Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Voli Circolazione

I voli lunghi possono provocare disagi alla circolazione degli arti inferiori?

Salve, sto prenotando una vacanza e, dato che mi aspettano oltre 9 ore di volo, vorrei sapere se potrei avere disagi alla circolazione degli arti inferiori. Può essere utile indossare collant a compressione graduata? Vorrei qualche consiglio per sopportare meglio il classico disturbo del dolore alle orecchie (a parte bere e cercare di ingoiare). Grazie.

Buongiorno,
la posizione obbligata sul seggiolino di un aereo e la ridotta possibilità di muoversi comportano sicuramente il rischio di disturbi circolatori agli arti inferiori: in particolare, stasi sanguigna nelle vene, con la possibilità che si inneschi un fenomeno flebotrombotico.

La trombosi venosa profonda degli arti inferiori comporta l'elevatissimo rischio del distacco di un frammento del trombo, cioè la formazione di un embolo: questo si sposta lungo i vasi, trasportato dalla corrente ematica, con la possibilità di trovarsi ad ostruire un vaso in un altro settore corporeo.

È opportuno, prima di partire, assumere un antiaggregante (esempio Aspirina) e, durante il volo, muovere spesso le gambe, alzandoti addirittura dal tuo posto, se possibile.

Utili sicuramente i collant a compressione graduata.

Per il disturbo alle orecchie, l'unico rimedio utile è compensare la pressione nell'orecchio medio sbadigliando spesso.

Saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Claudio Valerio  Santini
Dr. Claudio Valerio Santini
Milano - Via dei Cinquecento,19
Risposte simili
Donare il cuore: quali sono le condizioni?
Perché un paziente possa donare il cuore ne deve essere dichiarata la morte cerebrale, cioè l'elettroencefalogramma deve essere piatto da almeno 12 ore,...
Rigetto dopo il trapianto di cuore: come evitarlo?
Un organo trapiantato viene rigettato dal corpo del ricevente se riconosciuto come estraneo. Per evitare il rigetto è necessario che tua madre segua...
Coronarografia: come si svolge?
La coronarografia è un'indagine diagnostica invasiva, nel senso che si esegue mediante l'inserzione di un catetere attraverso un'arteria radiale a livello dell’avambraccio...
Altre risposte di questo specialista
Dilatazione aortica a 47 mm: c'è da preoccuparsi?
Buongiorno,la tua è una dilatazione abbastanza contenuta; si parla infatti di aneurisma dell'aorta ascendente quando il diametro del vaso eccede di almeno il 50%...
Imt diffusamente aumentato: cosa significa?
Buongiorno,IMT ovvero intima-media thickness: si tratta di una misurazione non invasiva dello spessore medio-intimale dell'arteria carotide interna. Tale valore, se superiore a 1,3, viene considerato...
Pressione alta: quali esami svolgere?
Buongiorno,per cominciare, perdere progressivamente peso corporeo, il sovrappeso riduce sensibilmente l'efficacia di farmaci seppur mirati e adatti alla situazione; in secondo luogo, ridurre fino...
Extrasistole: come curarle?
Buongiorno,se la sintomatologia è recente come insorgenza, bisogna innanzitutto ricercare un possibile evento scatenante o concausale, tipo nuove condizioni di stress lavorativo o familiare,...
Cardioaspirina: quali rischi si corrono con sovradosaggio?
Buongiorno,un occasionale surplus del farmaco non crea problemi o pericoli, pur considerando la possibilità di un maggior effetto irritativo sulla mucosa gastrica; se la somministrazione...
Vedi tutte