Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Feci

Feci

Curatore scientifico
Dr. Massimo Ottonello
Specialità del contenuto
Gastroenterologia

Quali sono le caratteristiche delle feci?

  • Cattivo odore, dovuto all’azione dei batteri ed alla flora intestinale;
  • Una consistenza normalmente semisolida, determinata di solito dal tipo di alimentazione: una dieta ricca di fibre ed una assunzione idrica giornaliera di 1,5/2 lit. di acqua comporta una consistenza più molle, mentre una dieta povera di fibre ed acqua porta ad una maggior consistenza fecale.Inoltre consistenza e forma dipendono anche dal tempo di permanenza delle feci nel colon: maggiore è la permanenza (stitichezza) maggiore è la disidratazione delle feci che diventano più dure;
  • Un colore marrone che gli viene conferito dalla bile e dalla bilirubina. 

Quanti tipi ne esistono?

  • Ci sono quelle di una tonalità verastra, dovuta al loro transito veloce attraverso l’intestino, ma anche a causa del consumo prodotti realizzati con coloranti blu o verde. 
  • Possono avere un aspetto argilloso a causa della mancanza di bilirubina

Con che frequenza avviene la defecazione?

Varia da soggetto a soggetto:da una a tre volte al giorno ad una ogni due giorni. Inoltre può variare nel corso degli anni soprattutto in relazione alle abitudini alimentari, a sopraggiunte diverse situazioni ambientali e psicologiche, ed all’instaurarsi di patologie gastrointestinali.

Pertanto ogni variazione dalla norma sia per quanto riguarda la frequenza della defecazione, o  il colore, la consistenza e la forma delle feci richiedono un adeguato controllo Medico Specialistico.

Le feci possono essere analizzate?

Si. L’analisi delle feci risulta utile per la ricerca di diverse patologie gastrointestinali,quali la coprocoltura, ovvero l’esame microbiologico delle feci, che permette di identificare la presenza di batteri responsabili di infezioni gastrointestinali, e l’analisi chimico fisica per la ricerca del sangue occulto, la cui positività indica l’esistenza di una sede di sanguinamento gastroenterico, o per il dosaggio dei grassi la cui ricerca è utile per diverse patologie, come nell’insufficienza epatica, pancreatica e nei difetti di assorbimento intestinali.

Dove trovano applicazione?

  • Come concimi e fertilizzanti
  • Come carburanti (specialmente quelle di alcuni animali, ricche di batteri intestinali)
  • Nel campo dei trapianti. In caso di soggetti affetti da patologie intestinali è possibile trapiantare batteri fecali sani
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Microbiota
Il microbiota intestinale è un importante componente dell’organismo, tanto da essere considerato come un organo acquisito. I microrganism...
Stomaco
Lo stomaco è un organo dell’apparato digestivo, deputato a ricevere il materiale proveniente dall’esofago (il bolo), digerirlo e inviarlo...
Mesentere
Il mesentere è un organo scoperto relativamente di recente, fatto di tessuto peritoneale e che tiene sospeso l'intestino crasso e l'intes...