiva qualità del sonno), provoca la formazione di radicali liberi, causando l’invecchiamento dei tessuti e la comparsa di inestetismi cutanei.

La biorivitalizzazione contrasta lo stress ossidativo. Le sostanze impiegate per la biorivitalizzazione donano alla pelle l’elasticità e l’idratazione perduta, stimolano, infatti, il ricambio cellulare, riattivano il metabolismo delle cellule favorendo la produzione di collagene da parte dei fibroblasti. Il risultato è una pelle più idratata, più elastica, più luminosa, più morbida, più tonica e quindi più giovane.  La biorivitalizzazione del contorno occhi è molto utilizzata per distendere la pelle attorno agli occhi che presenta maggiore tendenza a formare rughe, come le note zampe di gallina ma anche le borse sotto gli occhi.

La biorivitalizzazione esplica la sua “filler action” attraverso tre azioni:

  1. azione ristrutturante, agisce su ricambio cellulare e produzione di sostanze quali collagene, elastina e acido ialuronico
  2. azione anti-ossidante, infatti contrasta la formazione di radicali liberi
  3. azione idratante, incrementa l’apporto di acqua assunto dalle cellule

Quali sostanze vengono impiegate nella biorivitalizzazione?

Le sostanze che vengono iniettate con un ago nella cute sono a base di:

  • acido ialuronico
  • aminoacidi e vitamine
  • collagene

A chi è rivolta la biorivitalizzazione?

Questa tecnica è rivolta a soggetti la cui pelle del viso non è più adeguatamente idratata, priva di elasticità e, quindi, appare poco tonica, spenta e invecchiata. La biorivitalizzazione può essere associata ad altri trattamenti come laser, peeling, lifting, botulino e blefaroplastica.

Viene consigliata sia, come prevenzione, a soggetti giovani sia, come trattamento curativo, a soggetti di età più avanzata che hanno già segni tipici dell’invecchiamento della pelle.

Quali sono le controindicazioni della biorivitalizzazione?

Le sedute di biorivitalizzazione prevedono dei cicli effettuati ambulatorialmente. Di solito non provocano effetti collaterali a parte un lieve rossore o qualche livido causato dall’ago utilizzato per le infiltrazioni. Viene considerata una procedura molto sicura, tuttavia può avere effetti collaterali, anche se le complicazioni provocate sono molto meno pericolose rispetto ai, più invasivi, trattamenti anti-aging.

Le più comuni di queste complicazioni sono gonfiore e arrossamento della pelle che, per diversi giorni dopo la procedura, si osservano nella maggior parte dei pazienti. In una minore quantità di soggetti si verificano dolore, ecchimosi e aumento della sensibilità della pelle. Altri effetti collaterali, considerati rari, sono reazioni infiammatorie e infezioni.

Il trattamento è, di norma, controindicato nelle seguenti condizioni:

  • Gravidanza e allattamento
  • Malattie autoimmuni
  • Herpes in fase attiva
  • Disordini della coagulazione
  • Infezioni locali della cute
  • Malattie infettive acute
  • Soggetti iper-sensibili o allergici ai materiali utilizzati

Quando sono visibili i risultati del trattamento?

I risultati sono apprezzabili già a partire dalle prime sedute. La pelle si mostra più luminosa, tonica e morbida. E’ importante sottolineare che il processo di invecchiamento è un fenomeno naturale che non possiamo bloccare e quindi, affinché la pelle si mantenga fresca e rilassata, è necessario ripetere questo trattamento almeno due volte all’anno.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Acido glicolico
L’acido glicolico è un prodotto di origine naturale che si usa nella cura della pelle e nella medicina estetica. È conosciuto anche con i...
Acido mandelico
L'acido mandelico è un acido presente in natura in alcuni frutti ed è utilizzato in dermatologia come agente peeling nel trattamento di r...
Pulizia del viso
Una regolare pulizia del viso aiuta a preservare la pelle anche dal deposito di batteri, dagli accumuli di sebo sulla pelle e aiuta a pre...