Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cos E L Angina Instabile E Come Si Deve Intervenire

Cos'è l'angina instabile?

Soffro di angina instabile e vorrei capire cos'è questa patologia. C'è una terapia?

L’angina pectoris è un dolore in sede toracica retro sternale o al braccio, mancanza di respiro, nausea e vomito che si ha quando vi è un’ischemia miocardica.

Con angina instabile, si intende dolore anginoso cardiaco che si ha sia a riposo che durante sforzo o anche un peggioramento di un'angina riscontrata nei 2 mesi precedenti. È causata da malattie coronariche di tipo ostruttivo, il rischio di morte improvvisa è alto, in quanto il paziente corre un serio rischio di andare incontro ad un infarto. È caratterizzata da crisi dolorose con frequenza crescente e di durata sempre maggiore. Se il dolore compare a riposo o, peggio ancora, quando siamo a letto, chiamare subito un'ambulanza perché quei minuti possono salvare la vita.

L’angina pectoris quindi è il linguaggio con cui il nostro cuore ci dice che qualcosa non va, che il flusso sanguigno al cuore è ridotto (rischio d’infarto del miocardio elevato) per cui il medico, una volta individuata, si deve sempre eseguire una coronarografia o, in casi dubbi, un test da sforzo. Se la coronarografia evidenzia un’ostruzione o una riduzione significativa di calibro delle coronariche, la scelta terapeutica sarà angioplastica o intervento chirurgico di by-pass.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giuseppe Vaccari
Dr. Giuseppe Vaccari
Monza e Brianza - Via Carlo Amati,111
Risposte simili
Trapianto di cuore: deve esserci compatibilità tra donatore e ricevente?
Ci sono alcuni criteri di compatibilità da rispettare: la differenza delle dimensioni dell'organo trapiantato e quello asportato non deve superare il 20%, deve esserci compatibilità...
Donare il cuore: quali sono le condizioni?
Perché un paziente possa donare il cuore ne deve essere dichiarata la morte cerebrale, cioè l'elettroencefalogramma deve essere piatto da almeno 12 ore,...
Rigetto dopo il trapianto di cuore: come evitarlo?
Un organo trapiantato viene rigettato dal corpo del ricevente se riconosciuto come estraneo. Per evitare il rigetto è necessario che tua madre segua...
Altre risposte di questo specialista
Valvuloplastica: quando intervenire?
Buongiorno, in considerazione dei dettagli che mi hai riferito, manca all'ecocuore il gradiente trans mitralico, ma, comunque, l'area di 0,9 e l'atriomegalia sono già di...
Coartazione aortica: si può intraprendere una gravidanza?
L'intervento di coartazione aortica in età pediatrica di per sè non controindica una gravidanza, bisogna comunque accertarsi che non vi sia una ristenosi...
Pacemaker: quando si può riprendere l'attività sportiva?
L'impianto del pace maker, seppur sia una procedura relativamente veloce, è pur sempre una procedura invasiva, per cui non è indicata attività fisica almeno...
Defibrillatore Boston Scientific: perchè emette un suono?
Buongiorno, purtroppo non mi è possibile darti una risposta ed è utile che facessi riferimento al centro che ha impiantato il defibrillatore che sicuramente,...
Ablazione per tachiaritmie: in cosa consiste?
Buongiorno Signora, in genere, per episodi di tachicardia ad alta frequenza come mi riferisci, è consigliabile eseguire uno studio elettrofisiologico per valutare la necessità...
Vedi tutte