Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Bendaggio Gastrico Palloncino Intragastrico

Cos'è il bendaggio gastrico?

Potete per favore darmi delle informazioni sul bendaggio gastrico e sul palloncino? Che differenza c'è tra i due? Grazie.

Gentile paziente,

procediamo con ordine: il posizionamento del palloncino intragastrico è una metodica endoscopica che, attraverso una blanda sedazione, consente l'introduzione nello stomaco di un dispositivo che ne riduce la capacità contenitiva e, di conseguenza, consente una sazietà precoce. Non è un intervento chirurgico, in quanto il palloncino viene introdotto per via orale attraverso un endoscopio (strumento tubulare flessibile, dotato di telecamera). È temporaneo: 6 mesi. Viene impiegato dopo il fallimento dei trattamenti conservativi (regime dietetico sotto controllo medico specialistico) o per consentire un primo calo ponderale in pazienti candidati a un intervento bariatrico (chirurgia dell'obesità), ma con rischio operatorio elevato, legato all'eccesso ponderale.

Il Bendaggio Gastrico Regolabile viene posizionato con tecnica mininvasiva (laparoscopica): è un intervento chirurgico in anestesia generale. Attraverso 4 piccole incisioni addominali, viene collocato un anello di silicone, gonfiabile, attorno allo stomaco che viene così diviso in 2 parti comunicanti, assumendo una forma a clessidra. La parte superiore ha un volume molto contenuto, perciò il paziente avvertirà il senso di sazietà già dopo l'introduzione di modeste quantità di cibo. Il tempo di svuotamento, definito dall'ampiezza del passaggio tra le 2 porzioni di stomaco, può essere regolato mediante l’incremento volumetrico del bendaggio, ottenuto iniettando soluzione fisiologica tramite un apposito sistema posizionato nel sottocute (valvola port, di circa 1 cm di diametro, collegata con il bendaggio gastrico). Si ottiene così un precoce e prolungato senso di sazietà, con notevole riduzione del senso di fame. Il bendaggio gastrico può rimanere in sede anche tutta la vita. È l'unica procedura chirurgica che non altera l'anatomia dello stomaco e che è completamente reversibile. La rimozione dell’anello fa sì che lo stomaco riprenda le dimensioni abituali. È l’unico intervento bariatrico ad avere questa caratteristica. Lo stomaco rimane inalterato, pertanto può essere studiato con tutte le metodiche a nostra disposizione.

In caso di necessità, può essere curato sia in via medica che chirurgica come uno stomaco mai operato. Il bendaggio gastrico è compatibile con lo stato di gravidanza: caratteristica importante, visto che la maggioranza dei soggetti sottoposti a intervento è di sesso femminile.

L’intervento non comporta stati carenziali e malassorbitivi, quindi consente un normale avanzamento della gravidanza.

Personalmente, nei pazienti con rischio operatorio elevato, non eseguo il posizionamento di palloncino intragastrico, ma prescrivo un percorso di integrazione alimentare chetogenica che si articola in diversi step, ciascuno caratterizzato dall'associazione di specifiche polveri proteiche (solubili in acqua e assunte per via orale) a specifici alimenti consentiti. Il percorso chetogenico consente un calo ponderale con perdita elettiva della massa grassa e risparmio della massa magra, con un effetto finale anche di liposcultura.

In questo modo, nei pazienti che partono da un elevato rapporto peso/altezza al quadrato (BMI), il rischio operatorio si abbassa notevolmente senza aver effettuato un trattamento invasivo.

Tra tutti gli interventi chirurgici di chirurgia bariatrica, il bendaggio gastrico è quello con minore rischio operatorio in quanto lo stomaco non viene in alcun modo alterato, non ci sono gastrotomie, anastomosi o suture che comportino rischio di emorragia, di infezione, di fistole e di deiscenza delle suture.

Sperando di esserti stato utile, ti saluto cordialmente.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Risposte simili
Colecistectomia laparoscopica: mal di pancia e diarrea sono normali?
Gentile paziente, le alterazioni della digestione e dell'alvo successive alla colecistectomia, sia laparoscopica sia open, sono dovute al fatto che...
Diarrea continua dopo colecistectomia: a cosa è dovuta?
La diarrea post-colecistectomia è dovuta al passaggio continuo della bile nell'intestino, a causa dell'assenza della colecisti, che...
Calcoli alla cistifellea: è pericoloso operarli in laparoscopia?
Fra le 2 tecniche, è certamente da preferire la laparoscopia, specie negli obesi. Questo, tranne che non vi siano specifiche indicazioni....
Altre risposte di questo specialista
Rigonfiamento post intervento ernia inguinale: cosa potrebbe essere?
Gentile Paziente, generalmente dopo gli interventi di alloplastica inguinale (plastica con rete protesica), come quello secondo Liechtenstein, il liquido sieroematico che si produce durante l'intervento...
Bendaggio gastrico: provoca debolezza?
Gentile Paziente,il comune senso di debolezza (astenia), dopo gli interventi di chirurgia dell'obesità, si verifica tipicamente per il drastico cambiamento dello stile alimentare, soprattutto...
Intervento riduzione stomaco: quanto costa?
Gentile Paziente, devi sapere che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) riconosce l'obesità come vera e propria patologia, a sua volta causa di malattie strettamente...
Ernia inguinale: che cosa fare?
Gentile Paziente, per il trattamento dell'ernia inguinale, non esistono alternative alla chirurgia. Peraltro, le dimensioni sono un criterio piuttosto relativo,...
Intervento di chirurgia bariatrica: quando è consigliato?
Gentile Paziente, il tuo BMI (body mass index) ti classifica nella fascia dei pazienti che possono avvalersi della chirurgia bariatrica. La chirurgia bariatrica segna l'inzio...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Rigonfiamento post intervento ernia inguinale: cosa potrebbe essere?
Gentile Paziente, generalmente dopo gli interventi di alloplastica inguinale (plastica con rete protesica), come quello secondo Liechtenstein, il liquido sieroematico che si produce durante l'intervento...
Bendaggio gastrico: provoca debolezza?
Gentile Paziente,il comune senso di debolezza (astenia), dopo gli interventi di chirurgia dell'obesità, si verifica tipicamente per il drastico cambiamento dello stile alimentare, soprattutto...
Intervento riduzione stomaco: quanto costa?
Gentile Paziente, devi sapere che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) riconosce l'obesità come vera e propria patologia, a sua volta causa di malattie strettamente...
Ernia inguinale: che cosa fare?
Gentile Paziente, per il trattamento dell'ernia inguinale, non esistono alternative alla chirurgia. Peraltro, le dimensioni sono un criterio piuttosto relativo,...
Intervento di chirurgia bariatrica: quando è consigliato?
Gentile Paziente, il tuo BMI (body mass index) ti classifica nella fascia dei pazienti che possono avvalersi della chirurgia bariatrica. La chirurgia bariatrica segna l'inzio...
Vedi tutte