Verruche

Contenuto di:

Le verruche sono piccole escrescenze ruvide benigne (non cancerose) della pelle. Compaiono spesso su mani e piedi.

Acido salicilico e verruche: come funziona?

Verruche | Pazienti.it

 Le verruche sono piccole escrescenze ruvide benigne (non cancerose) della pelle. Le più frequenti sono le verruche sulle mani e sui piedi. Le verruche possono avere un aspetto diverso a seconda di dove appaiono sul corpo e a seconda dello spessore della pelle. Il nome clinico per una verruca che compare sulla pianta del piede è verruca plantare.

Quali sono i tipi di verruche?

Ci sono diversi tipi di verruche. I tipi più comuni sono:

  • verruche comuni
  • verruche plantari (verruche)
  • verruche piane
  • verruche filiformi
  • verruche periungueali
  • verruche mosaico

La comparsa di una verruca dipende da diversi fattori:

  • posizione della verruca sul corpo
  • ceppo (tipo) eventuale di HPV responsabile della verruca
  • fattori come un sistema immunitario indebolito
  • se la verruca è stata strofinata o colpita

Le verruche sono più comuni nei bambini in età scolare e negli adolescenti. Queste escrescenze compaiono raramente negli infanti e colpiscono in egual numero maschi e femmine. Le persone con un sistema immunitario debole, per esempio a seguito di trattamenti contro il cancro o per una malattia come l'HIV e l'AIDS, e le persone che hanno subito un trapianto di organi, hanno un maggior rischio di sviluppare le verruche.

Cosa sono i condilomi genitali?

Come altri tipi di verruche, i condilomi genitali sono causati dall'HPV. Le verruche genitali sono trasmesse comunemente attraverso i rapporti sessuali e altri tipi di attività sessuale, compreso il sesso orale. Non devono essere curate a livello domestico utilizzando farmaci da banco. Se si pensa di avere le verruche genitali, occorre consultare il medico curante.

Quali sono i sintomi delle verruche?

Esistono diversi tipi di verruche che variano per dimensione e forma. La dimensione di una verruca può variare da 1 mm fino a più di 1 centimetro di diametro. Di solito le verruche non sono dolorose, anche se quelle che si formano sotto le unghie (verruche periungueali) o sulla pianta dei piedi (verruche) possono far male. In alcune occasioni possono causare prurito o sanguinamento. È possibile avere una o due verruche, oppure un gruppo di tante verruche nella stessa area della pelle.

Quali sono i tipi di verruche?

Alcuni tipi di verruche hanno maggiori probabilità di colpire particolari aree del corpo.

Come si manifestano le verruche comuni (verruca vulgaris)?

Le caratteristiche delle verruche comuni comprendono:

  • forma rotonda o ovale
  • sono solide e in rilievo
  • superficie ruvida e irregolare (tipo cavolfiore)
  • più comuni su nocche, dita e ginocchia
  • dimensione variabile

Come si manifestano le verruche plantari?

Le caratteristiche delle verruche plantari comprendono:

  • area della pelle in cui si trova la verruca è bianca
  • spesso hanno un puntino nero al centro
  • non sono in rilievo
  • appaiono sulla pianta dei piedi
  • possono essere dolorose

Come si manifestano le verruche piane?

Le caratteristiche delle verruche piane comprendono:

  • colore giallastro
  • superficie liscia e forma rotonda
  • misurano tra i 2 e i 4 millimetri di diametro
  • compaiono nei bambini piccoli, soprattutto sulle mani, sul viso e sulle gambe

Come si manifestano le verruche filiformi?

Le caratteristiche delle verruche filiformi sono:

  • lunghe e sottili
  • si sviluppano più comunemente su collo, viso e narici

Come si manifestano le verruche periungueali?

Le caratteristiche delle verruche periungueali comprendono:

  • superficie ruvida
  • si trovano sotto e intorno alle unghie delle mani e dei piedi
  • possono avere effetti sulla forma delle unghie
  • possono essere dolorose

Come si manifestano le verruche a mosaico?

Le caratteristiche delle verruche a mosaico sono:

  • crescono in gruppi
  • schema prodotto è del tipo “a piastrella”
  • più comuni sui palmi delle mani e sui piedi

Quali sono le cause delle verruche?

Le verruche sono causate da ceppi diversi del virus del papilloma umano (HPV). Il virus è presente nelle cellule della pelle di una verruca. Sono stati identificati oltre 100 tipi (ceppi) diversi di HPV. Diversi ceppi di virus del papilloma umano sono responsabili di diversi tipi di verruche.

Come si diffonde il virus del papilloma umano?

Il virus del papilloma umano si trasmette attraverso uno stretto contatto pelle-a-pelle. Può anche essere trasmesso per contatto indiretto, per esempio, da oggetti contaminati, come asciugamani e scarpe. Le verruche sono considerate contagiose durante tutta la loro permanenza sul corpo. Possono anche diffondersi in altre parti del corpo. Per esempio, è possibile diffondere il virus se:

  • si graffia o si colpisce una verruca
  • ci si mangia le unghie o si succhiano le dita (se hanno verruche)
  • ci si rade il viso o le gambe

Ciò può causare la rottura e il sanguinamento della verruca, rendendo più facile la diffusione del virus. Le verruche possono anche essere diffuse attraverso il contatto con superfici contaminate. Esempi di possibili superfici contaminate sono:

  • aree circostanti le piscine
  • zone di lavaggio comuni

Quali sono le cause delle verruche sul viso?

Le verruche sul viso sono soprattutto le cosidette verruche piane. Come ogni altro tipo di verruca sono causate dal papillomavirus (HPV). Gli studiosi sono certi che le verruche che compaiono sul viso siano dovute ad un particolare ceppo del virus, la cui identificazione è però resa molto difficile visto che l’HPV è presente in oltre 150 specie diverse.

Le verruche piane del viso, che si presentano normalmente anche sulle mani, sono una presenza tipica degli anni giovanili, ed in questo caso spesso si risolvono da sole con l’età adulta. Possono diventare un problema cronico negli adulti con sistema immunitario depresso e, quindi, incapace di contrastare il virus. Per questo motivo il trattamento terapeutico più consigliato consiste nell’adottare uno stile di vita ed una dieta che rafforzino il sistema immunitario.

Cosa sono le verruche seborroiche?

Sono conosciute come verruche senili, perché tendono a presentarsi sopratutto con l’avanzare dell’età. La medicina le classifica come cheratosi seborroiche. Sono sempre prive di significato patologico ma possono essere un grave fastidio estetico sia per le dimensioni, che variano da uno a diversi centimetri, che per il colore scuro, entrambi fattori che le rendono sgradevoli alla vista soprattutto se posizionate sul viso, sulle mani o in altri posti visibili.

Anche se comunemente chiamate verruche non hanno niente a che vedere con le verruche da HPV e non sono infettive. La loro origine è ancora sconosciuta. Il trattamento più utilizzato, consigliato solo nei casi in cui, per posizione e dimensioni diventino fastidiose è chiamato curettage criochirurgico. La verruca viene prima trattata con un anestetico locale che la “congela” e poi rimossa mediante un raschiamento effettuato con uno strumento chiamato curette.

Se le verruche non sono di grandi dimensioni può essere utilizzato l’azoto liquido. L’azoto liquido necrotizza tutti i tessuti con viene a contatto. Piccole quantità di azoto liquido vengono iniettate in diversi punti della verruca che, in un giorno o due, si stacca. 
Le tecniche più recenti prevedono l’utilizzo del laser per rimuovere le verruche seborroiche. 
Questi trattamenti sono risolutori perchè la verruca non è recidivante.

Verruche sulle mani: cause e rimedi

Le verruche sulle mani sono abbastanza comuni e possono comparire sia agli adulti cha ai bambini. A causare questo tipo di verruche è la crescita eccessiva di cellule cutanee.

Anche in questo casi, le verruche sono causate dal virus papilloma umano, l’HPV. 

Cura delle verruche sulle mani

Per prima cosa è necessario combattere il virus che se non verrà eliminato si ripresenterà numerose altre volte. Esistono vari prodotti che agiscono migliorando le difese immunitarie, come Dermisil, che agisce già dopo 12 ore dalla prima applicazione.

Come si curano le verruche?

La maggior parte delle verruche guarisce senza trattamento. Tuttavia, il tempo necessario perché una verruca scompaia varia da persona a persona. Possono durare più a lungo nei bambini più grandi e negli adulti. La ricerca ha dimostrato che, senza trattamento, il 65-80% dei casi di verruche si risolve entro due anni. Tuttavia, le verruche negli adulti e nelle persone con un sistema immunitario indebolito hanno meno probabilità di guarire da sole e hanno meno probabilità di rispondere positivamente alla cura. Lasciare che la verruca migliori da sola è un'opzione che può essere raccomandata. Tuttavia, si considera il trattamento se:

  • la verruca causa dolore
  • la verruca sta interferendo con la vita quotidiana
  • la verruca o la sua posizione causa imbarazzo
  • si è in presenza di uno o più fattori di rischio di sviluppare il cancro

Sono disponibili diverse opzioni di trattamento per la cura delle verruche. Alcuni trattamenti possono causare effetti collaterali quali:

  • dolore
  • vesciche
  • irritazione della pelle intorno alla verruca

Lo scopo di tutti i tipi di trattamento è quello di:

  • rimuovere la verruca in modo tale che essa non si ripresenti
  • trattare la verruca senza che si formino cicatrici
  • incoraggiare l'immunità a lungo termine per l'HPV, che causa le verruche

Nessun singolo trattamento è efficace al 100% e non vi è alcuna garanzia che la verruca non si ripresenterà. Il trattamento comprende:

  • acido salicilico
  • crioterapia
  • nastro adesivo
  • chirurgia
  • trattamenti chimici

Cosa è l'acido salicilico?

Molti trattamenti, come creme, gel, vernici e cerotti medicati, sono disponibili come prodotti da banco nelle farmacie. L'ingrediente attivo nella maggior parte di questi prodotti è l'acido salicilico. In due terzi dei casi, la ricerca ha dimostrato che le verruche della mano guariscono entro 12 settimane di trattamento con acido salicilico. L'acido salicilico e altri trattamenti per le verruche distruggono anche la pelle sana, per cui è importante proteggere la pelle prima di applicare il trattamento. In caso di verruche sul viso è consigliabile evitare l'uso di prodotti che contengono acido salicilico e consultare il medico di famiglia per individuare il miglior tipo di trattamento. Se si hanno problemi di circolazione, per esempio se si ha una condizione di diabete o malattia vascolare periferica, occorre consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti da banco che contengono acido salicilico. Questo perché vi è un maggior rischio di danni alla pelle, ai nervi e ai tendini.

Cosa è la crioterapia?

Nella crioterapia, l’azoto liquido viene spruzzato sulle verruche per congelare e distruggere le cellule. Si forma una pustola seguita da una crosta che cade dopo sette o dieci giorni. Il trattamento di crioterapia di solito richiede 5-15 minuti e può essere doloroso. A volte le verruche più grandi devono essere congelate un certo numero di volte, a una settimana circa di distanza. La crioterapia può essere consigliata se la verruca si trova sul viso. Questo perché il rischio di irritazione con questo metodo è inferiore a quello con acido salicilico o nastro adesivo. Generalmente la crioterapia non è raccomandata per i bambini piccoli perché può rivelarsi troppo dolorosa e perché può essere difficile, per un bambino piccolo, restare nella stessa posizione durante il trattamento. Possibili effetti collaterali della crioterapia sono:

  • dolore
  • vesciche
  • pelle che può diventare più scura (iperpigmentazione) o più chiara (ipopigmentazione), soprattutto se si ha la pelle nera
  • unghie che possono sviluppare un cambiamento anomalo nella forma o nella struttura se la crioterapia è usata per curare le verruche periungueali

Cosa prevede il trattamento con nastro adesivo?

Il trattamento con nastro adesivo consiste nel posizionare un pezzo di nastro adesivo sopra la verruca per circa sei giorni. Se il nastro si stacca, occorre semplicemente sostituirlo con un nuovo pezzo. Sei giorni dopo il nastro viene rimosso e la verruca viene immersa in acqua. Dopo l'immersione in acqua occorre utilizzare una scheda di smeriglio per eliminare le zone ruvide. La verruca deve restare scoperta durante la notte e poi essere coperta con un nuovo pezzo di nastro adesivo la mattina seguente. Questa procedura viene ripetuta per un periodo massimo di due mesi. Ci sono prove limitate per sostenere l'efficacia del trattamento con il nastro adesivo.

Quando ricorrere alla chirurgia?

Nella maggior parte dei casi non è raccomandato ricorrere alla chirurgia per il trattamento delle verruche perché con questo metodo si hanno spesso delle recidive. Si stima che in circa un terzo dei casi in cui si utilizza la chirurgia le verruche ritornino e che occorra poi un ulteriore trattamento. Lo scopo del trattamento chirurgico è quello di rimuovere tutte le tracce di verruche. Le tecniche a volte utilizzate per rimuovere chirurgicamente le verruche sono:

  • raschiamento del tessuto che viene rimosso grattando
  • cauterizzazione del tessuto che viene distrutto tramite bruciatura, utilizzando uno strumento o la corrente elettrica

Quali sono i trattamenti chimici per le verruche?

Le verruche possono essere curate con trattamenti chimici che contengono sostanze quali:

  • formaldeide
  • glutaraldeide
  • podofillina

Questi agenti chimici sono tossici per le cellule della pelle e vengono applicati sulle verruche per uccidere le cellule della pelle. I trattamenti chimici sono disponibili su prescrizione. Potenziali effetti collaterali dei trattamenti chimici sono:

  • colorazione marrone della pelle (con glutaraldeide)
  • tumefazione intensa (con podofillina)
  • infezione dopo il trattamento (con podofillina)

Quali sono le complicazioni dopo i trattamenti per le verruche?

A seguito del trattamento per le verruche gli effetti collaterali comuni sono:

  • dolore
  • vesciche
  • irritazione della pelle intorno alla verruca

Raramente, il trattamento per le verruche può causare cicatrici e infezioni. Pensare che le proprie verruche abbiano un aspetto sgradevole può influenzare l’autostima e la fiducia in se stessi, soprattutto nel caso in cui le verruche coprano una vasta area del corpo. Talvolta le verruche possono influenzare una persona psicologicamente e avere un impatto negativo sulla vita di tutti i giorni.

Quando le verruche sono maligne?

Le verruche sono solitamente innocue nelle persone il cui sistema immunitario funziona correttamente ed è raro che avvengano mutamenti maligni (cancerosi) in una verruca. Tuttavia le persone con un sistema immunitario indebolito presentano un rischio maggiore di sviluppare verruche di natura maligna.

Come prevenire la formazione di verruche?

I consigli elencati di seguito possono contribuire a prevenire la formazione di verruche:

  • non toccare le verruche di altre persone
  • non condividere asciugamani, flanelle o altri oggetti personali con qualcuno che ha una verruca
  • non condividere le scarpe o i calzini con qualcuno che ha una verruca
  • evitare di graffiare o grattare la verruca perché ciò può far sì che si diffonda ad altre parti del corpo
  • fare attenzione quando ci si rade perché il virus può diffondersi facilmente se ci si taglia
  • mantenere i piedi asciutti e cambiare le calze ogni giorno per aiutare a prevenire lo sviluppo di verruche sui piedi

Occorre coprire la propria verruca quando si prende parte ad attività comuni. Per esempio:

  • indossare infradito o ciabatte da piscina nelle aree comuni, come docce e spogliatoi
  • coprire la verruca con un cerotto impermeabile o una calza speciale per verruche (disponibile in farmacia) quando ci si reca in piscina o quando si fa educazione fisica a scuola
  • indossare guanti quando si usano attrezzature in comune, come gli attrezzi da palestra (se si ha una verruca sulla mano)

Argomenti: verruche escrescenze della pelle verruche plantari verruche filiformi condilomi genitali
Missing | Pazienti.it
Crioterapia

La crioterapia è un particolare tipo di terapia che utilizza la basse temperature per distruggere alcune lesioni cutanee Viene comunemente utilizzata a livello cutaneo per il eliminare fibromi, verruche...

Missing | Pazienti.it
Appendici cutanee

Le appendici cutanee sono escrescenze cutanee benigne che assomigliano a un piccolo pezzo di pelle morbida, appeso.