Coccige

Contenuto di:
Curatore scientifico: Lorenzo Bichi, Fisioterapista
Indice contenuto:
  1. Che cos'è il coccige?
  2. Quali sono le funzioni del coccige?
  3. Quali sono le più comuni patologie del coccige?
  4. Cosa potrebbe causare un dolore al coccige?
  5. Coccige infiammato: quali sono le cause?
  6. Coccige lussato: quali sono i sintomi?
  7. Frattura del coccige: cosa comporta?

Che cos'è il coccige?

Il coccige è l'ultimo segmento della colonna vertebrale e ne costituisce il tratto caudale o terminale. Come tutti gli elementi vertebrali, il coccige è un osso mediano e impari. 

È situato immediatamente sotto l'osso sacro e rappresenta, nell'uomo, il rudimento della coda dei mammiferi (da qui il termine comune "coccige"). È costituito in genere da 4 o 5 vertebre, che sono per lo più saldate tra loro e si presentano molto atrofizzate. 

Mentre è stato originariamente pensato che non fosse mobile (senza movimento tra le vertebre coccigee), è ormai noto che l'intero coccige non sia un osso solido, ma spesso vi è un certo movimento limitato tra le ossa, consentito dalle articolazioni fibrose e dai legamenti.

Il coccige è legato all’osso sacro attraverso il disco e i legamenti

Si presenta appiattito dall'avanti all'indietro e molto più largo in alto che in basso, assumendo l'aspetto di una piramide appiattita; presenta pertanto una base, un apice, 2 facce e 2 margini.

La base del coccige guarda in alto e presenta, sulla linea mediana, una faccetta articolare destinata ad articolarsi con il sacro; ai 2 lati e posteriormente a questa faccetta, vi sono 2 rilevatezze ossee a forma di colonnette che sono chiamate "corna del coccige".

L'apice dell'osso è dato da un piccolo tubercolo osseo situato sulla linea mediana, che può essere deviato lateralmente a destra o a sinistra. Le 2 facce vengono distinte in faccia pelvica e in faccia dorsale:

  • quella pelvica o anteriore è concava ed è rivolta verso il bacino;
  • quella dorsale o posteriore viceversa è convessa ed è rivestita dalla cute.

I 2 margini sono obliqui in senso latero mediale e dall'alto in basso; situati ai 2 lati del coccige terminano a livello dell'apice.

Accanto ai legamenti dell'articolazione con il sacro ed a quelli con cui è unito all'osso iliaco, il coccige dà insersione a dei muscoli propri, che sono:

  • Il sacrococcigeo posteriore, situato sulla faccia posteriore e che può essere considerato omologo al muscolo, atrofizzato nell'uomo, che nei mammiferi determina l'estensione della coda.
  • Il sacrococcigeo anteriore, situato sulla faccia pelvica ed anch'esso omologo al muscolo, nell'uomo quasi del tutto trasformato in tessuto fibroso, che nei mammiferi determina la flessione della coda.

Inoltre, il coccige dà inserzione, nella sua parte anteriore, ai muscoli elevatore e sfintere dell'ano ed ischicoccigeo e nella parte posteriore ad una parte del muscolo grande gluteo.

Quali sono le funzioni del coccige?

Il coccige è un importante inserzione per vari muscoli, tendini e legamenti. Rappresenta anche parte della struttura che funge da supporto per una persona seduta. Inoltre, il lato anteriore del coccige serve per il fissaggio di un gruppo di muscoli importanti per molte funzioni del pavimento pelvico.

Quali sono le più comuni patologie del coccige?

Le patologie principali che possono colpire questo osso sono: 

  • Frattura
  • Teratoma sacro-coccigeo
  • Ernia coccigea

Cosa potrebbe causare un dolore al coccige?

Non si capisce chiaramente quali parti anatomiche possano provocare il dolore al coccige. In molti casi, la causa esatta del dolore non è conosciuta (coccigodinia idiopatica) e in questi casi vengono gestiti i sintomi.

In generale, il dolore può venire causato nel coccige se una ferita o un certo tipo di eccesso di pressione sulla zona fa sì che le ossa si muovano oltre i limiti cinesiologici, con conseguente infiammazione e dolore localizzato. Un infortunio a entrambi i legamenti o al disco può essere una causa di dolore. Raramente, le ossa di questa zona si fratturano e generano dolore. Inoltre, in rari casi, un tumore o un’infezione può essere una causa primaria di dolore.

In generale, una diagnosi di coccigodinia individuerà una delle seguenti cause alla base del dolore:

  • Traumi locali. Una caduta sul coccige può infiammare i legamenti. Questa è probabilmente la causa più comune della coccigodinia. Durante il parto, la testa del bambino passa sopra la parte superiore del coccige e, la pressione creata contro il coccige, a volte può causare lesioni al disco, ai legamenti e alle ossa.
  • Pressione. Alcune attività che impongono una pressione prolungata sul coccige, come l'equitazione o il fatto di stare seduti su una superficie dura per lunghi periodi di tempo, possono provocare l'insorgenza del dolore al coccige.
  • Tumore o infezioni. Raramente, la coccigodinia è dovuta ad un tumore o un'infezione nella zona del coccige.

Coccige infiammato: quali sono le cause?

Si ha la coccigodinia quando il coccige o il tessuto circostante, sono danneggiati. Questo provoca dolore e disagio alla base della colonna vertebrale, in particolare quando ci si siede.

Il coccige può essere danneggiato in vari modi, anche se in molti casi non è possibile identificarne una causa precisa.

Le principali cause della coccigodinia includono:

  • Parto. Il parto è una delle cause più comuni della coccigodinia. Il coccige diventa più flessibile verso la fine della gravidanza. Questo permette al coccige e alla parte della colonna vertebrale sopra di esso, di piegarsi e di cedere il passo durante il parto.
  • Ferite. Si può danneggiare il coccige se si subisce un impatto duro alla base della colonna vertebrale, ad esempio, un calcio accidentale durante gli sport di contatto. Le cadute all'indietro sono un’altra causa comune delle lesioni al coccige. Nella maggior parte dei casi, si avrà solo una contusione, ma nelle lesioni più gravi, il coccige si può anche fratturare.
  • Lesioni da sforzo ripetitivo (RSI). Si può ottenere coccigodinia se si prende regolarmente parte a sport come il ciclismo o il canottaggio. Ciò è dovuto al continuo piegamento in avanti e all’estensione della colonna vertebrale. Se questo movimento viene ripetuto molte volte, i muscoli e i legamenti possono diventare tesi e allungati: questo può portare ad un danno permanente. Se questo accade, i muscoli non saranno più in grado di tenere il coccige nella posizione corretta, provocando dolore e disagio.
  • Cattiva postura. Stare seduti in una posizione scomoda per un lungo periodo di tempo, come ad esempio al lavoro o durante la guida, può mettere troppa pressione.
  • Essere in sovrappeso o sottopeso. Essere in sovrappeso o obesi può mettere una pressione eccessiva sul coccige quando si è seduti. Ciò può causare la coccigodinia.
  • Invecchiamento. Con l'avanzare dell'età, i piccoli dischi di cartilagine che aiutano a tenere il coccige al suo posto potrebbero logorarsi. Le ossa che formano questa zona possono anche diventare più strettamente fuse tra loro. 

Coccige lussato: quali sono i sintomi?

I sintomi che generalmente caratterizzano la lussazione del coccige sono:

  • Dolore che avviene nella parte terminale della colonna vertebrale.
  • Dolore molto forte quando ci si alza da seduti.
  • Infiammazione dei tessuti intorno al coccige.
  • Infiammazione della prostata.
  • Problemi durante la defecazione.
  • Cefalea.
  • Vertigini.
  • Dolori cervicali.

Frattura del coccige: cosa comporta?

La disposizione del coccige, come ultimo tratto della colonna vertebrale, fa sì che esso sia esposto a traumi particolari: cadute a sedere violente. Queste ultime, quando provocano, per l'intensità e la violenza del trauma, un aumento della curvatura del coccige, tale da oltrepassare i limiti dell'elasticità dell'osso, determinano allora una frattura.

La frattura del coccige è accompagnata da dolore intensissimo, che si riacutizza con la stazione eretta, con la tosse, con la defecazione; insomma, con tutte le cause che provocano un aumento di pressione sulla componente muscolo-legamentosa che si inserisce sul coccige.

I disturbi dolorosi tendono a scomparire con l'andare del tempo ed, in genere, con 30-40 giorni di riposo a letto, si ottiene la completa guarigione.

Sono stati identificati i seguenti fattori di rischio per la frattura del coccige:

  • Mancanza/riduzione della massa muscolare.
  • Età avanzata.
  • Osteoporosi.
  • Essere di sesso femminile (a causa del bacino più largo, tipico nelle femmine).
  • Violenza.

I sintomi della frattura del coccige comprendono:

  • Dolore che aumenta di gravità quando ci si siede o ci si alza da una sedia o quando si verificano movimenti intestinali.
  • Dolore provocato sul coccige.
  • Nausea.
  • Lividi o gonfiore nell'area del coccige.

Per effettuare una diagnosi, sarà effettuato un esame fisico, che a volte comporta un esame rettale e/o un esame neurologico.

Se la frattura del coccige è abbastanza grave, può essere necessario il ricovero a breve termine, anche se questo è estremamente raro. Più spesso, viene somministrata una cura personale a casa.

Si consiglia di sedersi su superfici morbide, in quanto riduce la pressione sul coccige. E' consigliabile l'acquisto di un cuscino a 'ciambella' o un 'cuneo': sono semplicemente cuscini con un buco che garantiscono che non sia posto alcun peso sul coccige ferito. Si raccomandano anche antidolorifici, così come una dieta ricca di fibre per ammorbidire le feci ed evitare la stitichezza.

Assai raramente, si può determinare una consolidazione cattiva o in posizione viziata: se sì, potrà comparire un dolore nella posizione seduta, nella stazione eretta, nella defecazione. In tali casi, si può consigliare l'asportazione chirurgica del coccige.