icon/back Indietro Esplora per argomento

Infezione dentro il naso, cause, sintomi e come si cura

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 20 Ottobre, 2023

donna si tocca il naso dolente

La vestibolite nasale è un'infezione dentro il naso di tipo batterico, che si manifesta con alcuni sintomi variabili in base alla gravità.

Sebbene sia piuttosto comune e facile da trattare, se non gestita con le opportune cure può causare complicazioni più serie e anche gravi. Ecco perché è bene consultare subito un medico per una diagnosi e una cura adeguata. Il trattamento può prevedere antibiotici. A seconda della gravità della condizione, il medico può prescrivere antibiotici topici, antibiotici orali, antibiotici per via endovenosa.

Ma quali le sue cause e quali i fattori di rischio? Lo vediamo in questo articolo.

Cos'è la Vestibolite Nasale?

Con vestibolite nasale si intende l'infezione al naso di tipo batterico che interessa l'area delle narici e l'inizio delle vie nasali. Si manifesta con infezioni dei follicoli piliferi che possono causare la comparsa di foruncoli dentro e intorno al naso (foruncolosi vestibolare nasale), che può dar luogo a un'infezione cutanea.

L'infezione batterica può essere la conseguenza di altri disturbi di origine infettiva che interessano il naso, le sue mucose e le prime vie aeree, ma può anche dipendere da azioni non corrette.

Nonostante sia spesso confusa con un normale raffreddore o allergie stagionali, la vestibolite nasale è una condizione distinta che richiede un trattamento medico specifico.

Il disturbo può colpire sia gli adulti sia i bambini, e può dare origine a sintomi fastidiosi che possono anche interferire con la normale respirazione.

Cosa sono i vestiboli nasali

I vestiboli nasali svolgono un ruolo fondamentale nella protezione delle vie respiratorie. Essi sono rivestimenti mucosi che corrispondono alle narici e alle cavità interne, rivestiti di peli. Questi peli hanno la funzione di impedire l'ingresso e il transito nei polmoni di corpi estranei come polvere, sporco e altre particelle. Un taglio nel naso, all'interno di queste cavità, può provocarne l'infezione batterica

Sintomi della Vestibolite Nasale

I sintomi della vestibolite nasale possono variare da lievi a più gravi, tra i più comuni,

  • prurito e dolore
  • narice gonfia
  • narici infiammate   
  • rossore / gonfiore / sensazione di bruciore
  • pelle secca
  • formazione di bolle nel naso (foruncoli)
  • follicolite
  • croste dolorose nel naso
  • piaga nel naso
  • secrezione di pus 
  • in qualche caso, sanguinamento quando le croste si staccano.

Cause della Vestibolite Nasale

La causa più comune delle infezioni cutanee, compresa la vestibolite nasale, è il batterio del genere Staphylococcus aureus. Quando si verifica una lesione ai tessuti dei vestiboli nasali, come piccole ferite nel naso questi batteri possono causare l'infezione.

Altri fattori di rischio che possono aumentare la probabilità di sviluppare la vestibolite nasale includono: 

Fattori di rischio come raffreddori frequenti, allergie o tagli nel naso, dunque, possono aumentare la probabilità di sviluppare la vestibolite nasale.

Tra le cause di eventuali taglietti nel naso, che possono portare all'insorgenza dell'infezione, ci sono:

  • strappo dei peli
  • soffiarsi il naso di continuo
  • mettersi le dita nel naso
  • piercing 
  • altre patologie infettive 

La vestibolite nasale può anche svilupparsi come conseguenza di infezioni virali: l'herpes zoster, l'herpes simplex o infezioni delle vie respiratorie superiori.

Le persone con un sistema immunitario debole, come quelle affette da diabete e malattie autoimmuni, possono essere più inclini alla vestibolite nasale.

Come viene diagnosticata l'infezione nasale

La diagnosi precoce e il trattamento adeguato sono fondamentali per prevenire complicazioni gravi.

La diagnosi della vestibolite nasale si effettua attraverso un esame fisico e l'anamnesi. In alcuni casi, il medico potrebbe prescrivere ulteriori approfondimenti per identificare l'agente patogeno responsabile dell'infezione.

Come curare la Vestibolite Nasale

È importante evitare l'auto-trattamento delle infezioni al naso o della vestibolite nasale con l'uso indiscriminato di antibiotici senza la prescrizione di un medico, perché qualsiasi iniziativa può peggiorare la situazione e portare a complicazioni.  

Il trattamento della vestibolite nasale dipende dalla gravità dell'infezione. Dopo una valutazione, il medico prescriverà la terapia adeguata. Poiché questa patologia è causata da un'infezione batterica, la cura della vestibolite nasale prevede l'uso di farmaci antibiotici per via topica.

Nella maggior parte dei casi lievi di vestibolite nasale, si possono utilizzare creme antibiotiche topiche, come la pomata alla bacitracina o la mupirocina, oppure antibiotici per via orale.

Le persone affette da vestibolite nasale grave (o vestibolite nasale causata da batteri resistenti agli antibiotici) potrebbero necessitare di antibiotici per via endovenosa.

Per le bolle nel naso (foruncoli) potrebbe essere necessario un trattamento combinato con antibiotici orali e topici, gocce saline o emollienti nasali. Se l'infezione non risponde agli antibiotici, potrebbe essere richiesto un drenaggio chirurgico. È importante trattare adeguatamente questi foruncoli per prevenire complicazioni. 

Complicazioni delle infezioni al naso

Anche se è molto raro, esiste il rischio che le infezioni al naso possano raggiungere il cervello, per la presenza di vasi sanguigni direttamente collegati. 

Foruncoli nasali

Come premesso nel paragrafo precedente, le infezioni più gravi possono causare la formazione di foruncoli o vesciche nel vestibolo nasale, che possono degenerare in un'infiammazione sottocutanea diffusa (cellulite).

Per trattare i foruncoli, il medico potrebbe prescrivere un antibiotico per via orale e una pomata alla mupirocina, da associare a impacchi caldi e umidi da fare 3 volte al giorno per circa 15-20 minuti alla volta. Se ciò non fosse sufficiente, potrebbe essere necessario drenare chirurgicamente i foruncoli più grandi o quelli resistenti alla terapia antibiotica.

Di seguito, nel dettaglio, le possibili complicazioni della vestibolite nasale.

Cellulite infettiva batterica

La cellulite infettiva batterica è una grave infezione batterica della pelle e del tessuto sottostante che può svilupparsi quando l'infezione nelle narici si diffonde ad altre aree del viso. Di solito è causata da batteri streptococchi o stafilococchi. Se non trattata, l'infezione può propagarsi al flusso sanguigno e ai linfonodi.

In genere, la cellulite infettiva viene trattata con farmaci antibiotici per via orale ed eventualmente con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per il trattamento sintomatico del dolore. 

Trombosi del seno cavernoso

La trombosi del seno cavernoso – una complicazione molto rara ma grave, che richiede un intervento immediato – si verifica quando i batteri delle infezioni facciali si diffondono nel seno cavernoso causando un coagulo di sangue. Il seno cavernoso si trova alla base del cranio, proprio dietro gli occhi.

La trombosi del seno cavernoso richiede la somministrazione di alte dosi di antibiotici per via endovenosa ed eventualmente la somministrazione di farmaci corticosteroidi.

Altre possibili complicazioni della Vestibolite Nasale

Oltre alla cellulite facciale e alla trombosi del seno cavernoso, la vestibolite nasale può dare origine ad altre complicazioni:

  • Ascesso Nasale: la vestibolite può provocare la formazione di un ascesso (sacca di pus) che, in alcuni casi, può richiedere l'uso di antibiotici per via endovenosa o un drenaggio chirurgico.
  • Encefalite: in casi molto rari, i batteri o virus, provenienti da altre parti del corpo e responsabili dell'infezione, possono raggiungere il cervello e causare questa infezione cerebrale grave. 

Tutte le possibili complicazioni delle infezioni nasali richiedono una valutazione e un trattamento tempestivo da parte di un medico esperto per prevenire possibili gravi conseguenze. 

Come prevenire la Vestibolite Nasale

Anche se non è sempre possibile prevenire le infezioni da Staphylococcus e le condizioni correlate, come la vestibolite nasale, tuttavia è possibile ridurne il rischio osservando alcuni accorgimenti:

  • mantenere una buona igiene personale (lavare regolarmente le mani per evitare la diffusione di germi e batteri nel naso)
  • evitare di toccare il viso con le mani sporche 
  • gestire le condizioni di rischio, come raffreddori frequenti o allergie, in modo da ridurre la probabilità di sviluppare infezioni al naso
  • evitare di mettere le dita nelle narici (che possono causare ferite dentro il naso)
  • non grattare le croste o le piaghe all'interno o intorno al naso
  • non strappare i peli del naso (piuttosto tagliarli)
  • non toccare alcuna bolla nel naso, brufoli o follicoli piliferi infetti.

Per gestire possibili allergie e raffreddori correlati, si possono seguire questi consigli:

  • Igiene del naso: utilizzare soluzioni saline o spray nasali per mantenere le vie nasali umide e pulite, aiutando a rimuovere pollini e altre particelle allergeniche.
  • Evitare allergeni: per quanto possibile, evitare l'esposizione ad allergeni noti, come pollini, polvere o peli di animali, per ridurre la possibilità di reazioni allergiche.
  • Utilizzare filtri per l'aria: installare filtri adeguati può aiutare a purificare l'aria e a ridurre la presenza di allergeni.

Seguendo queste semplici misure preventive, si può contribuire a ridurre il rischio di sviluppare la vestibolite nasale e altre infezioni correlate. Inoltre, è sempre consigliabile consultare un medico per eventuali segni di infezione o per ulteriori consigli sulla prevenzione delle infezioni al naso.

Condividi
Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr.ssa Emiliana Meleo
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Salute

470 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Emiliana Meleo
Contenuti correlati
Scopriamo quali sono gli effetti collaterali degli antidepressivi
Quali sono gli effetti collaterali degli anti depressivi?

Gli effetti collaterali degli antidepressivi sono molti e possono variare in base al farmaco assunto: clicca qui per scoprire quali possono essere.

ragazza si gratta le mani
Prurito alle mani: perché succede?

Prurito alle mani: da cosa può dipendere e cosa fare se riguarda anche i piedi? Scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere su questo argomento.

icon/chat