Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Bacino

Bacino

Bacino
Curatore scientifico
Elisabetta Ciccolella
Specialità del contenuto
Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale

Qual è l'anatomia del bacino?

Il bacino, detto anche "pelvi", "cingolo pelvico" o "cintura pelvica" è la struttura ossea che si colloca all'estremità inferiore della colonna vertebrale, situato tra l'addome e le cosce. 

Data la sua collocazione, il bacino, rappresenta un luogo di raccordo tra i muscoli e le articolazioni superiori ed inferiori del corpo umano.

Le ossa del bacino

Il bacino è costituito da una serie di articolazioni e di ossa, proprio dalla disposizione circolare di queste ultime deriva il nome di "cintura pelvica".
Le principali ossa che compongono il bacino sono:

Analizziamo nel dettaglio l'anatomia di queste 3 tipologia di ossa che costituiscono il bacino

Osso sacro, è un osso di tipo asimmetrico la cui forma rimanda ad un triangolo capovolto. Esso si colloca in corrispondenza dell'ultima vertebra lombare ed in una posizione superiore rispetto al coccige.
L'osso sacro si divide in differenti regioni:

  1. Base del sacro: è la base della struttura triangolare, entro cui si articola con la quinta vertebra della colonna vertebrale. 
  2. Apice del sacro: parte ossea di forma piatta ed ovale che si articola direttamente con il coccige.
  3. Superficie pelvica: è la parte dell'osso sacro rivolta verso l'interno dello scheletro del corpo umano. Ha forma concava.
  4. Superficie dorsale: speculare alla superficie pelvica, è la quota parte dell'osso sacro che si rivolge posteriormente. Ha forma convessa.
  5. Superfici laterali: sono le due parti dell'osso sacro che si articolano con le ossa iliache.

Coccige, a differenza dell'osso sacro, il coccige è un osso simmetrico, anche esso avente forma triangolare. Esso è composto generalmente da 4 vertebre, le così dette vertebre coccigee, che completano l'estremità della colonna vertebrale.

Le vertebre coccigee hanno dimensioni differenti tra di loro, esse tendono a diminuire man mano che si raggiunge l'estremità inferiore del coccige.
Anche il coccige è composto da più regioni:

  1. Base del coccige: è la parte di raccordo tra coccige e osso sacro.
  2. Apice del coccige: è la parte a ridosso dell'ultima vertebra coccigea.
  3. Superficie anteriore: la parte del coccige rivolta verso l'interno dell'intera struttura ossea del corpo umano. Come la superficie pelvica dell'osso sacro, anche essa ha forma concava.
  4. Superficie posteriore: parte convessa del coccige, inversa alla superficie anteriore.
  5. Superfici laterali: parti laterali del coccige, presentano una struttura ossea particolarmente sottile. Esse sono la sede dei processi trasversi. Le dimensioni dei traversi superiori sono maggiori di quelle dei trasversi superiori.

Osso iliaco, noto anche come osso dell'anca o osso coxale. Diversamente dall' osso sacro e coccige, l'osso iliaco è simmetrico, piatto e pari.
Le ossa iliache si compongono di 3 regioni, che in età adolescenziale tendono a fondersi tra di loro. Si suddividono in:

  1. Ilio: è la parte più grande dell'osso iliaco. E' un osso piatto, situato tra l'ischio ed il pube. Presenta due sezioni anatomiche: il copro dell'ilio che comprende parte dell'acetabolo in cui risiede la parte superiore del femore e l'ala dell'ilio, che è la parte più espansa dell'osso.
  2. Ischio: è la parte più resistente dell'osso iliaco. Si colloca inferiormente all'ilio e al di dietro del pube. Presenta tre sezioni anatomiche: il corpo, il ramo inferiore e quello superiore.
  3. Pube: è la parte anteriore dell'iliaco, risiede tra le due regioni precedentemente descritte. L'articolazione tra le tre sezioni anatomiche di cui è composto, corpo e rami inferiore e superiore, forma la sinfisi pubica.  

Qual è la funzione del bacino?

Le ossa e le articolazioni che costituiscono il bacino svolgono importanti funzioni per ciò che concerne la mobilità e stabilità dell’apparato scheletrico.
Il bacino consente di:

  • sorreggere il peso della parte superiore del corpo;
  • favorire la connessione della parte superiore e inferiore del corpo;
  • determinare i movimenti di deambulazione del corpo;
  • connettere la parte inferiore e superiore del corpo;
  • favorire le funzioni di deambulazione dell'individuo, come il sedersi, camminare, alzarsi in piedi;
  • proteggere organi quali, vescica ed intestino.
 

Quali patologie possono colpire il bacino?

Tra le più comuni patologie che possono riscontrarsi a carico del bacino si ricordano:

  • Fratture ossee, comune infortunio dovuto a cause di natura traumatica. Le parti del bacino maggiormente soggette a fratture sono le ali delle ossa iliache, le superfici laterali dell'osso sacro e i rami del pube.
  • Sacroileite, infiammazione a carico dell'articolazione iliaca. Le principali cause a determinare la sacroileite sono: gravidanza, artrite, morbo di Crohn, infezioni a carico del tratto urinario. I tipici sintomi di tale patologia sono mal di schiena, dolore ai piedi o alle gambe, dolore inguinale.
  • Coccigodinia: infiammazione a carico del coccige. Le donne e i soggetti obesi sono particolarmente esposti a tale patologia. Tipici sintomi da coccigodinia sono dolori muscolari a carico della schiena, alle gambe e ai glutei. La postura errata, cadute accidentali sono cause comuni di tale infiammazione. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più