Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Caratteristiche E Benefici Dello Yogurt Greco

Yogurt greco: sì o no?

Cristina Grassi | Blogger

Ultimo aggiornamento – Gennaio 07, 2019

Yogurt greco: sì o no?

Lo yogurt greco piace ai tedeschi, ai francesi, agli americani e sì, piace molto anche a noi italiani. Dalla Grecia alla conquista del mondo.

Secondo alcuni dati, lo scorso anno il numero delle famiglie italiane che l’ha comprato è salito di due milioni, arrivando a 9,3. Insomma, lo yogurt greco è presente nel frigorifero di 38 italiani su 100, il che significa che più di un connazionale su tre non rinuncia a questa specialità.

Ma fa bene lo yogurt greco? Quali sono le sue caratteristiche?

Caratteristiche e benefici dello yogurt greco

Nonostante il nome, lo yogurt greco – detto anche yogurt colato -, nasce in Bulgaria. Rispetto agli altri yogurt che in seguito alla fermentazione vengono filtrati due volte, quello greco subisce addirittura tre filtrazioni risultando più cremoso e consistente. Per questa ragione contiene meno siero e quindi meno lattosio: caratteristica che lo rende più digeribile e più tollerabile.

Per il consumatore è facile notare la consistenza particolarmente densa e cremosa, compatta e vellutata, data dall’alto contenuto proteico, e il sapore intenso. Inoltre, il maggior apporto calorico conferisce a questo alimento un buon potere saziante. Se temete le calorie, potrete sempre optare per le versioni light a ridotto contenuto di grassi.

Come abbiamo visto, lo yogurt greco, dal sapore maggiormente acido rispetto a quello classico, contiene un buon contenuto di carboidrati e proteine, a fronte di pochi grassi. Questo alimento contiene alcune sostanze benefiche per il nostro organismo, come:

  • Calcio, che riduce il rischio di osteoporosi
  • Potassio che abbassa i livelli di sodio in eccesso aiutando ad espellere i liquidi. Per questo motivo è da considerarsi anche come alimento d’elezione per la dieta degli sportivi, ad integrazione dei sali minerali persi durante la sudorazione
  • Fosforo
  • Probiotici
  • Vitamina B12, un nutriente essenziale che deve essere ingerito con il cibo, coinvolto in molte importanti funzioni del nostro corpo, compresa la produzione di globuli rossi e il corretto funzionamento del sistema nervoso e del cervello

Non solo. Lo yogurt greco determina un ricambio batteriologico nell’intestino e favorisce il transito intestinale. I fermenti lattici in esso contenuti, infatti, integrano la flora intestinale ristabilendo, qualora mancasse, il giusto equilibrio. Dunque sì, lo yogurt greco fa bene al sistema digestivo e alla salute.

Questo alimento è ottimo per le persone che praticano una dieta ipocalorica. Grazie al minor contenuto di lattosio – che di fatto è uno zucchero – è consigliato da dietologi e nutrizionisti a chi soffre di ipertensione o a chi semplicemente vuol dimagrire e, magari, combattere la cellulite.

Lo yogurt greco è ottimo anche per la preparazione di maschere di bellezza: i fermenti lattici e l’acido lattico combattono infatti i radicali liberi dell’ossigeno dando luce al viso. Infine in cucina può essere utilizzato in numerose ricette sia come condimento sia come ingrediente principale, adatto per un pasto nutriente o per un goloso dessert.

Yogurt greco fatto in casa? Sì, si può

Per produrre lo yogurt greco in casa è sufficiente rimuovere il siero dal latte, sospendendo il classico yogurt in un panno sopra una ciotola lasciandolo riposare per alcune ore, in modo che il siero liquido goccioli attraverso il tessuto. In questo modo, il processo di filtraggio cambia la composizione e alcune delle proprietà nutrizionali dello yogurt.

Lo yogurt greco ha moltissimi benefici per il nostro organismo (è ricco di nutrienti e favorisce il corretto funzionamento dell’intestino) ed ha una consistenza cremosa che lo rende perfetto da consumare a colazione con della frutta fresca di stagione, come spuntino pomeridiano o come dessert!

Mostra commenti
Esami del sangue: quali valori sono spia di un tumore?
Esami del sangue: quali valori sono spia di un tumore?
Trapianto di rene: tempi di recupero, complicanze e stile di vita
Trapianto di rene: tempi di recupero, complicanze e stile di vita
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Colesterolo cattivo troppo basso? Impennano le probabilità di ictus
Colesterolo cattivo troppo basso? Impennano le probabilità di ictus
Non avere paura di niente? È una brutta malattia


Non avere paura di niente? È una brutta malattia


Perché NON dovresti mai interrompere l’antibiotico
Perché NON dovresti mai interrompere l’antibiotico
10 modi per aumentare la dopamina (in modo naturale)
10 modi per aumentare la dopamina (in modo naturale)