Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dolori Metatarso

Quali sono le cause dei dolori al primo metatarso e all'avampiede?

Avverto forti dolori al primo metatarso che si irradiano fino all'avampiede. Quali possono essere le cause?

Buongiorno,
il dolore metatarsale, ovvero al metatarso, una parte dello scheletro del piede consistente di 5 ossa lunghe e sottili disposte parallelamente, è un capitolo molto vasto dell’ortopedia e difficilmente riassumibile in poche parole.

Il termine metatarsalgia significa dolore ai metatarsi. I metatarsi sono 5 ossa lunghe, che collegano le dita alla zona mediotarsica del piede.

I metatarsi anatomicamente si possono dividere in 3 zone:
  • testa
  • corpo
  • base
Le teste metatarsali, insieme al calcagno, sono le strutture del piede su cui si distribuisce la maggior parte del carico corporeo. Il primo metatarso è il più grosso ed è quello che assorbe la maggior parte del carico.

Le metatarsalgie si dividono sommariamente in meccaniche e non meccaniche. Le metatarsalgie non meccaniche sono dovute a varie cause:
  • infettive (verruche plantari, micosi, ragadi)
  • infiammatorie (malattie reumatiche)
  • vascolari (diabete)
  • osteocodrosiche (malattia di Kohler-Freiberg)
  • neoplastiche
  • neurologiche (neuroma di Morton)
Le metatarsalgie meccaniche dipendono dal sovraccarico localizzato su uno o più metatarsi, causato da una problematica propria oppure dall’insufficienza dei metatarsi adiacenti.

Nel tuo caso, le cause possono essere: index plus ossia primo metatarso più lungo, insufficienza dei metatarsi adiacenti, piede cavo antero-interno, alluce valgo, alluce rigido. Infine, una causa più rara e meno conosciuta: la nevrite di Joplin.

È una patologia dovuta alla compressione e all’irritazione del nervo cutaneo dorsale mediale nel tratto che scorre sopra il primo metatarso e il primo dito.

Ti consiglio di consultare un ortopedico per studiare nel dettaglio il tuo problema e cercare la terapia più adatta.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Fabrizio Sergio
Dr. Fabrizio Sergio
Caserta - VIA SESSA MIGNANO,,
Altre risposte di questo specialista
Ciste dietro il ginocchio: come si cura?
Buongiorno,una cisti dietro il ginocchio potrebbe essere una cisti di Baker. La cisti di Baker è una sacca piena di liquido, che si...
Risonanza magnetica al crociato: come si legge?
Gentile paziente,cercherò di spiegarti la tua risonanza.Disomogeneità del corno posteriore del menisco interno, compatibile con esiti chirurgici senza evidenti segni di lesione: il menisco...
Degenerazione meniscosica: cosa significa?
I menischi hanno molteplici funzioni:innanzitutto, aumentano la congruenza tra i condili femorali (convessi) e i piatti tibiali (sostanzialmente piani), distribuendo così il carico in...
Tenosinovite del sovraspinoso con microcalcificazione: cosa fare?
Ti consiglio innanzitutto di sottoporti ad una visita ortopedica ed eventualmente ad una RMN. Se verrà confermata una semplice infiammazione e non una lesione tendinea,...
Referto risonanza magnetica: intervento chirurgico necessario?
E’ difficile darti un’alternativa all’intervento senza poterti visitare. Penso che il tuo ortopedico o il tuo neurochirurgo prima di proporti un intervento distabilizzazione vertebrale abbia...
Vedi tutte
Risposte simili
Ernia del disco: che cos'è?
Il disco intervertebrale, che è interposto tra 2 vertebre, è costituito da una parte periferica denominata anulus fibroso e una parte centrale, gelatinosa,...
Mal di schiena: quali sono le terapie più adatte?
Bisognerebbe prima di tutto capire da cosa sia dovuto (problemi posturali, muscolari, discopatie, spondiloartrosi).Per ridurre il dolore e prevenire lo stress sulla colonna...
Scoliosi e jogging: sono compatibili?
La scoliosi è una condizione irreversibile della colonna vertebrale. Se la scoliosi non è grave e non provoca dolore forte alla schiena, allora...