Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Acne Arrossamento

Come può curare l'acne un ragazzo di 18 anni?

Mio figlio di 18 anni soffre di acne trattata con Benzac. Ora, però, la pelle diventa ipersensibile, si arrossa al solo tatto e mio figlio è caduto in depressione, non vuole più uscire se non mettendo un correttore sul viso, ma così non si può andare avanti, non mi ascolta e mette sul viso una crema di Aderma con pigmenti verdi come maschera che gli ottura i pori e sciacqua il viso abbondantemente, si arrossa solo ancora di più. Cosa potrebbe applicare?

L'acne è una patologia multifattoriale e certamente non si cura con il Benzoil perossido, che serve solo sulle lesioni, soprattutto in associazione con antibiotici per via generale, di cui ne potenzia l'effetto.

Purtroppo, il farmaco è molto fotosensibilizzante e irritante ed è per questo che tuo figlio non tollera più nulla.

In pratica, non è stata impostata una terapia anti acne, cosa che allo stato attuale non è possibile fare vista l'ipersensibilità creata.

Gli consiglio di usare una crema antinfiammatoria molto fluida almeno la notte; in commercio esistono diverse formulazioni Avec emulsione fluida oppure Eubos sensitive crema normalizzante più ricca, ma ne deve mettere poca.

In alternativa, un siero a base di acido ialuronico.

La mattina, protezione 50 +, ora fanno anche i gel da rinnovare ogni 3 ore.

Per i brufoli o i punti neri, Ityolate pomata per toccatura sulle singole lesioni fino a guarigione.

Per il lavaggio del viso, è necessario un detergente, ma difficile capire cosa tolleri, può andar bene anche l'acqua di rose.

Solo dopo che l'infiammazione è guarita, si può pensare ad una terapia anti acne. In tal caso, è opportuna una visita dermatologica per valutare bene la forma e l'eventuale terapia. 

Cordiali saluti 
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova
Cagliari - Via Machiavelli, 17, Selargius
Risposte simili
Intervento post ustione: quanto tempo deve passare?
Le cicatrici generalmente si attenuano con il passare del tempo, per cui è meglio aspettare che la cicatrice si stabilizzi prima di programmare un intervento...
Gradi delle ustioni: come vengono definiti?
Si distingue tra ustioni superficiali e profonde: le prime sono epidermiche e guariscono autonomamente, mentre le seconde possono compromettere la sopravvivenza del paziente e in...
Ustioni in un bambino: come sapere se stanno guarendo bene?
Le ustioni sono il risultato di un contatto con agenti termici o chimici. La conseguenza è un danno ai tessuti cutanei, con gravità progressiva,...
Altre risposte di questo specialista
Segno rosso lasciato dall'herpes: come farlo andar via?
La pomata per l'herpes si usa per pochi giorni, finché ci sono le vescicole, poi si sostituisce la notte con una crema all'ossido...
Fuoco di Sant'Antonio in testa: può provocare la varicella?
L'herpes Zoster è una malattia infettiva che può determinare la varicella a chi non l'ha contratta da bambino o a chi non è...
Cheilite: cosa la potrebbe provocare?
La cheilite può avere diverse cause, certamente una può essere l'ambiente di lavoro e il contatto con sostanze tossiche, ma anche il sole può...
Basalioma: quali conseguenze ha?
Il basalioma, o epitelioma basocellulare, è un tumore della cute a lenta crescita e difficilmente dà luogo a metastasi, che probabilmente...
Ombelico rosso: quali le cause?
Purtroppo è una domanda molto complessa, perché mancano dei riferimenti importanti, L'età, il periodo, i sintomi da quando è iniziato il problema, il colore dell'eritema....
Vedi tutte