Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Ci Sono Dei Rischi Associati All Anestesia

Esistono dei rischi associati all'anestesia?

Devo sottopormi ad un intervento: ci sono dei rischi associati all'anestesia?

I rischi in anestesia, come in medicina (e nella vita), esistono in quanto abbiamo a che fare con tecnologie e metodologie messe a punto dall'uomo.

Se sei in buone condizioni di salute, il rischio di incidente grave durante anestesia è di circa 1/200.000 (0,04/10.000) (1/151.000 negli anni tra il 1976-1985 e 1/244.000 negli anni tra il 1985-1988). Più recentemente, in uno studio condotto negli anni 1996-2000, che comprendeva anche pazienti in condizioni cliniche più compromesse, il rischio fu stimato nell'ordine di 1/184.000. Questo significa che è circa 25 volte inferiore al rischio di avere un gravissimo incidente automobilistico.

Il rischio di sviluppare complicanze in anestesia è legato all'età, al sesso, alle abitudini di vita, alle condizioni di salute e alla presenza di eventuali malattie di cuore, polmoni, fegato, reni. Tutti questi aspetti saranno valutati con attenzione dall'anestesista che saprà scegliere la metodica e la tecnica di anestesia più adeguata e più sicura al caso specifico.

Se un tuo familiare ha avuto in passato un problema durante un'anestesia, questo va fatto presente all'anestesista: esistono alcune patologie a carattere ereditario che possono manifestarsi in corso di anestesia pur trattandosi di eventi eccezionali e rarissimi.

Cordiali saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Milano - Via De Amicis, 30
Altre risposte di questo specialista
Alterazioni artrosiche a livello della sinfisi pubica: cosa vuol dire?
Posso dirti che con alterazioni artrosiche si intendono gli iniziali segni di usura di un osso. La sinfisi pubica è...
Morfina per dolori cervicali e lombosacrali: è corretto?
La morfina è un farmaco oppioide esogeno di estrazione vegetale, ricavato dal Papaver somniferum. Viene somministrata per trattare il dolore cronico-oncologico, post operatorio e...
Rottura dei tendini della caviglia: è possibile una ripresa completa?
Le lesioni di III grado, ovvero la rottura completa del legamento, prevedono la terapia chirurgica seguita da periodo di immobilizzazione. Tanto l'entità...
Iperidrosi: che cos'è e come si può curare?
La secrezione del sudore è regolata da stimoli nervosi provenienti da una parte del sistema nervoso vegetativo (sistema nervoso simpatico). Nei casi in cui si...
Fibroscopia laringea: di che cosa si tratta?
Posso dirti che si tratta di una procedura indolore che permette al medico di ispezionare la laringe e le corde vocali. Per...
Vedi tutte
Risposte simili
Anestesia generale: quali fastidi si avvertono dopo?
Anestesia generale: si perde conoscenza, non si ha più coscienza di ciò che accade e si perde la sensibilità al dolore. Esistono diversi farmaci...
Anestesia generale: si fanno degli esami dopo?
Generalmente, non è necessario alcun esame a seguito di un'anestesia generale. Saluti
Anestesia spinale: può portare a paralisi?
L’anestesista è lo specialista che maneggia quotidianamente aghi e siringhe assai più degli altri specialisti. La posizione ottimale per facilitare la ricerca del punto esatto...