icon/back Indietro Esplora per argomento

Zampe di gallina, tutti i metodi per eliminarle

Redazione

Ultimo aggiornamento – 17 Febbraio, 2022

Zampe di Gallina: Rimedi

Con l'avanzare dell'età, è probabile che arrivi il momento di fare il test delle “zampe di gallina”. 

Basta provate a sorridere, per notare delle piccole linee che vanno dagli occhi alle tempie. Una volta che si smette di sorridere, se le linee scompaiono, allora, il test sarà superato; se restano visibili, potrà essere arrivato il momento di affrontare il problema. 

Dunque, oggi approfondiamo i rimedi per prevenire le zampe di gallina.

Quando compaiono le zampe di gallina agli occhi? Le cause principali 

Prima di imparare a trattare le zampe di gallina, occorre capire cosa provoca questi inestetismi.

A volte, queste fastidiose rughe sono conosciute con il nome di "linee di espressione" perché sono causate, in parte, dalle nostre abituali espressioni facciali. Ma in che modo le contrazioni muscolari temporanee (quando si sorride o si strizzano gli occhi) provocano rughe permanenti?

La risposta è nella composizione della pelle. Essa, infatti, è composta da tre strati

  1. l'epidermide più esterna;
  2. il derma interno;
  3. il tessuto sottocutaneo, sotto la pelle. 

Quando si parla di rughe, si parla di pieghe o depressioni che si vedono sull'epidermide, anche se il vero cambiamento avviene sotto la superficie.

I tre livelli della pelle sono costituiti da vari componenti, tra cui: acqua, proteine, lipidi, minerali, sostanze chimiche ed enzimi. Questi elementi sono in costante mutamento nel corso della nostra vita, ma con l'avanzare dell'età, i cambiamenti biologici all'interno della pelle determinano le zampe di gallina e le altre rughe. Le alterazioni che portano alle zampe di gallina includono:

  • Decomposizione delle proteine. Nel tempo, il nostro corpo perde la sua capacità di produrre e scomporre alcune proteine, causando un graduale restringimento della loro presenza.
  • Diminuzione del grasso. L'invecchiamento naturale riduce il grasso all'interno del sottocute. 
  • Riduzione del sebo. Più invecchiamo, più le nostre ghiandole sebacee producono sebo lentamente.
  • Meno glicosaminoglicani (GAG). I GAG sono molecole di zucchero che legano l'acqua nella matrice fluida posta tra derma ed epidermide.

Tuttavia, ciò che causa le zampe di gallina, in particolare, sono le rughe dovute al movimento muscolare, al contrario delle “rughe a riposo”, che compaiono indipendentemente dal movimento e sono causate dal cambiamento intrinseco della pelle e dal foto-invecchiamento. 

I movimenti ripetuti, alla fine, creano rughe abbastanza profonde che compaiono anche quando non viene effettuata alcuna espressione. Quindi, alcuni dei processi di invecchiamento sono inevitabili, mentre altri possono essere aggravati da scorrette abitudini quotidiane. Quali? 

Vediamolo insieme!

Perché compaiono le zampe di gallina? Le abitudini che possono influire

Le zampe di gallina compaiono perché movimenti quotidiani e ripetuti della pelle provocano la rottura dello strato di collagene e delle fibre che la mantengono elastica e tesa, causando la comparsa delle rughe intorno agli occhi, appunto le zampe di gallina, e negli altri punti del viso.

Le abitudini che possono influire sulle comparsa delle zampe di gallina sono il sorriso, strizzare gli occhi e il sonno, infatti:

  • Sorriso: molte persone sorridono non solo con la bocca ma anche con gli occhi, utilizzando cioè i muscoli orbitali; ciò può far presentare le zampe di gallina anche molto precocemente. Insomma, sarebbe meglio imparare a sorridere soltanto con la bocca.
  • Strizzare gli occhi: strizzare spesso gli occhi, magari per il sole o perché si è fotosensibili, può essere un'abitudine che influisce sulla comparsa delle zampe di gallina. Meglio, dunque, indossare sempre occhiali da sole protettivi, anche d’inverno.
  • Sonno: la posizione con la quale ci si addormenta è molto importante, per evitare danni alla pelle del viso. L’ideale sarebbe dormire sulla schiena, utilizzando un cuscino ad U come quelli che si usano durante i viaggi; se non ci si riesce, scegliere delle federe dei cuscini di seta, aiuta a far scivolare la pelle molto più facilmente.

Come prevenire le zampe di gallina?

Oltre ad indossare sempre occhiali da sole, la miglior prevenzione per le zampe di gallina è quella fornita dagli esfolianti. 

L’acido glicolico ad alte concentrazioni è l’anti-aging più utilizzato ed efficace per le sue diverse azioni. Infatti, a livello dell’epidermide svolge un’azione di pulizia delle cellule morte, con conseguente affioramento di uno strato di nuove cellule che rende la pelle più liscia e lucente. A livello più profondo, invece, favorisce la crescita del collagene, che aggiunge volume al derma “spianando” le rughe. È un trattamento molto veloce, che si può effettuare a casa. 

Altrettanto usata è la tossina botulinica, che ha effetto sulla produzione di collagene. Viene iniettata localmente ed è particolarmente efficace quando le rughe sono in fase iniziale. L’effetto “congelamento”, tipico della tossina, è molto limitato perché i muscoli orbitali non vengono usati spesso per la mimica facciale.

Tra gli esfolianti fisici, si può menzionare il trattamento laser per il raggiungimento di risultati ottimali. Questo strumento crea delle microscopiche lesioni nelle zone dove sono presenti le rughe, ciò costringe il derma a produrre una maggiore quantità di collagene per ripararle. In questo modo, le zone dove il collagene è “rotto” vengono riparate e le linee diventano molto meno evidenti.

Come eliminare le zampe di gallina?

In media, gli esseri umani sbattono le palpebre circa 10.000 volte al giorno; il movimento costante della pelle intorno alla zona degli  occhi  è inevitabile.

Le rughe di espressione, di solito, iniziano a svilupparsi tra i 20 e i 30 anni, ma imparare presto a prevenire le zampe di gallina può ritardarne significativamente lo sviluppo.

L'invecchiamento intrinseco, altrimenti noto come invecchiamento cronologico, è una parte inevitabile della vita. Anche se non può essere eliminato del tutto, si possono attuare una serie di accorgimenti, per esempio:

  • Seguire una dieta equilibrata, ricca di grassi insaturi, che abbassano i livelli di colesterolo, riducono il rischio di malattie cardiache e aiutano anche a mantenere il viso morbido e voluminoso. Alcuni alimenti da prediligere sono: pesce ricco di acidi grassi essenziali omega-3, avocado, noci e semi, olio extravergine d'oliva
  • Fare attenzione allo zucchero. Lo zucchero in eccesso si lega al collagene, rendendolo così disfunzionale.
  • Smettere di fumare. Il fumo di tabacco fa male alla salute in generale ed è anche un potente accelerante per l'invecchiamento precoce, oltre che  per le rughe.
  • Usare occhiali da lettura. Quando si invecchia, si comincia a sperimentare una diminuzione della vista e può capitare di strizzare gli occhi quando si legge, dunque indossare occhiali può essere utile. 
  • Idratarsi adeguatamente. È importante non effettuare lavaggi aggressivi o lavare la faccia troppo spesso. In ogni caso, applicare creme idratanti sul viso può essere utile a prevenire la comparsa di rughe e zampe di gallina,. 
  • Applicare la protezione solare. L'esposizione al sole senza protezione è tra le principali cause di invecchiamento precoce; i raggi solari UVA e UVB possono determinare un'accelerazione della formazione delle rughe e un indebolimento della vitalità della pelle. È importante, quindi, applicare una crema solare ad ampio spettro SPF 30.

I rimedi naturali

Per prevenire e rallentare la comparsa di questo inestetismo, altri rimedi riguardano l'uso di prodotti contenenti:

  • Acidi naturali: esistono molti prodotti per la cura della pelle contenenti AHA alfa-idrossiacidi naturali da usare per eliminare le zampe di gallina e migliorare la pelle in generale, tra questi: acido citrico (presente in vari frutti come il succo di limone), acido tartarico questo AHA (si trova naturalmente nell'uva e nelle banane e, se applicato localmente, può levigare la pelle per migliorarne la luminosità); acido glicolico: uno degli esfolianti più rapidi disponibili.

Gli AHA utilizzati nei peeling chimici possono essere troppo aggressivi per la pelle sensibile; dunque, alcuni rimedi naturali per togliere le zampe di gallina, possono prevedere l'uso di:

  • Albumi d'uovo: dopo averli sbattuti fino a ottenere una consistenza schiumosa, si possono tamponare intorno alla zona interessata, per rimuoverli dopo una decina di minuti con un batuffolo di cotone freddo e pulito.
  • Olio di cocco: oltre ai benefici che offre per capelli e unghie, l'olio di cocco nutre la pelle e contiene acido linoleico, che può ricollegare i tessuti della pelle tra loro.
  • Creme per gli occhi con vitamine e minerali, come: Vitamina A - le creme per gli occhi ai retinoidi sono derivati della vitamina A e riducono la profondità delle rughe; esse, inoltre, aumentano lo spessore della pelle, riducono la pigmentazione, migliorano la consistenza e aiutano a combattere l'acne. Vitamina C - la vitamina C non solo protegge dai danni dei raggi UV, ma può anche stimolare la produzione di collagene. Può aiutare anche a contrastare le occhiaie o le macchie solari. 

Anche lo stress e la mancanza di sonno possono contribuire alla comparsa di questo tipo di rughe, perciò, è importante cercare di seguire uno stile di vita sano ed equilibrato.

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Salute

1774 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
icon/chat