Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Miopia E Intervento Con Il Laser Quali Controindicazioni Ha

Esistono controindicazioni per l'intervento con laser in caso di miopia?

Soffro di una forte miopia e devo operarmi agli occhi con un intervento con laser. Quali sono le eventuali controindicazioni a cui vado incontro dopo l'intervento e a cosa devo prepararmi?

Un miope vede chiaramente da vicino, ma non riesce a vedere adeguatamente da lontano senza occhiali o lenti a contatto. La causa è dovuta a diversi fattori: eccessiva curvatura della cornea, accentuata curvatura del cristallino o eccessiva lunghezza del bulbo oculare.

Il bulbo oculare è lungo in media 23,5 mm, ma l'occhio miope è un occhio solitamente più lungo del normale: per ogni 3 diottrie di miopia, il bulbo oculare risulta più lungo di circa 1 mm.

Per correggere la miopia, la più recente metodologia è la tecnica del laser ad eccimeri. L'intervento con laser è una procedura che permette di appiattire la curvatura corneale riportando il fuoco dell'immagine nuovamente sulla retina. L’intervento di chirurgia refrattiva può essere eseguito quando vi è stabilità del difetto da almeno un anno e mai prima dei 22 anni.

Bisogna ricordare che il trattamento non elimina la patologia, ma toglie l’evento estetico, cioè gli occhiali e/o le lenti a contatto. La valutazione attenta del paziente e la sua selezione sulla base di test specifici preoperatori, ne limita comunque la fattibilità che, a mio avviso, deve porsi in una variabile che va dalle 2 alle 8 diottrie miopiche.

Il trattamento con PRK, che non necessita di alcun taglio dello spessore corneale, è quello che prediligo. I trattamenti miopici, combinati o meno ad astigmatismo, portano generalmente ad un buon risultato funzionale. Molto ancora si deve fare per i trattamenti ipermetropici ed ancor di più presbiopici che, ancora oggi, portano ad insoddisfazione da parte del paziente per la grande fluttuazione della vista. Non tutti possono togliere gli occhiali, mentre tutti devono vedere il meglio possibile.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Domenico De Felice
Dr. Domenico De Felice
Milano - Piazza Duca d’Aosta, 8
Altre risposte di questo specialista
Visita oculistica: come si legge l'esito?
Assolutamente sì, occorre fare prima una visita ortottica che stabilisce l’eventuale angolo di strabismo presente e, successivamente, una visita...
Visione doppia: è obbligatorio un intervento chirurgico?
Buongiorno, le problematiche di diplopia, come ti avranno spiegato, sono legate alla patologia tiroidea che ha disassato i due occhi. ...
Valore limite della tonometria: qual è?
Buongiorno. Non esiste un vero e proprio valore limite anche se si stabilisce la soglia intorno ai 21 mmHg. Non esiste in quanto può variare...
Drusen soft perifoveali: che fare?
Le drusen che compaiono alla tua età sono fenomeni di deposito assolutamente normali. Se poi, come nel tuo caso, sono intorno alla zona centrale della...
Macchia nera in un occhio e problemi alla vista: diagnosi?
Buongiorno. Se una recente visita oculistica, una visita neurologica ed anche una risonanza magnetica nucleare hanno dato esito negativo direi che in linea di massima...
Vedi tutte
Risposte simili
Lesione retinica: è grave?
Comprendo la tua preoccupazione. La retina è la parte “nobile” dell`occhio. Per farti capire meglio le mie parole, potrebbe essere paragonata ad una pellicola fotografica...
Cisti sulla palpebra: come si rimuove?
Ti spiego brevemente quali sono i tipi di cisti di cui parli.Le cisti palpebrali sono generalmente 3:gli orzaioli, che colpiscono il bordo palpebrale...
Sostanza chimica in contatto con gli occhi: cosa fare?
Nel caso in cui le ustioni chimiche provochino lesioni oculari, bisogna far sdraiare la vittima, facendo voltare la testa dal lato interessato dall'ustione e tenendo...