icon/back Indietro Esplora per argomento

Unghia staccata (distacco dell'unghia): che fare?

Mattia Zamboni | Web Content Editor

Ultimo aggiornamento – 19 Ottobre, 2023

Unghia staccata: cosa fare?

Il distacco dell’unghia (detta anche onicolisi) è una condizione comune che molte persone sperimentano nel corso della loro vita.

L’onicolisi può essere causata da diversi fattori, come infezioni fungine, traumi o reazione avverse all’uso di determinati farmaci. Come curare l'onicolisi?

Vediamo, di seguito, quali possono essere i rimedi per l'unghia staccata.

Unghia staccata: quando la colpa è di un trauma

Se il distacco dell’unghia è dovuto ad un trauma, le cause possono essere diverse:

  • Incidenti con bici e auto.
  • Caduta di un oggetto pesante sul dito.
  • Sport da contatto.
  • Forme faticose di ballo.
  • Urtare le dita del piede contro una superficie dura.

una persona si tocca la mano

Dopo un trauma, l’unghia appare nera o viola, questo perché il sangue si raccoglie sotto di essa e provoca un ematoma subungueale che, esercitando pressione, può far cadere l’unghia dopo qualche giorno.


Leggi anche


Quando l’ematoma copre una grossa parte dell’unghia, o il dolore appare intenso, è bene rivolgersi al medico – il quale può alleviare la pressione sanguigna creando un piccolo foro con una ago.

L'onicolisi deforma l'estremità dell’unghia colpita, facendole assumere un aspetto concavo fino al distaccamento della stessa, lasciando libero uno spazio sottoungueale che può essere affetto da detriti.

Nel caso in cui si sia staccata solo una parte dell’unghia, è importante non rimuovere il resto della lamina ungueale per prevenire ulteriori lesioni: in questo caso occorre limarne o tagliarne i bordi.

Se viene rimossa tutta l’unghia, è più facile sviluppare un’infezione – con i seguenti sintomi:

I rimedi naturali per le unghie staccate

Quando avviene il distaccamento dell’unghia, in seguito ad un trauma, è bene seguire questi consigli per trattare in maniera naturale il problema:

  • usare una limetta per eliminare bordi taglienti;
  • immergere in acqua fredda il dito colpito per 20 minuti;
  • tenere il piede sollevato;
  • evitare la pulizia sotto le unghie, in quanto potrebbero rompersi ulteriormente;
  • usare i guanti per pulire l’unghia, al fine di evitare infezioni.

Per impedire che l’unghia diventi infetta, ecco alcuni rimedi naturali:

  • immergere l’unghia colpita in una soluzione di acqua e sale per 20 minuti almeno 3 volte al giorno per 3 giorni;
  • curare il letto ungueale e tenerlo pulito e asciutto;
  • evitare di ignorare qualsiasi precoce segno d’infezione, come rossore, indolenzimento, dolore, pus o gonfiore;
  • praticare pediluvi immergendo i piedi in una soluzione di acqua e ipoclorito di sodio (la comune amuchina) per disinfettare la cute.

Occorre ricordare che, prima di seguire qualsiasi direttiva esterna, è bene ascoltare il parere del proprio medico.

Le migliori pomate per il distacco dell'unghia

In alcuni casi, per contribuire alla guarigione dell'unghia staccata, il medico può consigliare l'applicazione di prodotti con effetti antisettici o di pomate antibiotiche – al fine di evitare infezioni.

Può essere d’aiuto, inoltre, l’assunzione di antinfiammatori – come l’ibuprofene.

Ecco una lista di pomate per curare e prevenire l’onicolisi:

  • crema cheratonormalizzante a base di urea;
  • siero fortificante e riparatore per assorbire gli urti;
  • idrolacca per la guarigione dell’unghia;
  • pomate a base di collagene, Tee Tree oil, Pantenolo, Vitamine A, B5, E, F.

Inoltre, può essere d'aiuto anche ricorrere a soluzioni ungueali poiché le creme, per loro definizione, non permeano nell'unghia.

undefined

Le unghie staccate ricrescono?

In caso di distacco, le unghie possono ricrescere ma impiegano tempistiche diverse:

  • l'unghia della mano si riforma nell'arco di massimo sei mesi;
  • l’unghia del piede ricresce tra gli otto e i dodici mesi.

Il processo di crescita delle unghie viene definito onicogenesi: le unghie dei piedi crescono più lentamente rispetto a quelle delle mani – il loro tempo di crescita è inferiore di circa un terzo. 

Se l'unghia non cresce, occorre segnalare che esistono alcuni fattori che possono rallentare la ricrescita dell’unghia, tra questi:

  • traumi ripetuti;
  • mangiarsi le unghie (onicografia cronica);
  • infezioni;
  • carenza di vitamine e sali minerali;
  • fattori ereditari.

In ogni caso, è sempre opportuno consultare un esperto.

Condividi
Mattia Zamboni | Web Content Editor
Scritto da Mattia Zamboni | Web Content Editor

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

Revisionato da Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Mattia Zamboni | Web Content Editor
Mattia Zamboni | Web Content Editor
in Unghie

273 articoli pubblicati

Revisionato da Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
Sapone di Aleppo: le proprietà
Sapone di Aleppo: benefici e modalità di utilizzo

Il sapone di Aleppo è un tipo di sapone per l'igiene personale molto apprezzato. Scopriamo quali sono le proprietà che lo contraddistinguono e come si usa.

Una raccolta di sapone di Marsiglia
Sapone di Marsiglia per il corpo, come prepararlo in casa

Sapone di Marsiglia per il corpo, ecco da dove proviene, quali sono gli usi che se ne possono fare, e come prepararlo in casa con il metodo a freddo.

icon/chat